Itinerari e consigli per viaggi lenti

9 punti panoramici di Salisburgo: ascensore del colle Mönchsberg

Salisburgo: i migliori 9 punti panoramici per ammirare il centro storico dall’alto

Affacciata sulle rive del fiume Salzach, la città austriaca si trova in una posizione geografica particolare, dove le ultime montagne a sud lasciano spazio alle dolci pianure settentrionali. Inoltre, la presenza di due rilievi, che quasi sembrano voler proteggerne il centro storico, fa di Salisburgo un centro abitato naturalmente panoramico”.

Sono molti infatti i luoghi che regalano scorci scenografici dei tetti, dei campanili e delle cupole barocche disseminate nella Altstadt, la città vecchia salisburghese. E così, con l’itinerario classico che prevede la visita dei principali siti di interesse, si può combinare un percorso alternativo per esplorare il centro storico da una prospettiva differente.

 

 

 

Salisburgo dall’alto: i miglior 9 punti panoramici

I belvedere sono sparsi qua e là per la città, soprattutto nel cuore del suo nucleo antico. Alcuni sono naturali, come le due colline che lo dominano, altri sono “artificiali” e situati pure all’interno di certe attrazioni.

Come conseguenza, vi sono sia punti panoramici gratuiti che a pagamento. Nel mio caso, avendo utilizzato la tessera turistica Salzburg Card non ho dovuto pagare nulla (ne parlo dettagliatamente in questo articolo).

Prima di procedere con l’elenco, li potete vedere evidenziati nella mappa sottostante.

 

 

1) Giardino di Mirabell

Il mio tour panoramico di Salisburgo comincia sulla riva destra del fiume Salzach, da questo spazio naturale che circonda il Castello Mirabell.

Il parco è stato allestito verso la fine del ‘600 rispettando la forma geometrica secondo i canoni dello stile barocco. Tra gli elementi di spicco figurano la fontana di Pegaso, il giardino dei nani (il più antico d’Europa), il roseto e l’arancera.

Dalla terrazza situata appena a lato del palazzo si gode di una bella vista sulle torri del Duomo e sulla fortezza Hohensalzburg, ancora più suggestiva al tramonto.

L’area verde è aperta tutti i giorni, dalle 6 di mattina fino a sera.

Belvedere gratis in centro Salisburgo: giardini e castello di Mirabell
Vista sulla Fortezza Hohensalzburg dal Giardino di Mirabell

 

 

2) Müllner Steg

Dal giardino di Mirabell si giunge al centro storico attraversando questo ponte ciclopedonale ristrutturato nella forma attuale nel 2000. La costruzione originale, in legno, era del 1699 ma venne sostituita da una struttura più grande in pietra nel 1878.

È uno dei belvedere più famosi della città e non potrebbe essere altrimenti dato il panorama che offre.

Punti panoramici di Salisburgo al tramonto: ponte Müllner Steg
Ponte Müllner-Steg, vista sul centro storico di Salisburgo al tramonto

 

 

3) Ascensore del Mönchsberg

Il Mönchsberg, il cui nome deriva dai monaci della vicina abbazia di San Pietro, è la collina che cinge il lato occidentale del centro storico e sulla sua estremità orientale vi sorge la celebre fortezza di Salisburgo. La cima del rilievo è coperta da prati e boschi e per questo è un’area di svago assai frequentata sia dagli abitanti che dai turisti.

Accessibile ovviamente anche a piedi, dalla piazza Anton-Neumayr-Platz parte l’ascensore (a pagamento) che impiega circa 30 secondi per colmare un dislivello di 60 m. Una volta usciti ci si ritrova su di una splendida terrazza affacciata sulla città e, subito a lato, si trova il Museo di arte moderna. Sia esso che l’ascensore sono gratuiti con la Salzburg Card.

9 punti panoramici di Salisburgo: ascensore del colle Mönchsberg
Terrazza panoramica su Salisburgo dall’ascensore sul colle Mönchsberg

Il colle è attraversato da svariati sentieri che lo collegano sia al centro cittadino che alla fortezza Hohensalzburg. Uno di questi permette di raggiungere il belvedere Richterhöhe che, coi suoi 507 m di altezza, è il punto più elevato del Mönchsberg.

Belvedere Richterhöhe con vista sulla fortezza Hohensalzburg di Salisburgo
Fortezza Hohensalzburg vista dal belvedere Richterhöhe, sul colle Mönchsberg

 

 

4) Toscanini-hof

È una piazza piccola e tranquilla, ubicata a due passi dall’abbazia di San Pietro e dedicata al direttore d’orchestra Arturo Toscanini.

Da qui parte la scalinata che conduce alla stradina diretta sulla cima del Mönchsberg e da lì alla fortezza. Chi, come me, non ha intenzione di compiere il tragitto intero, può accontentarsi di salire tutti i gradini per poi contemplare i tetti dei palazzi storici di Salisburgo e le torri campanarie delle chiese vicine.

Scorci insoliti sui tetti ed il Duomo di Salisburgo da Toscanini-Hof
Toscanini-hof, vista sulla Chiesa di San Pietro ed il Duomo di Salisburgo

 

 

5) Catacombe di San Pietro (gratis con la Salzburg Card)

Pochi passi e dalla piazza intitolata al nostro direttore d’orchestra si raggiunge l’abbazia di San Pietro con annesso cimitero, il più antico di Salisburgo.

Chi decide di entrare nelle catacombe, durante la visita ha anche la possibilità di osservare dall’alto il complesso monastico e la cattedrale che sorge subito alle sue spalle.

Tour panoramico nella città vecchia di Salisburgo: vista dalle Catacombe di S. Pietro
Panorama dalle Catacombe di San Pietro – Salisburgo, Austria

 

 

6) Fortezza Hohensalzburg (gratis con la Salzburg Card)

Oltre ad essere una tappa imprescindibile per chi viene a Salisburgo per la prima volta, è senza dubbio il miglior punto panoramico sul centro storico e, data la sua ubicazione, non potrebbe essere altrimenti.

9 punti panoramici da non perdere a Salisburgo: mura della fortezza Hohensalzburg
Panorama sul centro storico di Salisburgo dai bastioni della fortezza Hohensalzburg

Durante la visita sia degli esterni che degli interni, si trovano diversi luoghi che regalano panorami infiniti sulla città ed i suoi dintorni. Tra quelli che ho visto, secondo me il più bello e completo è la torre Reckturm dato che dalla piattaforma si ha una visuale a 360°.

Se non si possiede la tessera turistica della città è possibile comprare i biglietti della fortezza Hohensalzburg online che includono la salita/discesa con la funicolare.

9 scorci scenografici da scoprire a Salisburgo: la Reckturm nella fortezza Hohensalzburg
Vista sulla fortezza Hohensalzburg dalla torre Reckturm

 

 

7) DomQuartier (gratis con la Salzburg Card)

È il nome che identifica i quattro musei collegati tra loro che raccontano la storia di Salisburgo e la sua epoca di massimo splendore durante il regno dei principi arcivescovi.

L’itinerario della visita è unico e ben segnalato, quando si esce dalla Residenza per entrare nel Museo del Duomo si attraversa la terrazza panoramica affacciata sia su Residenzplatz che su Domplatz. In loco sono sistemate una serie di sedie dove accomodarsi per ammirare in totale relax gli edifici circostanti.

Come per la fortezza, i biglietti d’ingresso per il DomQuartier sono acquistabili online ed includono l’audioguida in italiano.

Miglior belvedere sul Duomo di Salisburgo: vista dalla terrazza del DomQuartier
Terrazza panoramica del DomQuartier con vista ravvicinata del Duomo di Salisburgo

 

 

8) Mozart Steg

Volgendo le spalle al Duomo si attraversa la Mozartplatz per raggiungere questo ponte pedonale intitolato a Mozart ed eretto nel 1903 in stile Art Nouveau.

In origine era gestito da privati e per il transito si doveva pagare una tassa presso l’ufficio che oggi ospita una gioielleria. Il ponte è diventato di uso pubblico solo a partire dal 1921, dopo che il comune l’aveva acquistato l’anno precedente. Per godere appieno del panorama suggerisco di attraversarlo e raggiungere la passeggiata che costeggia il fiume Salzach.

Per tutti i fan di Wolfgang Amadeus, è possibile visitare Salisburgo attraverso un itinerario tematico dei luoghi legati al celebre compositore austriaco.

Punti panoramici gratuiti in centro a Salisburgo: il ponte Mozart-Steg
Scorcio del centro storico di Salisburgo nei pressi della passerella Mozart-Steg

 

 

9) Kapuzinerberg

Concludo questo tour dei belvedere salisburghesi tornando nella parte settentrionale della città, a poca distanza dai giardini di Mirabell.

Kapuzinerberg – il “monte dei Cappuccini” – è l’altro rilievo che circonda il centro urbano, ha un’altitudine massima di 640 m e sorge in direzione opposta rispetto al Mönchsberg. Anche qui sono stati creati percorsi escursionistici di breve e media distanza che danno la possibilità di contemplare la bellezza del centro storico salisburghese da differenti angolazioni.

Partendo dalla Linzer Gasse vi sono un paio di vie di accesso: il sentiero Stefan-Zweig-Weg con le stazioni della Via Crucis oppure la scalinata con 200 gradini che si imbocca tramite il passaggio Imberg-Stiege (vi è appeso un crocifisso). Io ho optato per quest’ultima e, superato sulla sinistra il belvedere rivolto sulla città moderna, ho proseguito sino al monastero dei cappuccini.

9 punti panoramici a Salisburgo: il monte Kapuzinerberg
Salita al monte dei Cappuccini (Kapuzinerberg), nei pressi del centro storico di Salisburgo

La chiesa, di inizio ‘600, conserva le porte gotiche del vecchio Duomo risalenti al 1450. Un ospite illustre di questo complesso religioso è stato Papa Giovanni Paolo II, che ha soggiornato qui in occasione del suo viaggio a Salisburgo effettuato nel giugno 1998.

Aggirato l’edificio e seguendo le indicazioni verso destra si giunge presso i resti delle mura difensive di epoca medievale. Proprio all’altezza dell’Hettwer Bastei si gode di un’ampia vista sul centro storico e la fortezza di Salisburgo.

Dove godersi le migliori viste panoramiche a Salisburgo: bastione Hettwer-Bastei sul Kapuzinerberg
Vista panoramica dal bastione Hettwer-Bastei – Monte Kapuzinernberg, Salisburgo
(Visited 89 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali