Select Page

Edimburgo Hogmanay: 4+1 motivi per festeggiare il Capodanno in Scozia

Edimburgo Hogmanay: 4+1 motivi per festeggiare il Capodanno in Scozia

Non ero mai stato all’estero per la fine dell’anno, un po’ per i prezzi astronomici ed un po’ perché non è una festa che sento particolarmente. Tuttavia, quando degli amici svizzeri che non vedi da mesi ti chiamano e ti chiedono:”Perché non festeggiamo assieme il Capodanno in Scozia?”, ecco che allora è difficile resistere alla tentazione. E così ci ritroviamo 3 giorni ad Edimburgo per celebrare Hogmanay, la parola scozzese che identifica l’ultima notte dell’anno.

Ero curioso di assistere dal vivo ad un evento di cui avevo sentito parlare molto e bene, una festa che si contraddistingue da quelle classiche e che ogni anno richiama sempre più turisti da ogni parte del mondo. Ve ne voglio parlare attraverso 4 motivi (+1) per i quali anche voi dovreste festeggiare Capodanno ad Edimburgo.



1 – Hogmanay è una festa unica al mondo

La parola Hogmanay indica l’antica festa che i vichinghi celebravano durante il solstizio d’inverno, solo successivamente è stata poi “spostata” al 31 dicembre. Oggi è il festival di Capodanno più grande d’Europa e richiama decine di migliaia di persone, anche da oltreoceano. La città ospita una serie di eventi (concerti, mostre e persino il bagno nel mare del Nord) che durano 3 giorni, dal 30 fino al 1° di gennaio, soddisfando i gusti di tutti, grandi e piccini. A parte questo, è possibile respirare ancora l’atmosfera natalizia perché i mercatini di Natale in Princes Street sono aperti anche la prima settimana di gennaio. Capodanno a Edimburgo: mercatini di Natale in Princes Street

Il suggerimento è quello di prenotare con molto anticipo sia hotel che aereo, in modo da risparmiare un po’. Allo stesso modo, conviene prenotare i biglietti per gli eventi sul sito di Edinburgh Hogmanay (lì potete vedere l’elenco completo di tutti gli eventi) e poi ritirarli sul posto prima che vadano esauriti.

 

2 – Un fiume di torce per il centro di Edimburgo

L’evento che sancisce l’inizio ufficiale delle celebrazioni di Hogmanay è la Torchlight Procession, ossia la processione di torce che parte dal cuore della Royal Mile ed arriva in cima a Calton Hill. Il corteo è aperto dai vichinghi provenienti dalle remote isole Shetland, mentre un mix di tamburi e cornamuse scandisce il ritmo della marcia delle decine di migliaia di persone che ne prendono parte.

Trovarmi in mezzo a questo fiume di fuoco mi ha fatto vivere sospeso in un’atmosfera surreale. Il momento più emozionante è stato senza dubbio l’arrivo a Calton Hill dove, con tutte le luci spente, solo grazie alle nostre torce potevamo giungere a destinazione. Impossibile poi rimanere impassibili davanti alla fiumana di gente che stava ancora attraversando Princes Street, semplicemente impressionante… Brani popolari scozzesi ed altri decisamente più moderni ma ben “amalgati” hanno fatto da sottofondo fino ai fuochi d’artificio, il secondo momento che mi ha lasciato senza parole. Sì perché, nonostante ne abbia visto parecchi, mai mi era capitato di assistere ad uno spettacolo pirotecnico a 270° accompagnato dai giochi di luce sul National Monument e sul monumento dedicato all’ammiraglio Nelson. Capodanno a Edimburgo (Hogmanay): la Torchlight ProcessionCapodanno a Edimburgo (Hogmanay): la Torchlight Procession giunge a Calton Hill

 

3 – Lo Street Party di Capodanno

Per la notte di S. Silvestro vengono chiuse al traffico le arterie principali del traffico cittadino, ad esempio Princes Street, e vi si accede soltanto con i biglietti della Street Party. Lungo la strada si trovano stand dove acquistare cibo e bevande, mentre i servizi igienici sono dislocati in vari punti dell’area.

A partire dalle 21, all’interno dei Princes Street Gardens si tengono una serie di concerti ma serve un altro biglietto. Poco male, poiché nelle vie laterali di Princes Street vengono allestiti dei palchi dove si alternano band e dj con musica per tutti i gusti. La mia preferita? I Ross Ainslie and Aly Hutton che, tra cornamuse, flauto e chitarre acustiche, mi hanno trasportato nella classica atmosfera magica scozzese.

Non possono mancare i fuochi d’artificio e, come per la sera precedente, ad Edimburgo si fanno le cose in grande. Infatti si può osservare lo spettacolo pirotecnico alle 21, alle 22, alle 23 ed il gran finale alle 24. La location è la migliore in assoluto: i bastioni del Castello di Edimburgo. Il punto ideale per ammirarli è in Princes Street all’altezza di Castle Street, situata praticamente di fronte alla collina su cui sorge la fortezza. Capodanno a Edimburgo: la Hogmanay Street PartyCapodanno a Edimburgo (Hogmanay): fuochi d'artificio dal Castello

 

4 – Gli scozzesi e “Auld Lang Syne”

Hogmanay mostra ancora una volta la grande ospitalità degli scozzesi e la voglia di far festa assieme a tutti i turisti che si ritrovano per le strade ed i pub di Edimburgo. Ed allora, allo scoccare della mezzanotte del 31, ci si augura buon anno abbracciandosi, prima con gli amici e poi coinvolgendo chiunque sia nelle vicinanze. Tutti assieme si canta Auld Lang Syne, il canto dell’amicizia nato qui in Scozia e poi divenuto famoso in tutto il mondo. La festa prosegue con balli e canti improvvisati in ogni angolo delle strade, tutti partecipi e nessuno spettatore. Così, capita che mentre sto parlando con il mio amico svizzero sbuchi una comitiva di ragazzi che, dopo averci fatto gli auguri, ci trascina in una danza poco coordinata ma molto scozzese!



4+1 – Ammirare l’alba del primo giorno dell’anno

Poco importa se si è tornati in albergo a notte inoltrata.. Hogmanay va festeggiato fino all’ultimo! Per i più resistenti vale la pena alzarsi presto (oppure non andare neanche a dormire) per godere la prima alba dell’anno. In realtà non serve fare una levataccia poiché il sole sorge attorno alle 8:45, più che altro dipende da dove volete osservarla.

Il punto migliore, e pure quello più lontano, è la cima dell’Arthur’s Seat, una delle ex colline vulcaniche che si trova nel cuore di Holyrood Park. Da qui si possono scorgere Portobello, la costa scozzese ed il mare del Nord mentre il sole fa capolino all’orizzonte. Io ero salito fin qui nell’estate del 2013, alla fine del mio primo viaggio a Edimburgo, e ricordo di averci impiegato poco più di un’ora.

Un’alternativa valida è Calton Hill, una collina situata a ridosso della New Town. Questa volta ho scelto di venire qui poiché decisamente più comoda da raggiungere rispetto al mio alloggio in zona Haymarket. Purtroppo non si vede il sole sorgere perché la vista è coperta proprio dall’Arthur’s Seat, tuttavia, ammirare il Castello di Edimburgo ed il centro storico illuminati dalle prime luci dell’alba è un’emozione impagabile. Capodanno a Edimburgo: la prima alba dell'anno nuovoCapodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Considerati i tanti video registrati nei giorni trascorsi in città, ho pensato di fare un “collage” e riassumere così i momenti che non potrò mai dimenticare. Ecco cosa ne è venuto fuori 🙂

Spero quindi di avervi convinto a scegliere Edimburgo quale meta per il vostro prossimo capodanno. E così chissà, magari ci incontreremo ad uno dei tanti eventi che si svolgono in città!



(Visited 294 times, 7 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria.
Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

30 novembre-4 dicembre ’17: mercatini di Natale in Tirolo –> #checkinTirolo

12-18 gennaio ’18: Madrid e provincia –> #checkinMadrid

10-16 aprile ’18: Glasgow e Inverness –> #checkinScozia

17-24 maggio ’18: Bilbao e San Sebastian –> #checkinPB

13-23 giugno ’18: Fife e Edimburgo –> #checkinScozia

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!