Select Page

Dintorni di Edimburgo, i 15 luoghi da non perdere e raggiungibili anche coi mezzi pubblici

Dintorni di Edimburgo, i 15 luoghi da non perdere e raggiungibili anche coi mezzi pubblici


Una domanda frequente che viene fatta sulla mia pagina Facebook Passione Scozia – #checkinScozia così come nel gruppo collegato, Sognando la Scozia – Dreaming of Scotland, è quella relativa a cosa vedere nei dintorni di Edimburgo. Difatti, dopo aver dedicato (almeno) un paio di giorni per la visita viene naturale il desiderio di fare una gita giornaliera per esplorare le zone circostanti.

E così, basta lasciarsi la capitale scozzese alle spalle e percorrere pochi Km per trovare castelli, palazzi storici, antichi borghi reali e paesaggi da sogno.

 

Cosa fare e vedere nei dintorni di Edimburgo

I luoghi menzionati nell’articolo sono facilmente raggiungibili coi mezzi pubblici e quindi sono perfetti per chi – come il sottoscritto – intende esplorare la Scozia in autobus o treno. L’ordine non è casuale ma basato sulla distanza crescente da Edimburgo, rimanendo comunque nelle due ore di viaggio a tratta (di più secondo me non varrebbe la pena).

Per ogni località troverete le informazioni pratiche necessarie per arrivarci, i collegamenti ai miei articoli di approfondimento e, ove possibile, i tour guidati che le includono. In questo modo, se non volete perdere troppo tempo nell’organizzazione, potete affidarvi alle escursioni in italiano da Edimburgo.

Noterete che vi parlo anche di destinazioni comprese nell’area della capitale scozzese, in diversi casi infatti si tratta di antiche cittadine che successivamente sono diventate parti integranti di Edimburgo (maggiori informazioni sul trasporto pubblico locale sono disponibili nell’articolo dedicato).

 

1) Leith, Edimburgo

Partiamo allora dallo storico quartiere portuale di Edimburgo affacciato sul Firth of Forth.

La pessima fama di cui “godeva” in passato è stata definitivamente cancellata grazie all’apertura dell’Ocean Terminal e di una serie di locali che sono diventati di richiamo per gli abitanti di Edimburgo. Ad attirare i turisti ci pensa invece il Royal Yacht Britannia, una delle attrazioni più visitate della Scozia e del Regno Unito (potete leggere l’articolo dedicato a questo link).

Si tratta dell’ex Panfilo Reale che ha portato in giro per il mondo la Famiglia Reale inglese per oltre 40 anni. Una volta saliti a bordo si esplorano gli ambienti dove vivevano e lavoravano i membri dell’equipaggio e gli appartamenti Reali riservati alla Regina ed ai suoi parenti.

Piccola curiosità: l’unica camera matrimoniale presente a bordo fu quella utilizzata da Carlo e Diana durante la loro luna di miele.

Nel centro di Edimburgo passa il Water of Leith, un percorso pedonale che costeggia il fiume omonimo fino allo sbocco nel Firth of Forth. Si attraversano i quartieri di Dean Village e Stockbridge per una distanza complessiva di circa 5 Km.

In alternativa, gli autobus urbani Lothian n. 11, 22 e 25 impiegano una ventina di minuti per raggiungere l’Ocean Terminal. Il biglietto singolo costa £1.70 e va pagato con l’importo corretto poiché l’autista non può dare il resto.

Escursione a Leith (Edimburgo) - Check-in Blog di Stefano Bagnasco

 

2) Duddingston, Edimburgo

Uno dei luoghi più suggestivi di Edimburgo è sicuramente Holyrood Park, un’estesa area verde che delimita verso est il centro storico.

Questo immenso parco reale comprende anche il piccolo villaggio di Duddingston, distante un paio di Km dalla Old Town. Quando sono in città in occasione del Fringe Festival ad agosto vengo sempre qui per rilassarmi un paio d’ore camminando lungo le sponde del lago, fuggendo così dal caos dei turisti che affollano le vie centrali.

Per saperne di più su Duddingston e cosa vedere: https://checkinblog.it/escursione-a-duddingston-edimburgo-holyrood-park/.

Se possibile vi suggerisco di arrivarci a piedi attraversando Holyrood Park, una rilassante camminata in mezzo alla natura sebbene vi troviate nel cuore della capitale scozzese.

Le linee d’autobus 4 e 44 partono dal centro e fermano a poca distanza dal lago e dalla via principale dell’antico villaggio.

Il Duddingston Loch nei pressi di Edimburgo (Scozia)

 

3) Craigmillar Castle, Edimburgo

Passeggiando una mezz’oretta da Duddingston si arriva al Craigmillar Castle, uno dei tre castelli di Edimburgo (il terzo lo scoprirete tra un paio di paragrafi).

Risale al secolo XIV° ed è uno dei meglio conservati di quell’epoca di tutta la Scozia. È noto per aver ospitato Mary Queen of Scots che, per recuperare le forze dopo il parto del figlio (il futuro Giacomo VI), soggiornò qui per un paio di settimane all’inizio dell’inverno del 1566.

Recentemente, la fortezza ha acquisito ulteriore fama poiché è apparsa nella terza stagione della serie TV Outlander come ambientazione per la prigione di Ardsmuir.

Craigmillar Castle è proprietà di Historic Scotland e pertanto l’ingresso è gratuito per i possessori della tessera turistica Explorer Pass.

Se non volete camminare (da Duddingston), non vi resta altra soluzione che prendere l’autobus urbano (linee 2 e 21), altrimenti le linee 14 e 30 partendo dal centro di Edimburgo.

Craigmillar Castle, Edimburgo (Scozia) - Check-in Blog di Stefano Bagnasco

 

4) Portobello, Edimburgo

Anche la capitale scozzese ha la sua spiaggia, sebbene sia una “conquista” piuttosto recente. Difatti, questa cittadina costiera venne inglobata a Edimburgo soltanto negli ultimi anni dell’800 ed oggi ne è un quartiere residenziale.

La principale attrazione è ovviamente la sua ampia spiaggia sabbiosa, costeggiata dalla lunga promenade dove la gente si ritrova a mangiare e bere approfittando dei vari locali che vi si affacciano.

Portobello è comodamente raggiungibile in circa 20-25 minuti con gli autobus urbani – linea 26 – che partono e transitano per le vie centrali di Edimburgo.

La spiaggia di Portobello a Edimburgo

 

5) Cramond, Edimburgo

A nord-ovest rispetto al centro di Edimburgo sorge il piccolo villaggio di Cramond. La sua fama – sebbene non sia così noto a livello turistico – è la presenza di un isolotto, Cramond Island appunto, situato nel cuore del Firth of Forth e collegato alla terraferma da una passerella attraversabile soltanto con la bassa marea.

Ad un paio di Km da qui si può visitare il terzo tra i castelli di Edimburgo, ossia Lauriston Castle. L’edificio, costruito nel XVI secolo e circondato da eleganti giardini affacciati sulla costa, è oggi di proprietà del Comune ed all’interno ospita un museo dedicato alla vita quotidiana della classe media locale ad inizio del ‘900.

Per arrivare a Cramond dovete prendere l’autobus n. 41 che dal centro impiega tra i 40-50 minuti per arrivare a destinazione.

Per maggiori dettagli sulla zona vi rimando alla lettura dell’articolo dedicato.

Escursione a Cramond Island - Edimburgo, Scozia

 

6) Rosslyn Chapel, Roslin

È una delle escursioni più popolari tra coloro che si trovano in città, complice la vicinanza e soprattutto la fama acquisita dal luogo dopo l’uscita de “Il Codice Da Vinci” di Dan Brown.

Difatti, la Cappella di Rosslyn sarebbe il luogo dove è custodito il Sacro Graal, più precisamente all’interno della colonna dell’apprendista. Detto ciò, l’edificio ha un fascino tutto suo e vale la pena visitarlo a prescindere dalla storia del libro.

Una volta dentro, rimarrete senza parole dinnanzi alla pura bellezza delle decorazioni di ogni colonna e proverete una certa sensazione di mistero ritrovandovi circondati da incisioni massoniche e simboli di ogni genere.

L’autobus urbano n. 37 collega Edimburgo con il villaggio di Roslin in una cinquantina di minuti circa (biglietto singolo costa £1.70).

Cosa vedere vicino a Edimburgo: la Rosslyn Chapel

 

7) South Queensferry, Edimburgo

Ritornando sulla costa a nord del centro città, South Queensferry è un antico borgo reale che oggi fa parte di Edimburgo. Passeggiando per la via principale che si snoda tra le eleganti casette colorate non si possono non notare all’orizzonte i tre ponti, in particolare quello rosso.

Trattasi del Forth Bridge, ad uso ferroviario ed inaugurato nel 1890. È costituito interamente d’acciaio e ciò lo rese un’opera all’avanguardia in tutto il Regno Unito e non solo. Non sorprende quindi che, come riconoscimento del suo valore dal punto di vista del progresso industriale, l’UNESCO l’abbia dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 2015.

Se capitate da queste parti in estate potete fare anche un’escursione di mezza giornata sull’isola di Inchcolm, dove si trova il complesso monastico meglio conservato della Scozia e che è stato paragonato all’Abbazia di Iona (isole Ebridi). Invece, la sola crociera nel Firth of Forth della durata di 90 minuti consente – con un po’ di fortuna – di avvistare foche, puffin ed altri animali autoctoni.

Potete raggiungere South Queensferry in treno (£4.70 a tratta), scendendo a Dalmeny e poi proseguendo a piedi per 10-15 minuti fino al molo da dove partono i traghetti. In alternativa, da Edimburgo partono gli autobus Lothian Country che arrivano nell’antico borgo reale in circa 45 minuti (biglietto singolo, £2.70).

Per saperne di più su cosa fare e vedere in questa zona: https://checkinblog.it/escursione-edimburgo-inchcolm-island-scozia/.

Escursione da Edimburgo a South Queensferry (Scozia)

 

8) Linlithgow e Blackness, West Lothian

Ci spostiamo ad una trentina di chilometri ad ovest rispetto a Edimburgo, esattamente nella regione del Lothian occidentale. È una gita fuori porta che sono sicuro piacerà ai fan della serie tv Outlander dato che si visitano due location della prima stagione.

Linlithgow è un antico borgo reale che per circa due secoli ha ospitato Re e Regine di Scozia, diventando quindi un luogo strategico a metà strada tra i castelli di Edimburgo e Stirling. Da segnalare che vi nacque Maria Stuarda, l’8 dicembre 1542.

Venendo ai giorni nostri, i sotterranei del Linlithgow Palace sono stati utilizzati per la prigione di Wentworth dove il povero Jamie è rinchiuso e maltrattato dal Capitano Randall.

La visita prosegue spostandosi di poche miglia, nel villaggio di Blackness. Il castello è affacciato in posizione strategica sul Firth of Forth ed è celebre per la forma che richiama la prua di un’imbarcazione. E, non a caso, il suo soprannome è “la nave che mai salpò”.

Appare diverse volte nella serie tv poiché è l’ambientazione del quartier generale del Capitano Randall a Fort William. Inoltre, è presente anche nell’ultimo episodio della seconda stagione, quando vi fanno visita Brianna e Roger nel 1968. Cambiando genere, la fortezza è una delle location scozzesi del film Maria Regina di Scozia“, pellicola che racconta la vita turbolenta di Maria Stuarda.

Per quel che riguarda i collegamenti coi mezzi pubblici, ho raggiunto Linlithgow in treno (una ventina di minuti da Edimburgo) in mattinata e, verso l’ora di pranzo, ho preso l’autobus n. 49 diretto a Blackness. Gli scozzesi sono molto organizzati da questo punto di vista e difatti presso la biglietteria del palazzo di Linlithgow erano appesi gli orari delle corse verso il villaggio vicino.

Sia il Linlithgow Palace che il Blackness Castle sono proprietà di Historic Scotland, ciò significa che l’accesso è gratis per chi ha l’Explorer Pass.

Il mio articolo: https://checkinblog.it/linlithgow-palace-blackness-castle-scozia/.

Visita del Blackness Castle nei dintorni di Edimburgo

 

9) North Berwick, East Lothian

È una delle mete più popolari per una gita da Edimburgo e non potrebbe essere altrimenti data la sua bellezza.

Affacciata sul Firth of Forth, le spiagge in pieno centro ricordano la tradizionale vocazione turistica di North Berwick, quando infatti era una nota località balneare già nel secolo XIX. Se volete spingervi un po’ oltre il lungomare, suggerisco di salire in cima a The Law, un’antica collina vulcanica che oggi è il punto panoramico ideale per ammirare la costa.

Allontanandosi ulteriormente si può raggiungere il Tantallon Castle, una fortezza medievale in rovina affacciata sul fiordo e che per il fascino della sua collocazione ricorda in parte il castello di Dunnottar. A poche miglia da qui si trova un “angolo di paradiso” poco noto, un’oasi di relax e grande bellezza chiamata Seacliff Beach. (Se arrivate in auto l’accesso tramite strada privata costa £3, da saldare rigorosamente in contanti presso la macchinetta posta vicino alla sbarra automatica).

Nel corso della giornata non potrete non notare un’isola alquanto particolare – la Bass Rock – il cui colore “bianco” è dovuto in realtà alla presenza delle sule, uccelli marini che qui hanno stabilito la loro più grande colonia al mondo

La Bass Rock vista dal castello di Tantallon

Tra Edimburgo e North Berwick vi sono collegamenti sia in autobus che in treno.

Nel primo caso, le linee 124/X24 impiegano un’ora circa e le tariffe sono leggermente più economiche. Nel secondo caso, invece, il viaggio dura 40 minuti circa e vi sono numerose corse giornaliere dalla stazione di Edinburgh Waverley.

 

10) Dunfermline, Fife

Dall’altra parte del Firth of Forth, la regione del Fife ben si presta per delle comode escursioni giornaliere da Edimburgo.

È il caso ad esempio di Dunfermline, famosa per essere l’antica capitale della Scozia e sede del Palazzo Reale e della vicina Abbazia dove è sepolto il tanto amato Re Robert The Bruce. Tra i luoghi da non perdere vi è il bellissimo Parco Pittencrieff, donato alla città dal suo cittadino illustre Andrew Carnegie nel 1903.

La località è collegata a Edimburgo sia in autobus – linea X55 di Stagecoach East Scotland – che in treno (più rapido) ed il tragitto dura tra i 35-50 minuti circa.

Sono stato a Dunfermline nel giugno 2017 e le ho dedicato un articolo in cui racconto il mio itinerario per la visita.

Cosa vedere vicino a Edimburgo: Dunfermline, Fife

 

11) Aberdour, Fife

Rimaniamo nel Fife ma questa volta ci spostiamo sulla costa, nella cittadina di Aberdour. Appena a lato della stazione ferroviaria sorgono le rovine di uno dei castelli più antichi della Scozia, circondate da splendidi giardinetti con panchine e tavolinetti per il pic-nic. Per i fan di Outlander, il castello è apparso nell’ultima puntata della prima stagione come ambientazione del monastero in cui i due protagonisti si rifugiano dopo la fuga dalla prigione di Wentworth.

Al termine della visita suggerisco di percorrere un tratto del Fife Coastal Path, un percorso di quasi 200 Km che si snoda lungo l’intera costa della regione. Attraverserete così una spiaggia sabbiosa, una zona con alcuni resti di rifugi e studi di ricerca militari in uso durante il primo conflitto mondiale per poi arrivare nella baia di Aberdour. Da qui avrete una vista panoramica del fiordo ed all’orizzonte potrete ammirare lo skyline di Edimburgo.

Per ulteriori approfondimenti: https://checkinblog.it/cosa-vedere-aberdour-fife-scozia-outlander/.

Il modo migliore per arrivare a Aberdour da Edimburgo è il treno, il viaggio dura tra i 30-35 minuti.

Visita del Castello di Aberdour nel Fife (Scozia)

 

12) Stirling, Central Lowlands

Non si può poi non prevedere una gita a Stirling, una città molto importante dal punto di vista storico e crocevia tra la Scozia meridionale e le selvagge Highlands.

L’attrazione principale è il celebre castello, che per la sua collocazione in cima alla collina ricorda un po’ quello di Edimburgo. La fortezza fu al centro di molte vicende scozzesi, ad esempio i Re e le Regine venivano incoronati qui, e fu teatro di numerosi assedi a partire dalle Guerre di Indipendenza Scozzesi fino all’assalto fallito da Bonnie Prince Charlie nel 1746.

Oggi il castello è gestito da Historic Scotland ed è uno dei luoghi più visitati dai turisti. Motivo per il quale è consigliato acquistare i biglietti d’ingresso online in modo così da saltare la coda sul posto. Segnalo inoltre che è incluso nella tessera turistica Explorer Pass, la quale consente l’ingresso prioritario (come anche per quello di Edimburgo).

Il mezzo più comodo per raggiungere Stirling da Edimburgo è il treno, il viaggio dura poco meno di un’ora. Altrimenti, è possibile visitare questa località durante l’escursione organizzata in italiano a St Andrews.

Da segnalare appena a nord di Stirling il National Wallace Monument, un’imponente torre innalzata per commemorare l’eroe scozzese.

Visita del Castello di Stirling - Escursione da Edimburgo

 

13) Glasgow

È la città più popolosa della Scozia nonché sua capitale economica. Offuscata dalla fama e dal fascino di Edimburgo, in molti non la considerano oppure la usano soltanto come breve pausa durante il viaggio on the road.

In realtà, Glasgow ha molto da offrire, specie dal punto di vista culturale, e negli ultimi anni si è riscoperta meta turistica non più “mordi e fuggi”. Il mio suggerimento sarebbe quello di dedicarvici almeno 48 ore. Se invece avete soltanto un giorno a disposizione, allora direi di seguire questo itinerario e di approfittare dei bus turistici Hop-on Hop-off che fermano nei pressi delle varie attrazioni:

  • George Square;
  • Cattedrale e The Necropolis;
  • West End e Kelvingrove Museum.

Nel blog ho dedicato un’intera sezione a questa città che personalmente adoro poiché è poco turistica e molto autentica, senza contare che i suoi abitanti sono super accoglienti: https://checkinblog.it/category/scozia-da-vedere/glasgow/.

Essendo le due città più importanti della Scozia, i collegamenti in autobus e treno sono molto frequenti nell’arco dell’intera giornata, i primi sono operativi addirittura 24/24 ed offrono oltre 50 corse giornaliere. Inoltre, è una delle tappe del tour in italiano da Edimburgo ai Loch Lomond e Katrine.

Il Kelvingrove Park di Glasgow - Check-in blog di Stefano Bagnasco

 

14) St Andrews, Fife

Si ritorna nel Fife per visitare una delle località più famose della Scozia e non solo. St Andrews difatti è la capitale mondiale del golf ed è la sede di una delle Università più prestigiose del Regno Unito.

Il centro storico è piccolino e lo si gira tranquillamente a piedi. Dopo aver fatto tappa all’Old Course, uno dei campi da golf più noti al mondo, vale la pena poi visitare i resti del castello e soprattutto della Cattedrale di St Andrews, principale centro religioso del paese prima che venisse praticamente distrutto dai seguaci riformisti di John Knox.

La cittadina del Fife è raggiungibile da Edimburgo sia in treno che in autobus. Nel primo caso, la stazione più vicina è quella di Leuchars, situata a circa 10 Km e collegata a St Andrews da taxi e bus navetta. Nel secondo caso, la compagnia Stagecoach East Scotland effettua collegamenti diretti – linea X59 – impiegando circa 2 ore a tratta.

Il mio articolo: https://checkinblog.it/cosa-vedere-a-st-andrews-fife-scozia/.

Segnalo che St Andrews è una delle tappe previste del tour giornaliero in italiano a Stirling ed in una distilleria.

Escursione da Edimburgo a St Andrews coi mezzi pubblici (Scozia)

 

15) Traquair House, Scottish Borders

Nella regione degli Scottish Borders, regione situata tra Edimburgo e l’Inghilterra, nel piccolo villaggio di Innerleithen sorge la Traquair House, la casa abitata più antica di Scozia.

La sua storia infatti inizia addirittura attorno al 1107 e, a partire dal 1491, è di proprietà della famiglia Stuart. Ecco perché è stata visitata da 27 sovrani scozzesi, inclusi Maria Stuarda e Bonnie Prince Charlie.

La visita degli ambienti interni consente di scoprire cimeli e documenti legati ai proprietari ma anche ad alcuni dei Re della dinastia. Il tour non può dirsi concluso senza una passeggiata negli ampi giardini che circondano l’edificio e soprattutto senza la degustazione della birra Traquair Ale, prodotta nel birrificio locale risalente a 300 anni fa e riscoperto (fortunatamente) negli anni ’60 del secolo scorso.

Inoltre, chi desidera vivere un’esperienza da sogno può dormire in una delle tre camere a regime B&B situate all’interno della tenuta.

Per arrivare a Traquair House da Edimburgo bisogna prendere l’autobus 62 di Borders Buses e scendere a Innerleithen. Da lì, si può prendere un taxi oppure camminare per 25-30 minuti lasciandosi la cittadina alle spalle ed attraversando il bosco che conduce all’ingresso.

Traquair House, la casa abitata più antica di Scozia

Questi sono i luoghi che si possono visitare nei dintorni di Edimburgo ed in cui sono stato personalmente a partire dal primo viaggio in Scozia fatto nel 2013. La lista è soltanto parziale, lo modificherò se e quando avrò modo di fare altre escursioni dalla capitale. Per concludere vi lascio alcuni siti internet che potrebbero esservi utili per l’organizzazione:

 

(Visited 9.739 times, 4 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

24 nov – 8 dic: Stirling, Loch Katrine, Falkirk e Edimburgo –> #checkinScozia

22 gen-1 feb: Madrid, León e Ponferrada –> #checkinCyL e #checkinMadrid

30 marzo-8 aprile: Aberdeenshire –> #checkinScozia

9-22 giugno: Oban e Fort William –> #checkinScozia

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!