Itinerari e consigli per viaggi lenti

Musei gratis a Vienna: il Wien Museum di Karlsplatz

Arte, architettura e cultura a Vienna: 5 musei “meno noti” da visitare

Se c’è una cosa che non manca a Vienna è sicuramente la cultura, basti pensare che vi sono oltre 100 musei.

Molti di questi sono rinomati a livello mondiale, come il Belvedere Superiore oppure il Museo di storia dell’arte e quelli del MuseumsQuartier. Ve ne sono poi altri, non altrettanto noti ma che rendono l’offerta culturale della capitale austriaca ancora più vasta.

Nelle prossime righe mi soffermo proprio su alcuni di questi, cinque per l’esattezza, meno “gettonati” dai turisti e che anche per questo sono riuscito a godermi con maggiore tranquillità.

 

 

 

Alla scoperta di 5 musei viennesi meno conosciuti dal grande pubblico

Ad una notorietà inferiore non corrisponde affatto un minor valore, anzi…

Arte, storia, psicologia, architettura verde e tesori medievali. Di tutto ciò trattano le collezioni permanenti dei musei di questo elenco. Quasi tutti sono comodamente raggiungibili (pure) a piedi dato che si trovano nel centro storico di Vienna, a breve distanza dal Duomo di Santo Stefano.

Inoltre, la visita è gratuita per i possessori del Vienna Pass o del Vienna Flexi Pass. Per maggiori informazioni su entrambe le tessere vi rimando alla lettura di questo mio articolo. Invece, chi ha la Vienna City Card può acquistare i biglietti di ingresso a prezzi scontati.

L’unica eccezione è il Wien Museum, dato che è gratuito.

 

 

1) Wien Museum

Comincio proprio da questo museo pubblico che ha riaperto le sue porte alla fine del 2023. Affacciato sulla Karlsplatz, è dedicato alla storia di Vienna a partire dal Neolitico fino all’ingresso dell’Austria nella UE avvenuto nel 1995.

Non poteva mancare l’area riguardante Vidobona, l’antico nome latino della città dato dai Romani all’insediamento stabilito lungo il Danubio a protezione dei confini dell’Impero ed in particolare della provincia della Pannonia Superiore.

I romani a Vienna: storia di Vidobona al Wien Museum di Karlsplatz

La collezione vanta 1.700 oggetti e tra questi ve ne sono alcuni davvero curiosi quali la “balena-mascotte” Poldi, la carrozza del Sindaco del sec. XIX e la scrittaSüdbahnhof” installata nella stazione di Vienna Sud demolita nel 2009 per costruire la nuova Wien Hauptbahnhof (Stazione Centrale).

Gli amanti dell’arte possono ammirare dipinti di artisti del calibro di Schiele, Gerstl e Klimt. Di quest’ultimo spicca il ritratto della compagnia Emilie Flöge fatto nel 1902.

A tal proposito, gli appassionati di Klimt non possono non visitare il Belvedere Superiore. Esso ospita infatti la più vasta collezione di sue opere. Per maggiori informazioni potete leggere questo articolo del blog.

Wien Museum: il Ritratto di Emilie Flöge di Klimt
Ritratto di Emilie Flöge – Klimt, Wien Museum

Nel piano che separa il museo pubblico e lo spazio riservato alle mostre temporanee (a pagamento) si trovano una caffetteria ed una terrazza panoramica rivolta sulla piazza antistante la Karlskirche.

Questo è uno dei numerosi belvedere presenti in centro a Vienna e dintorni. Se volete saperne di più ne parlo qui.

 

Orari di apertura e come arrivare

Dal martedì al venerdì, dalle 9 alle 18. Sabato e domenica, dalle 10 alle 18. Il giorno di chiusura è il lunedì.

Tutti gli orari di questo articolo sono aggiornati al maggio 2024.

Si può arrivare a piedi dal Duomo di S. Stefano in circa 20 minuti, altrimenti in metropolitana (U1, Karlsplatz) o tram (D, 1, 2 e 71).

Musei gratis a Vienna: il Wien Museum di Karlsplatz
Carrozza del Sindaco e scritta “Südbahnhof” – Wien Museum, Karlsplatz

 

 

2) Camera del Tesoro Imperiale

È uno dei musei ricavati negli ambienti dell’Hofburg, il Palazzo Imperiale di Vienna che per molti secoli fu la residenza degli Asburgo. La collezione del Tesoro Imperiale racconta la storia di questa famiglia reale ed il potere che ha acquisito e detenuto in Europa per oltre mille anni.

Non sorprende dunque la ricchezza degli oggetti esposti nelle sale del museo. Vi sono corone, stendardi, paramenti sacri, reliquie, gioielli ed abiti imperiali, un presunto corno di unicorno ed una coppa d’agata legata alla leggenda del Sacro Graal.

Il fiore all’occhiello della mostra è rappresentato però dai gioielli della corona del Sacro Romano Impero che si possono contemplare nell’ultima sala. Tra questi vi sono la Lancia Sacra, un frammento della croce dove venne crocifisso Gesù e la Corona Imperiale.

Camera del Tesoro degli Asburgo: la Corona del Sacro Romano Impero nell'Hofburg di Vienna
Corona del Sacro Romano Impero – Camera del Tesoro Imperiale, Hofburg

 

Orari di apertura e come arrivare

La Camera del Tesoro Imperiale è aperta dalle 9 alle 17:30 ad esclusione del martedì, suo giorno di chiusura.

I mezzi pubblici più comodi per raggiungere l’Hofburg sono metropolitana (linea U3, Volkstheater oppure U1, Stephansplatz) e tram (linee D, 1 e 71). Dal Duomo di Santo Stefano si arriva comodamente in un quarto d’ora a piedi.

 

Biglietti online

Se non avete alcuna tessera turistica, con la quale avete diritto all’ingresso gratuito, è possibile acquistare i biglietti in loco oppure da casa usufruendo in questo caso dell’accesso prioritario (salta-fila).

Vi sono a disposizione anche due offerte combinate come evidenziato qui sotto.

 

 

3) Cripta degli Imperatori (dei Cappuccini)

Sempre a proposito degli Asburgo, uno dei cimeli più importanti in mostra nella Camera del Tesoro Imperiale è l’armadio neo-barocco che custodisce le 139 chiavi che aprono altrettante tombe dei membri della casa regnante austriaca situate nella Cripta dei Cappuccini.

Questo luogo di sepoltura si trova al di sotto della Chiesa dei Cappuccini affacciata sulla piazza Neuer Markt, nel cuore di Vienna.

Fu l’imperatrice Anna del Tirolo a pensare per prima alla realizzazione di un Mausoleo degli Asburgo e venne scelto proprio questo luogo data la sua vicinanza all’Hofburg. La costruzione iniziale fu ultimata agli inizi del secolo XVII ma venne ampliata nel corso del tempo per poter accogliere i futuri membri della dinastia.

Oggi la cripta accoglie 150 sepolcri di imperatori ed imperatrici, re e regine. Nel 2011 vi è stato seppellito Otto Habsburg, figlio dell’imperatrice Zita, l’ultima ad aver ricoperto tale ruolo e deceduta nel 1989.

La tomba più famosa e fotografata è però quella della Principessa Sissi. Elisabetta di Baviera, questo è il suo vero nome, riposa a fianco del marito Francesco Giuseppe I e del figlio Rodolfo. Individuarla è molto semplice data la presenza costante di fiori e lettere.

Dov'è sepolta la principessa Sissi? Cripta dei Cappuccini a Vienna
Tomba della principessa Sissi – Cripta dei Cappuccini, Vienna

 

Orari di apertura e come arrivare

La Cripta dei Cappuccini è aperta tutto l’anno, dalle 10 alle 18. L’orario cambia nei giorni 1-2 novembre, dalle 10 alle 14, così come nelle date 24 e 31 dicembre, dalle 10 alle 16.

È distante poco più di 500 m dal Duomo di Santo Stefano e proprio Stephansplatz è la fermata della metropolitana più vicina (linee U1-U3).

 

Biglietti online

Powered by GetYourGuide

 

 

4) Kunst Haus Wien

Situato ad est rispetto al centro storico, si tratta del museo dedicato a Friedensreich Hundertwasser, artista austriaco originario di Vienna e morto nel febbraio del 2000 mentre viaggiava a bordo del transatlantico Queen Elizabeth II nell’Oceano Pacifico.

Fu pittore, scultore, ecologista e precursore di un tipo di architettura ecosostenibile. La sua opera-maestra è situata a pochi passi dalla Kunst Haus ed è l’emblema del suo pensiero artistico. Mi riferisco alla “Hundertwasserhaus”, complesso residenziale progettato negli anni ’80 del secolo scorso e che risalta per colori e linee curve ispirate alle forme della natura.

Si tratta senza dubbio di una delle cose più insolite da vedere a Vienna.

Lo stesso stile è stato adottato per la realizzazione della facciata della Kunst Haus Wien. Ad esempio, anche qui si nota la quasi totale assenza di linee rette. Ristrutturato nel 2023/2024 con importanti interventi che ne hanno migliorato l’efficienza energetica, al suo interno è suddiviso in quattro piani.

I primi due sono sede dell’unica collezione permanente al mondo di Hundertwasser, con circa 170 opere. Il terzo e quarto piano invece ospitano mostre temporanee incentrate sull’arte contemporanea.

Non è consentito scattare foto all’interno.

5 musei (forse) meno conosciuti di Vienna: Kunst Haus Hundertwasser
Facciata della Kunst Haus Wien – Museo Hundertwasser

 

Orari di apertura e come arrivare

La Kunst Haus Wien è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18.

Il modo più semplice e rapido per raggiungere il museo di Hundertwasser è prendere il tram – linea 1 – e scendere alla fermataRadetzkyplatz” distante 5 minuti a piedi.

 

Biglietti online

 

 

5) Sigmund Freud Museum

È una visita che consiglio soprattutto agli appassionati di psicologia. Infatti, il museo è ricavato nelle stanze dove Freud visse e lavorò dal 1891 al 1938. Purtroppo gran parte del mobilio originale è andato perduto a causa del trasloco della famiglia (di origini ebraiche) a Londra nel giugno 1940, dopo che l’Austria venne annessa alla Germania di Hitler.

Tuttavia, la vasta collezione di fotografie, libri ed oggetti personali permette di respirare l’atmosfera dell’epoca. Tra l’altro, per entrare è necessario suonare il campanello proprio come facevano i pazienti di Freud.

Tra i reperti più interessanti che si possono osservare vi sono la copia della prima edizione dell’”Interpretazione dei sogni“, biglietti da visita e carta intestata dello psicanalista ed una serie di lettere inviate ad Einstein nel 1933.

5 musei da scoprire a Vienna: appartamento-studio di Sigmund Freud
Oggetti personali di Freud esposti all’interno del suo museo in Berggasse 19

 

Orari di apertura e come arrivare

Il Sigmund Freud Museum è chiuso di martedì mentre l’orario di apertura abituale è dalle 10 alle 18.

Il museo è spostato a quasi 2 Km a nord-ovest del Duomo di Santo Stefano e vi sono diverse opzioni per raggiungerlo con il trasporto pubblico:

  • autobus 40A, fermata Berggasse;
  • tram D, fermata Schlickgasse, oppure linee 37-38-40-41-42, fermata Schwarzspanierstraße;
  • metropolitana U2, fermata Schottentor, oppure U4, fermata Roßauer Lände.

 

Biglietti online

Powered by GetYourGuide

 

(Visited 47 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali