Come raggiungere Segovia e l'acquedotto romano da Madrid in auto, treno e autobus

Viaggio a Segovia (Spagna centrale), informazioni pratiche su come arrivare da Madrid, dove dormire e dove mangiare tipico

Segovia è il capoluogo di una delle nove province della Castiglia e León e, complice la sua posizione privilegiata al centro della Spagna, è ben collegata sia con Madrid che con altre città della regione.

Nelle prossime righe vi parlo di come raggiungere Segovia coi mezzi pubblici ed in auto, dove pernottare in centro e, infine, quali sono i piatti tipici della zona e dove assaggiarli.

 

 

 

 

 

Come arrivare a Segovia (da Madrid)

La capitale spagnola dista circa 90 Km e, per questo motivo, la città della Castiglia e León è una delle mete preferite tra coloro che desiderano fare un’escursione giornaliera da Madrid.

 

 

 

 

In treno

In questo caso i viaggiatori hanno due alternative.

Dalla stazione di Madrid Chamartín partono i treni dell’alta velocità (AVE) che impiegano circa 30 minuti. Essi arrivano a Segovia Guiomar, a 6 Km dal centro urbano e facilmente raggiungibile grazie agli autobus (linee 11 e 12) che arrivano/partono dal piazzale antistante l’edificio in coincidenza con gli orari ferroviari.

Quella di vostro interesse è soprattutto la n. 11, diretta all’acquedotto di Segovia (orari consultabili qui). Il capolinea è infatti all’altezza della rotonda situata a poche decine di metri dalla Plaza del Azoguejo, punto di partenza ideale per una visita della città con poche ore a disposizione.

La n. 12 invece ferma nei dintorni della stazione degli autobus e può servirvi nel caso siate diretti verso altre località della provincia.

Il biglietto dell’autobus costa 2€ (prezzo aggiornato al marzo 2022) e lo si acquista direttamente dall’autista.

La stazione di Segovia Guiomar è uno snodo importante dell’alta velocità spagnola dato che vi fermano i treni delle linee che attraversano il paese da nord a sud toccando località quali ad esempio A Coruña, Oviedo, Bilbao, León, Salamanca ed Alicante.

L’altra possibilità, più economica ma al tempo stesso più lenta, è utilizzare i treni regionali che percorrono la linea ferroviaria tradizionale. In questo caso, partendo da Madrid (Atocha Cercanías, Nuevos Ministerios oppure Chamartín) si impiegano quasi 2 ore.

La comodità è che la vecchia stazione di Segovia sorge in città, ad una ventina di minuti a piedi dall’acquedotto.

Per confrontare orari e costi dei treni tra Madrid e Segovia e per acquistare i biglietti online vi rimando a questa pagina dedicata.

Come raggiungere Segovia e l'acquedotto romano da Madrid in auto, treno e autobus
Acquedotto romano di Segovia – Castiglia e León, Spagna

 

 

 

 

In autobus

La stazione degli autobus di Segovia è situata a neanche 10 minuti a piedi dal centro storico. È una soluzione più economica rispetto ai treni dell’alta velocità ma i tempi di percorrenza si allungano di circa 50 minuti.

Gli autobus arrivano/partono da Madrid Moncloa, stazione raggiungibile in metropolitana ed ubicata all’interno della medesima area.

Potete vedere orari e prezzi degli autobus in questo sito internet, dove trovate anche quelli dei treni in modo da fare un confronto totale tra i due mezzi di trasporto.

 

 

 

 

In auto

Se noleggiata ad esempio a Madrid, è il mezzo migliore per esplorare la provincia di Segovia. A tal proposito, questi miei articoli potrebbero esservi utili:

 

La superstrada A-6 collega le due città in poco più di un’ora e, nello stesso arco temporale, si arriva a Segovia anche da Ávila e Valladolid.

 

 

 

 

 

Dove dormire a Segovia

Riconosciuta Città Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, Segovia vanta un patrimonio monumentale tra i più importanti di Spagna. Ecco perché, nonostante molti decidano di visitarla in un giorno, in realtà valga la pena soggiornarvi almeno una notte.

Ne spiego il motivo (anzi 7…) in questo articolo che si riferisce alla mia visita fatta nel marzo 2022.

Hotel storici a Segovia: "Exe Casa de los Linajes"
Ingresso dell’Hotel Exe Casa de los Linajes – Segovia, Spagna centrale

Premesso ciò, l’offerta ricettiva è ampia e per tutti i gusti. Io ho pernottato all’Exe Casa de los Linajes”, un hotel a tre stelle della catena Eurostars. La struttura si trova nel centro storico ma comunque in una zona appartata e tranquilla, a 5 minuti a piedi dalla Plaza Mayor ed a 10 min dall’acquedotto.

Rinnovato nel 2015, una parte dell’hotel è stata ricavata all’interno di un palazzo storico riconoscibile per il portone d’ingresso in stile romanico. L’origine dell’edificio è databile al sec. XVI, fatto erigere dalla famiglia Falconi (Linaje in spagnolo significa “casata”) ed in particolare da Carlos, figlio del re di Francia Carlo VII. Egli finanziò, tra l’altro, la costruzione della vicina chiesa di San Esteban.

Migliori hotel dove pernottare a Segovia: Hotel Exe Casa de los Linajes
Sala con camino adiacente alla reception – “Hotel Exe Casa de los Linajes”, Segovia

Le camere, un perfetto mix di tradizione e modernità, si trovano quasi tutte nell’edificio di costruzione più recente. La colazione a buffet è inclusa nel prezzo, inoltre, gli ospiti hanno a disposizione un ristorante ed una palestra.

Il check-in è disponibile a partire dalle 14, il check-out va effettuato entro le 12. La reception è attiva 24/24, la chiave (tessera magnetica) permette comunque l’accesso a qualsiasi orario.

Camera da letto doppia ad uso singola - Hotel Exe Casa de los Linajes, Segovia
Camera doppia ad uso singola – “Hotel Exe Casa de los Linajes”, Segovia

 

 

 

 

 

Dove mangiare bene e tipico a Segovia

La gastronomia segoviana è ricca e rinomata in tutta la regione (e non solo) e perciò non si può andarsene dalla città senza prima aver assaggiato alcune specialità del posto.

Tra i tanti locali presenti mi è stato segnalato la Mesón de Cándido, situato in Plaza del Azoguejo proprio ai piedi dell’acquedotto romano. Non fatevi ingannare dalla posizione “turistica” perché si tratta a tutti gli effetti di un’istituzione di Segovia.

La sua apertura risale alla fine del secolo XIX, negli anni in cui, grazie all’inaugurazione della linea ferroviaria che la unisce a Madrid, l’economia della città inizia finalmente a risollevarsi dopo un lungo periodo di declino. La Mesón de Cándido è uno dei pochi locali superstiti e, ieri come oggi, si trova all’interno di un vecchio edificio con un piccolo porticato all’ingresso e gli ospiti respirano ancora l’atmosfera di epoche passate.

Ristoranti non turistici vicino all'acquedotto di Segovia: Mesón de Cándido
Ristorante “Mesón de Cándido” – Centro storico di Segovia, Spagna

A partire dalla seconda metà del ‘900 fa parte dell’elenco dei “monumenti artistici della città” accrescendo così la propria fama. Di conseguenza, nel corso del tempo sono numerosi i personaggi famosi che hanno mangiato qui: re, imperatori, membri della Famiglia Reale, capi di stato, politici, scrittori, poeti etc…

Il menù alla carta propone svariate specialità della zona come ad esempio gli judiones de la granja, una varietà di fagioli bianchi coltivati nella vicina La Granja de San Ildefonso, e la tarta de ponche, un dolce tipico della città fatto di pan di Spagna e bagnato e ricoperto di marzapane.

Fagioli bianchi di Spagna, specialità della provincia di Segovia (Castiglia e León)
Judiones de la granja – Mesón de Cándido, Segovia
Ponche, dolce tipico di Segovia: torta al Pan di Spagna con marzapane
Ponche segoviano – Ristorante “Mesón de Cándido”

Ma il piatto da provare assolutamente è il cochinillo asado al estilo de Cándido, ossia il maialino arrosto che, grazie ad una preparazione maniacale (la stessa trasmessa di generazione in generazione) lo rende tenero al punto giusto, alla fine viene affettato con… il bordo del piatto!

Maialino arrosto, piatto tipico di Segovia, allo stile della Mesón de Cándido
Maialino arrosto allo stile della “Mesón de Cándido” – Segovia, Spagna centrale

Se non ci credete allora guardate il video qui sotto. Il cuoco si chiama Cándido López, appartiene alla terza generazione della famiglia Cándido e spiega la ricetta integrale. Il rito, compreso il lancio finale del piatto, viene ripetuto quotidianamente al centro della sala del ristorante.

Personalmente, rivedendo il filmato mi viene subito l’acquolina in bocca… buon appetito 😉

 

(Visited 208 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali