Vacanza a Neustift, nel cuore della Stubaital (Tirolo): itinerario di 6 giorni

Valle di Stubai (Tirolo), itinerario per una vacanza di 6 giorni tra natura, trekking, cascate e ghiacciaio

La vacanza in Tirolo è il mio appuntamento fisso del mese di luglio. E così, dopo aver visitato l’Ötztal (l’articolo completo è disponibile qui), è stata la volta della vicina Stubaital.

Questa valle ai piedi delle Alpi dello Stubai si trova circa 20 Km a sud-ovest di Innsbruck e la si raggiunge tramite il famoso Europabrücke che, coi suoi 190 m di altezza, risulta essere uno dei ponti più alti d’Europa. I centri abitati principali sono Schönberg, Mieders, Telfes, Fulpmes e Neustift.

Nell’articolo vi fornisco una serie di informazioni utili basandomi sulla mia esperienza, in particolare:

  • come arrivare
  • dove pernottare
  • come risparmiare
  • cosa fare nei comprensori sciistici aperti in estate

 

 

 

 

 

Mini guida per organizzare una vacanza nella Valle di Stubai

Vacanze attive immerse nella natura, alpinismo, arrampicata, mountain bike, parapendio, laghi di montagna, percorsi tematici, parchi ed attività dedicate a famiglie con bambini. L’offerta turistica della Stubaital è assai variegata ed è illustrata dettagliatamente nel sito internet dedicato (in italiano).

 

 

 

Come arrivare nella Stubaital

Per chi viaggia in auto dall’Italia, l’autostrada A22 del Brennero è senza dubbio la maniera più comoda per arrivare a destinazione. Una volta passato il confine, si prosegue sull’A13 verso Innsbruck prendendo poi l’uscita per Schönberg, il primo comune della vallata (26 Km dal passo del Brennero).

Detto ciò, la Stubaital è facilmente raggiungibile anche coi mezzi pubblici e quindi è la meta perfetta per chi, come il sottoscritto, preferisce lasciare l’auto a casa.

Gli Eurocity ÖBB garantiscono collegamenti giornalieri da Verona Porta Nuova, Trento, Bolzano a Innsbruck. Una volta scesi alla stazione di Innsbruck Hbf avete tre possibilità:

  • viaggio panoramico in tram fino a Fulpmes;
  • autobus 590 che ferma in tutte le località della valle fino allo Stubaier Gletscher;
  • trasferimento privato (ad esempio con Four Seasons Travel).

 

Ne approfitto per consigliarvi di scaricare sul proprio smartphone l’app ÖBB Scotty, che consente di pianificare in tempo reale i vostri spostamenti sul territorio austriaco.

 

 

 

Dove pernottare nella Stubaital

L’offerta ricettiva è ampia, in grado di soddisfare le esigenze di ogni tipo di viaggiatore. Come base ho optato per Neustift, il paese più grande della valle. È un bella località molto tranquilla, situata ad un’altitudine di 1.000 m e punto di partenza di sentieri verso le luoghi circostanti, rifugi e vette alpine. Nelle giornate limpide si possono ammirare la cima caratteristica del monte Elfer (2.505 m) mentre, all’orizzonte, si staglia il ghiacciaio.

Per trovare l’alloggio ideale sconsiglio di usare i motori di ricerca tradizionali perché molte strutture, specie quelle più piccole, non vi compaiono. Molto meglio quindi cercare sulla pagina web dell’ente del turismo locale oppure direttamente su Google Maps.

Alla fine, la mia scelta è ricaduta sulla Pension Kristall, situata a pochi passi dal centro del paese e vicina quindi a ristoranti, bar, negozi e supermercato. Inoltre, si trova a 2 minuti a piedi dalla fermata dell’autobus 590 Neustift Ortsmitte – ed a 10 minuti dalla stazione della funivia Elferbahnen.

Alloggi economici nella Stubaital (Tirolo austriaco): Pension Kristall
Camera doppia ad uso singola – Pension Kristall, Neustift (Stubaital)

Anche il prezzo è ottimo (36-39€ a notte per la singola). Dato quanto speso, il soggiorno è stato decisamente soddisfacente. Ho pernottato in una camera spaziosa, con bagno privato e vista sulla catena montuosa dell’Elfer. La colazione a buffet (inclusa nel prezzo) è disponibile tutti i giorni, dalle 7:30 alle 9. Il mazzo di chiavi fornito al momento del check-in consente di spostarvi in piena libertà, anche perché alla reception solitamente non c’è nessuno. Il personalmente è ovviamente raggiungibile telefonicamente in caso di necessità.

Vi segnalo che il pagamento è previsto soltanto in contanti, una consuetudine ancora piuttosto diffusa in Tirolo, oppure in anticipo con bonifico bancario.

 

 

 

Come risparmiare in vacanza

Al momento del check-in in albergo, tutti gli ospiti ricevono gratuitamente la Stubai Super Card. Essa è valida per l’intero soggiorno, compresi pertanto i giorni di arrivo e partenza, ed offre una serie di vantaggi:

  • viaggi illimitati su tram e autobus tra Innsbruck ed i comuni della valle (basta mostrarla al conducente non appena saliti a bordo);
  • uso giornaliero degli impianti di risalita di Mieders, Fulpmes e Neustift (potete andare direttamente ai tornelli senza passare dalla biglietteria);
  • uso della funivia del Ghiacciaio dello Stubai.

 

Inoltre, la tessera fornisce sconti per attività, attrazioni e luoghi di interesse della Stubaital. L’elenco completo è consultabile nel foglio informativo che viene consegnato assieme alla card.

È altresì possibile ricevere il voucher per il trasferimento gratuito da Innsbruck al vostro alloggio il giorno dell’arrivo. Per saperne di più potete contattare via email la struttura dove pernotterete.

Vacanza a Neustift, nel cuore della Stubaital (Tirolo): itinerario di 6 giorni
Vista panoramica di Neustift – Valle di Stubai, Austria

 

 

 

Cosa fare e vedere nella Valle di Stubai

Sono arrivato nel primo pomeriggio del martedì per poi ripartire la domenica verso sera. Ho avuto perciò tempo di esplorare gran parte del territorio e, da buon camminatore, di percorrere molti chilometri della rete escursionista locale.

Dato il mio interesse per l’escursionismo, l’itinerario proposto nelle prossime righe si snoda tra i comprensori sciistici della zona ed i sentieri liberamente percorribili nella stagione estiva. Fortunatamente, il meteo mi è stato quasi sempre amico.. 🙂

Ecco un breve riassunto di quanto fatto e visto, le descrizioni complete sono consultabili nei singoli articoli dedicati.

 

 

 

1° giorno: Elferbahnen (Neustift)

Si parte dalla stazione della funivia situata ai margini del centro di Neustift e si sale fino a 1.812 m di quota. Qui si trovano un ristorante, l’area riservata al lancio dei deltaplani e dei parapendii, la meridiana in legno più grande delle Alpi percorribile a piedi.

Attrazioni per bambini nella Valle di Stubai in Tirolo: orologio solare a Neustift
La meridiana in legno più grande delle Alpi – Elferbahnen, Neustift (Stubaital)

Inoltre, è il punto di partenza di numerose vie segnalate per malghe e cime. L’escursione più popolare è quella che conduce sul monte Elfer – 2.505 m – passando per il rifugio Elferhütte a 2.080 m di altezza.

Proprio l’Elfer è una delle “7 cime dello Stubai” – Seven summits of Stubai –che a causa della sua forma e composizione ricorda molto le Dolomiti. Da sempre è stata una delle mete predilette dagli scalatori e ancora oggi si può raggiungere il punto più alto tramite vie ferrate (per esperti).

L’itinerario più semplice è quello seguito anche da me e, partendo dalla stazione a monte, dura circa 2h 30m. È una camminata piuttosto impegnativa per quel che riguarda lo sforzo fisico, specie il tratto finale comprensivo anche di un breve passaggio assicurato con corde. Non è comunque proibitiva, a patto di avere una minima propensione all’escursionismo montano. Data la superficie ghiaiosa, suggerisco di avere con sé i bastoncini, in modo tale da avere una maggiore stabilità evitando di scivolare nei punti con maggiore pendenza.

L’articolo completo dedicato all’escursione sull’Elferbahnen è disponibile qui.

Trekking sul Monte Elfer da Neustift - "7 Summits of Stubaital" in Tirolo
Sentiero verso il M.te Elfer (2.505 m) – Elferbahnen, Neustift

Da considerare il meteo, che può variare anche rapidamente a queste latitudini. Nuvole e nebbia hanno condizionato la visibilità in diversi punti, dovendo prestare quindi ancora più attenzione.

 

 

 

2° giorno: Serlesbahnen (Mieders)

Le condizioni meteorologiche non sono ottimali neanche l’indomani, ciò nonostante prendo l’autobus che da Neustift arriva al paese di Mieders (960 m).

La funivia Serlesbahnen sale a quota 1.600 m e la stazione sorge adiacente al ristorante ed alla estesa area giochi per bambini che include dei laghetti artificiali con una serie di dighe e chiuse. Si può seguire poi il semplice percorso circolare che costeggia gli specchi d’acqua per salire sulla piattaforma panoramica Koppeneck. Purtroppo, a causa della nebbia, non ho potuto godere della vista a 360° che offre delle Alpi dello Stubai.

Il sentiero più battuto è quello che in un’ora conduce al Santuario di Maria Waldrast, situato a 1.641 m e considerato come uno dei luoghi di pellegrinaggio più alti d’Europa. Vi si arriva in totale tranquillità seguendo le indicazioni lungo la strada forestale. L’alternativa ancora più comoda è il trenino Serles (a pagamento) che lo collega alla stazione a monte della funivia.

L’articolo completo è disponibile tramite questo link.

Luoghi di interesse a Mieders (Stubaital): Santuario di Maria Waldrast
Santuario di Maria Waldrast – Valle di Stubai, Tirolo

 

 

 

3° e 4° giorno: Schlick 2000 (Fulpmes)

Tra quelli visitati, questo è il comprensorio che mi è piaciuto di più. Offre infatti oltre 65 Km di sentieri e difatti vi ho dedicato due giorni (l’itinerario completo è disponibile in questo articolo).

La funivia parte da Fulpmes, a quota 1.000 m, e ferma alla stazione intermedia a circa 1.350 m. Dal rifugio Bruggeralm (1.362 m) ho seguito il “percorso dei dischi” rivolto alle famiglie per giungere al lago Panoramasee, sul quale si riflettono le cime dolomitiche della catena Kalkkögel.

Da qui proseguo sul sentiero – oppure percorrendo la strada sterrata parallela – fino allo Schlickeralm, uno splendido rifugio a 1.645 m con parco giochi per bambini e circondato da animali al pascolo. Una suggestiva e tranquilla passeggiata da fare immersi nel silenzio della natura, interrotto solamente dai campanacci delle mucche.

Escursioni nella Valle di Stubai (Tirolo): rifugio Schlickeralm a 1.645 m di quota
Rifugio Schlickeralm – Valle di Stubai, Tirolo austriaco

Il giorno seguente, finalmente soleggiato, sono di nuovo a Fulpmes e riprendo la funivia, questa volta fino alla stazione sul monte Kreuzjoch, a 2.136 m di quota.

Assolutamente da non perdere il percorso panoramico Stubaiblick che, completamente accessibile, in circa 15 minuti a piedi conduce alla piattaforma protesa sulle Alpi dello Stubai con una vista che si estende fino alle vette della Zillertal.

—> Escursioni da fare nella Zillertal <—

Tornato nei pressi della stazione della funivia, prendo il sentiero diretto verso il Sennjochhütte costeggiando sulla sinistra la croce posta sulla vetta del monte Kreuzjoch. Il percorso, sempre in ascesa, segue la cresta passando una serie di bivi. La mia prossima meta è il monte Niederer Burgstall (2.436 m), una salita non particolarmente impegnativa ma che regala stupendi scorci della vallata e del ghiacciaio dello Stubai situato davanti a me.

Dalla cima si riesce a scorgere la croce installata sul vicino Hoher Burgstall (2.611 m), un’altra delle “7 Summits of Stubai”. Questo imponente massiccio calcareo situato all’estremità sud-occidentale del Kalkkögel è un autentico belvedere naturale sulla Stubaital e la catena alpina che separa Austria e Italia. Posso individuare anche quasi tutto il percorso che ho fatto in circa 2 ore partendo dalla stazione della funivia.

Per tornarvi decido di chiudere l’anello passando per il rifugio Starkenbürger Hütte, situato a 2.237 m d’altezza. Per l’escursione completa ho impiegato 4 ore abbondanti, tenetelo a mente considerando gli orari di chiusura degli impianti di risalita/discesa.

"7 Summits of Stubai" - Trekking sul monte Hohe Burgstall dalla funivia Schlick 2000 (Fulpmes)
Panorama sul ghiacciaio dello Stubai dalla cima del M.te Hoher Burgstall (2.611 m) – Tirolo, Austria

 

 

 

5° giorno: ghiacciaio dello Stubai e cascata Grawa-Wasserfall

L’ultimo giorno è dedicato all’attrazione principale della Stubaital, ovvero il suo ghiacciaio. Meta prediletta tra gli sciatori durante la lunga stagione invernale, d’estate è preso d’assalto da escursionisti più o meno esperti e da coloro che semplicemente desiderano godersi un panorama mozzafiato (letteralmente!).

Mi riferisco infatti alla piattaforma Top of Tyrol, ubicata a 3.210 m di altitudine e ritenuta tra i belvedere più belli del mondo. La vista che offre ha pochi eguali, spazia dalle Alpi dello Stubai alle Dolomiti e si osservano ben 109 vette oltre i tremila. Un telescopio – utilizzabile gratis – consente di individuare le cime di maggior interesse.

Per arrivare alla piattaforma panoramica si prendono tre funivie:

  • da Gamsgarten (1.750 m) a Fernau (2.300 m);
  • da Fernau (2.300 m) a Eisgrat (2.900 m);
  • da Eisgrat (2.900 m) a Schaufeljoch (3.170 m).

 

Notando il dislivello importante, ricordate di procedere con calma in modo da consentire al vostro corpo di abituarsi all’altitudine ed alla minore quantità di ossigeno nell’aria. Calcolate poi i circa 50 scalini da fare per raggiungere il Top of Tyrol dalla funivia.

Ritornando poi nelle stazioni inferiori, famiglie ed escursionisti hanno di che divertirsi tra aree giochi, una grotta di ghiaccio e la rete di sentieri che consente di raggiungere laghi alpini e scendere infine a valle.

Potete leggere l’articolo completo tramite questo link.

Punti panoramici più belli del Tirolo: piattaforma "Top of Tyrol" a 3.210 sul ghiacciaio dello Stubai
Belvedere “Top of Tyrol” – Ghiacciaio dello Stubai, Austria

L’ultima sosta nella Valle di Stubai è ai piedi della cascata Grawa, la più larga delle Alpi Orientali (85 m).

La struttura in legno realizzata tra il 2018-2019 ai suoi piedi è un ottimo punto di osservazione e si presta inoltre a luogo di riposo. Inoltre, le microparticelle rilasciate dalla polvere d’acqua della cascata hanno un effetto benefico per il nostro corpo, in particolare puliscono le vie respiratorie aumentando contemporaneamente la resistenza ai germi patogeni ed alle allergie.

La cascata è una tappa del percorso tematico delle acque selvagge e, per chi ha meno tempo a disposizione, è facilmente raggiungibile in autobus e con mezzo proprio percorrendo poi il sentiero in circa 20-30 minuti.

Escursione alla cascata Grawa vicino a Neustift, la più larga delle Alpi Orientali - Stubaital, Tirolo
Grawa Wasserfall – Valle di Stubai, Tirolo

 

(Visited 98 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali