Vista panoramica delle cime dell'Ötztal dalla Wetterkreuz - Oetz, Tirolo

Valle dell’Ötztal (Tirolo), cosa fare e vedere in 5 giorni tra trekking, cascate, laghi alpini e location di 007

Situata a sud-ovest di Innsbruck e circondata dalle Alpi Venoste e dello Stubai, la valle dell’Ötztal si estende al confine tra Austria e Italia. Difatti, il valico alpino del Passo del RomboTimmelsjoch in tedesco – sorge ad un’altitudine di 2.474 m e mette in comunicazione il Tirolo all’Alto Adige (Val Passiria, provincia di Bolzano).

Rinomata per i suoi comprensori sciistici che comprendono quasi 400 km di piste, l’Ötztal è una meta ideale anche in estate grazie alla miriade di itinerari che si snodano nella natura incontaminata lungo centinaia di chilometri adatti sia ad escursionisti che mountain bike. Inoltre, è il luogo perfetto anche per gli appassionati di arrampicata, rafting e canyoning. Queste sono alcune delle tante attività outdoor che si possono praticare ad esempio nell’Area47, considerata il più grande parco divertimenti di questo genere in tutta Europa (biglietti acquistabili da casa con cancellazione gratuita in questa pagina). Esso si trova nella località di Oetztal-Bahnhof, a circa 3 Km dalla stazione ferroviaria che collega la valle ad Innsbruck.

 

Informazioni e suggerimenti per organizzare una vacanza nell’Ötztal in Tirolo 

Il suo nome può suonarvi familiare – o almeno così è stato nel mio caso – per via di Ötzi, la mummia risalente circa al 3300 a.C. che venne scoperta nel 1991 vicino al Rifugio Similaun, già però in territorio italiano. Essa è conservata al Museo delle Scienze Naturali di Bolzano mentre nell’Ötztal, per la precisione a Umhausen, è stato ricreato il “Villaggio di Ötzi” nel quale i visitatori – grandi e piccini – possono immergersi nella vita quotidiana degli abitanti che popolavano la valle 5.000 anni fa.

Basandomi sulla mia esperienza ho deciso di suddividere l’articolo secondo i seguenti argomenti:

  • come raggiungere l’Ötztal;
  • come spostarsi in autobus;
  • dove pernottare;
  • come risparmiare con la Ötztal Card;
  • il mio itinerario di 5 giorni.

 

Come arrivare nell’Ötztal dall’Italia in auto oppure con i mezzi pubblici 

Oltre al Passo del Rombo che la collega alla provincia autonoma di Bolzano, l’altro accesso stradale principale è l’A12 da/per Innsbruck.

Per chi come me preferisce invece lasciare l’auto a casa, dalla stazione ferroviaria di Ötztal Bahnhof ubicata a fondovalle arrivano/partono i treni per Innsbruck Hbf. Vengono effettuate 2-3 corse all’ora ed il trasferimento dura tra i 20-50 minuti circa a seconda del numero di fermate previste. Da Innsbruck sono poi operativi tutto l’anno i collegamenti ferroviari da/per Verona Porta Nuova (ed altre stazioni italiane) con durata di poco superiore alle 3h 30 min. Per maggiori informazioni vi rimando al sito internet delle ferrovie austriache ÖBB.

 

Come esplorare l’Ötztal in autobus

Diverse linee d’autobus collegano la stazione ferroviaria di Ötztal con i vari comuni della valle fermando in centro e nei pressi degli impianti di risalita. I possessori della Ötztal Card possono usufruirne gratuitamente con viaggi illimitati a partire dal secondo giorno di permanenza (ne parlo meglio tra poche righe).

Piccolo suggerimento per risparmiare. Potete comprare sul sito delle ferrovie austriache un biglietto cumulativo da Innsbruck alla vostra località d’arrivo (nel mio caso Oetz Gemeindeamt). Esso ha validità di 2 ore a partire dall’orario della prima tratta indicata, ad esempio Innsbruck->Ötztal Bahnhof, e costa leggermente meno rispetto all’acquisto dei viaggi singoli.

Gli autobus da Ötztal Bahnhof partono dalla piazza antistante la stazione (Vorplatz) e prevedono uno spazio apposito riservato alle bici. Per controllare orari e percorsi in tempo reale consiglio di consultare il servizio Scotty di ÖBB (disponibile in tedesco/inglese) e di scaricare la relativa app per smartphone.

Negli uffici turistici sono disponibili inoltre le brochure con tutte le informazioni utili sulle varie linee del trasporto pubblico locale.

 

Dove conviene pernottare

L’offerta ricettiva dell’Ötztal è davvero ampia con hotel, appartamenti e pensioni in grado di soddisfare le esigenze di chiunque. Date le escursioni che avevo programmato di fare ho deciso di pernottare a Oetz, paese distante meno di 10 Km dalla stazione ferroviaria e quindi base perfetta sia per arrivare da Innsbruck che per spostarsi in valle.

Per la ricerca dell’alloggio suggerisco di affidarvi alla pagina web dell’Ente del Turismo del Tirolo poiché tramite essa potete visualizzare tutte le strutture presenti in zona. Al contrario, ho notato che ve ne sono molte meno disponibili su siti classici come Booking o Tripadvisor. Ho pernottato all’Alpenhotel Oetz, albergo due stelle a conduzione familiare situato in centro Oetz a 5 minuti dalla fermata dell’autobus. Approfittando di tariffe insolitamente vantaggiose per il periodo (prima metà di luglio) ho optato per il regime di mezza pensione spendendo 56€ al giorno.

Alloggi economici in Tirolo: Alpenhotel Oetz (Ötztal)
Camera singola all’Alpenhotel di Oetz

Il buffet della colazione viene servito al primo piano, tutte le mattine a partire dalle 07:30. Per chi ha inclusa la cena (dalle 18:30 alle 20:30), al vostro tavolo troverete il menù giornaliero nel quale scegliere il piatto principale. Oltre ad esso, le altre portate previste sono un antipasto di verdure che si può “comporre” liberamente dal buffet in sala, una zuppa ed il dolce. Le bevande si ordinano al momento e vanno pagate il giorno del check-out. Tra le pietanze che ho assaggiato e degne di nota vi sono sicuramente i Käsespätzle, i tipici gnocchetti al formaggio, e l’immancabile Strudel.

La mia camera era una singola con bagno privato e terrazzo dal quale godevo di un fantastico panorama su Oetz e dintorni. Gli arredi erano semplici, alcuni un po’ datati ma comunque tutto molto pulito.

Per ulteriori dettagli e prenotazioni: Alpenhotel Oetz.

Hotel con colazione inclusa nella valle dell'Ötztal (Tirolo austriaco)
Colazione a buffet all’Alpenhotel di Oetz

 

L’Ötztal Card ed i suoi vantaggi

È la tessera pensata per tutti coloro che desiderano approfittare al massimo dei servizi e delle attrazioni della valle tirolese. Sono disponibili per 3, 7 o 10 giorni con tariffe distinte per adulti e bambini e si possono acquistare in oltre 60 punti vendita distribuiti tra le varie località della zona.

Il suo vantaggio più evidente è il risparmio poiché i suoi possessori hanno diritto a:

  • viaggi illimitati sui bus urbani ed accesso gratuito (sempre in bus) al Passo del Rombo ed al ghiacciaio del Rettenbach;
  • salita e discesa (una per tratta al giorno) su funivie e seggiovie dell’Ötztal;
  • ingressi gratis a piscine, spa, Area 47 e musei.

In questa pagina trovate tutti i servizi inclusi ed inoltre potete procedere con l’acquisto online.

 

I luoghi dell’Ötztal da non perdere, idee con 5 giorni a disposizione

Escludendo la prima giornata, trascorsa interamente in viaggio dall’Italia, ho sfruttato appieno il tempo per visitare l’Ötztal e scoprirne così alcune delle sue bellezze naturali più famose, in particolare nei dintorni di Oetz. Il programma ha previsto escursioni ad alta quota, passeggiate e relax attorno a laghi alpini, una cascata ed un’installazione cinematografica ad oltre 3.000 m di quota.

 

1. Acherkogel, Oetz

La prima uscita mi ha portato al comprensorio sciistico di Hochoetz, che in estate viene “preso d’assalto” da escursionisti di vario livello che si fanno strada rispettosamente tra pecore e mucche al pascolo, le vere padrone di casa.

La funivia Acherkogelbahn si trova appena fuori il centro abitato di Oetz, vi si arriva comodamente in autobus oppure a piedi (10-15 min circa dal centro). Il dislivello è importante, si parte infatti dagli 820 m del paese per arrivare a quota 2.020 m, e viene coperto in circa 20 minuti. Le tariffe sono 18,50€ per adulto e 10€ per bambini (a/r), più basse invece per solo una delle due tratte. Per chi ha la Ötztal Card il servizio è gratuito.

Una volta arrivati in cima, nei pressi della stazione vi sono un ristorante panoramico ed un’estesa area giochi per bambini con installazioni ed attività di vario tipo che rendono l’Acherkogel una meta perfetta per le famiglie.

Escursioni per famiglie nella valle dell'Ötztal in Tirolo - Acherkogelbahn, Oetz
Lago ed area giochi per bambini – Acherkogel

La meta più popolare tra i camminatori è senza dubbio la Wetterkreuz, una vetta panoramica a quota 2.591 m dominata da una croce a tre braccia. Vi si arriva in circa 2 ore con un dislivello che si aggira intorno ai 550 metri. Il sentiero più battuto è quello che, lasciata la stazione della funivia alle spalle, raggiunge il rifugio Bielefelder Hütte (2.112 m) per poi inerpicarsi lungo il crinale fino al punto d’arrivo. La fatica verrà ripagata dalla vista a 360° che si apre sulle montagne circostanti, molte delle quali innevate e che passano i 3.000 m di altezza.

Camminate panoramiche in Tirolo - Acherkogel, Ötztal
In cammino verso Wetterkreuz
Vista panoramica delle cime dell'Ötztal dalla Wetterkreuz - Oetz, Tirolo
Cime innevate e Wetterkreuz (sulla destra)

 

2. Piburger See, Oetz

La seconda giornata l’ho trascorsa nelle immediate vicinanze di Oetz, esplorando il territorio che si estende attorno al Piburger See (uno dei più suggestivi del Tirolo). Questo rinomato lago balneabile nonché simbolo dell’Ötztal è situato a 900 m di quota ma ciò nonostante d’estate la temperatura dell’acqua raggiunge i 24 gradi, ecco quindi spiegata la presenza sulla sponda sud-orientale di uno stabilimento balneare.

Vacanza in Tirolo: 5 giorni nella valle Ötztal - Piburger See
Piburger See

La pesca è consentita, con licenza ottenibile presso il comune di Oetz, così come le immersioni subacquee. È altresì possibile il noleggio delle barche mentre presso i ristoranti della zona (frazione di Piburg) si possono assaggiare le specialità locali. Lo specchio d’acqua è immerso nel verde, all’interno di un’area protetta che accoglie svariate rare specie animali e vegetali.

I dintorni del Piburger See sono attraversati da una rete di sentieri che, snodandosi prevalentemente all’interno della foresta, conducono a piattaforme panoramiche, ad un altro lago molto suggestivo (Habicher See) ed a luoghi dove è possibile ammirare da vicino la forza erosiva dell’acqua e comprendere come essa abbia modificato il paesaggio nel corso dei millenni. Parlo dettagliatamente di tutto ciò nel seguente articolo.

Cosa vedere nell'Ötztal (Tirolo) - Lago di Piburger See e dintorni
Il fiume Ötztaler Ache nei pressi di Oetz

 

3. Stuibenfall, Umhausen

Un’altra meta molto popolare della Ötztal è la Stuibenfall, che coi suoi 159 m d’altezza è la cascata più alta del Tirolo. Si trova nel comune di Umhausen, distante una quindicina di minuti in autobus da Oetz. A tal proposito, la maniera più semplice per arrivarvi è scendere alla fermata Umhausen Feuerwehr e da lì proseguire a piedi per circa 700 m fino al parcheggio Bischofsplatz, punto di partenza dell’escursione.

La prima parte del percorso conduce anche all’attrazione Ötzi-Dorf (Villaggio di Ötzi) della quale ho accennato qualcosa all’inizio dell’articolo. Dopodiché, la strada sterrata si inerpica nel bosco costeggiando il fiume e, quando il rumore dell’acqua si farà più intenso, ciò significa che si è davvero vicini alla cascata.

Per contemplarla però davvero a pochi centimetri di distanza bisogna attraversare un ponte sospeso di 80 m e quindi salire gli oltre 700 scalini della piattaforma che è stata costruita al suo fianco e che raggiunge il punto di partenza. Si ha così modo di farsi un “bagno rigenerante” approfittando delle immense nuvole d’acqua scatenate dalla cascata polverosa (questo è il significato della parola Stuibenfall). Ciò è anche terapeutico poiché infatti studi scientifici hanno dimostrato che l’esposizione prolungata alle particelle liquide ha effetti positivi sulla salute, in particolare per le persone che soffrono d’asma.

Suggerisco di dedicare alla cascata una mezza giornata, se intendete visitare anche Ötzi Dorf allora conviene fermarsi qualche ora in più.

Attrazioni naturali dell'Ötztal: cascata Stuibenfall a Umhausen, la più grande del Tirolo
Stuibenfall e ponte sospeso-passerella sul lato destro

 

4. Lo 007 Elements e Gaislachkogel, Sölden

Essendo appassionato della Coppa del Mondo di sci alpino, da tempo sognavo di venire a Sölden per poter ammirare il ghiacciaio del Rettenbach dove ogni anno a fine ottobre si svolge la gara inaugurale della stagione. D’altronde, la località dell’Ötztal è l’unica area sciistica dell’Austria a poter vantare 3 cime oltre i 3.000 m, ossia i famosi BIG3: Gaislachkogl (3.058 m), Tiefenbachkogl (3.250 m) e Schwarze Schneid (3.367 m).

Per l’escursione che vi propongo – a cui ho dedicato questo articolo specifico – si può prendere l’autobus e scendere alla fermata Gaislachkogelbahn Talstation (circa 50’ da Oetz). La Gaislachkogelbahn è un moderno impianto composto da due funivie che copre un dislivello di quasi 2.000 m in 15 minuti circa. Si parte infatti dal paese a 1.363 m per raggiungere la stazione intermedia a quota 2.174 m, infine si arriva in cima a 3.040 m d’altezza.

Vetta Gaislachkogel a Sölden - Ötztal, Austria
Panorama dal Gaislachkogel

Qui, inaugurata il 12 luglio 2018, potrete visitare l’installazione cinematografica 007 Elements, dedicata a James Bond. Un luogo unico al mondo realizzato in seguito alla scelta di Sölden come location di alcune scene del fim Spectre” con Daniel Craig, uscito all’inizio del 2015. Se per caso vi siete persi questo capitolo della saga dell’agente segreto più famoso al mondo potete acquistarlo su Amazon.

Il museo è parzialmente nascosto alla vista poiché in gran parte si trova sottoterra, nelle sale al suo interno vengono proiettati filmati relativi sia alla pellicola ambientata a Sölden che ad alcuni dei più celebri capitoli precedenti. Si possono poi osservare la carcassa dell’aereo ed il laboratorio con tutti gli “attrezzi del mestiere” di James Bond. Volgendo invece lo sguardo al di là delle vetrate la vista si apre sulle vette innevate e la strada percorribile in estate che porta al ghiacciaio del Rettenbach.

Per ulteriori dettagli, anche riguardanti prezzi ed orari di apertura, vi rimando al sito internet di 007 Elements.

Museo "007 Elements" dedicato a James Bond a Sölden - Ötztal, Tirolo
Visita del museo dedicato a 007 sul Kaislachkogel

Per completare l’esperienza vale la pena consumare un drink oppure pranzare presso l’”ICE Q”, un ristorante gourmet a quota 3.048 m con panorama a 360° su Sölden e dintorni. Il servizio è celere e cortese, il menù è ricercato ed accompagnato da carta con vini di qualità top, i prezzi sono un po’ superiori alla media ma giustificati dalla location particolare.

La funivia è gratuita per i possessori della Ötztal Card. Per quel che riguarda il museo, sono disponibili ingressi standard oppure cumulativi che includono la salita/discesa con la Gaislachkogelbahn e la visita, che si svolge secondo fasce orarie (9, 11 e 13). Questa seconda tipologia di biglietti è acquistabile in anticipo da casa con cancellazione gratuita fino alle 24 ore precedenti. Per tutte le informazioni potete consultare questa pagina.

Ristorante "Ice Q" in cima al Kaislachkogel (3.048 m) - Sölden, Ötztal
Tagliere di formaggi al Ristorante “Ice Q”
(Visited 62 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali