Vista sulla costa ligure dalle pendici del Monte Rossola

Monte Rossola (Liguria di levante), trekking ad anello tra Bonassola e Levanto con vista sulle Cinque Terre

Situato sullo spartiacque tra Bonassola e Levanto, il monte Rossòla è una splendida cima panoramica a 563 m di altezza che può essere raggiunta in svariati modi. L’itinerario che vi propongo in questo articolo è forse quello più lungo e “complesso” ma allo stesso tempo appagante perché attraversa ambienti differenti tra loro.

È la gita ideale se desiderate fare dei trekking meno battuti pur rimanendo nelle vicinanze delle Cinque Terre. Difficile infatti incontrare molti escursionisti e così potrete godere appieno della bellezza dei panorami che si ammirano durante la camminata.

 

 

 

 

Trekking sul Monte Rossola tra Bonassola e Levanto

Il giro ad anello parte da Bonassola e, dopo aver raggiunto la vetta, scende fino al lungomare di Levanto da dove poi si può rientrare a Bonassola seguendo la pista ciclopedonale Maremonti in direzione di Framura (ne parlo dettagliatamente qui).

Chi volesse ridurre i tempi, anziché tornare a Bonassola può prendere il treno dalla stazione di Levanto, dove fermano sia i regionali che gli Intercity.

 

 

 

Dalla stazione di Bonassola alla località Serra

Per prima cosa raggiungo il Castello di Bonassola, ubicato in una posizione strategica – e panoramica – rispetto al centro abitato.

Come raggiungere il Monte Rossola dal Castello di Bonassola
Castello di Bonassola

Per maggiori informazioni su cosa vedere nel borgo ligure vi rimando alla lettura di questo articolo.

Subito alle sue spalle parte una via lastricata in leggera salita (segnavia rosso-bianco) che conduce alla vicina località Serra costeggiando una serie di caratteristiche case dai colori pastello.

Sentiero da Bonassola alla cima del Monte Rossola - Trekking nel levante ligure
Sentiero-via lastricata in località Serra (Bonassola)

 

 

 

Sul sentiero n. 604 fino al bivio per Scernio

Dopo un breve tratto su asfalto, il sentiero entra nella boscaglia ed inizia a salire. Quando la vegetazione lo consente, la vista si apre sulla baia di Bonassola fino a scorgere la Cappella della Madonnina della Punta.

Dopo aver superato il rio Scernio si prosegue su sterrato fino ad un importante crocevia fornito di mappa dei sentieri della zona. A questo punto abbandono la via n. 604 diretta a Scernio, frazione di Bonassola, per immettermi sul sentiero n. 605 (M.te Rossola, Rocca Gaibana e Colletto) che seguirò fino al Passo del Colletto.

Scorcio della baia di Bonassola dal Sentiero n. 604 (bivio per Scernio)
Vista panoramica su Bonassola – Sentiero n. 604 fino al bivio per Scernio

 

 

 

Ascesa al Monte Rossòla

Passati un paio di tornanti, la traccia sale fino a sbucare sulla strada statale. La si attraversa per poi continuare sul sentiero che si inerpica sul pendio.

L’ascesa è piuttosto ripida e, complice il terreno umido, in certi tratti si può scivolare. Fortunatamente ho con me i bastoncini da montagna che in questo frangente sono più che mai utili.

Tuttavia, guadagnando quota lo sforzo è ricompensato dal panorama sulla costa ligure e sui promontori di punta Baffe e punta Manara.

Vista sulla costa ligure dalle pendici del Monte Rossola
Vista su Bonassola e la costa ligure dalle pendici del Monte Rossola

Giunto sul crinale del Monte Rossola il paesaggio cambia, diventando ancora più selvaggio e dominato da rocce rossastre di origine basaltica. Dalla croce posta sulla cima, a 563 m di altezza, si ha una vista a 360° sull’entroterra, l’Appennino Ligure e la baia di Levanto fino a Punta Mesco. Nelle giornate più limpide si possono ammirare anche le Alpi Marittime e la costa francese.

Informazioni sui sentieri tra Bonassola e Levanto verso la cima del Monte Rossòla
Croce sulla cima del M.te Rossòla (563 m di quota)

 

 

 

Dal Monte Rossola al Passo Colletto

Recuperate le energie mi rimetto in marcia verso Levanto e, avendo toccato il punto più alto dell’escursione, da adesso in avanti non resta che scendere.

Sino alle pendici della Rocca Gaibana si cammina tra arbusti e tronchi d’albero e, una volta aggirata la cima, si scende verso il Passo del Colletto, a 460 m di quota.

Si tratta di un altro importante crocevia e da qui seguo il sentiero n. 671 per Crocettola e Vallesanta. Stando alla segnaletica esso corrisponde anche al percorso per mountain bike e perciò suggerisco di prestare attenzione nei tratti in curva.

Vista sulla vallata di Levanto dal sentiero 671 per Crocettola e Vallesanta
Vallata di Levanto – Panorama dal Sentiero n. 671

 

 

 

Dal Passo del Colletto al Monte delle Streghe

Perdendo quota il sentiero diventa sterrato e si affaccia sulla vallata di Levanto, in particolare sui borghi di Montale e Lavaggiorosso.

Mi ritrovo in un ambiente roccioso e, non a caso, supero la zona delle antiche cave di marmo, oggi in abbandono. Una volta raggiunta la località Crocettola, davanti a me si apre la baia di Levanto e per apprezzarla ancora meglio continuo verso il Monte delle Streghe, un rilievo a 287 m di altezza.

Alle mie spalle svetta il Monte Rossola e da qui posso apprezzare l’asperità della sua cima.

Informazioni trekking da Levanto al Monte delle Streghe e Monte Rossola
Discesa dal Monte delle Streghe a levanto – Riviera ligure di levante

 

 

 

Discesa a Vallesanta ed arrivo sul lungomare di Levanto

Scendo una serie di tornanti che mi conducono al tratto finale del sentiero n. 671 che, oltrepassata la sbarra, sbuca sulla strada provinciale Framura-Levanto.

Attraversata la SS332 percorro la strada sterrata privata che arriva a Vallesanta, sul lungomare di Levanto.

A questo punto si può proseguire per Bonassola lungo la pista ciclopedonale Maremonti oppure raggiungere la stazione ferroviaria distante una decina di minuti a piedi.

Escursione poco nota dal lungomare di Levanto (Vallesanta) al Monte Rossola
Lungomare di Levanto e pista ciclopedonale Maremonti verso Bonassola

 

 

 

 

Anello panoramico da Bonassola al Monte Rossola: informazioni pratiche

Scoperta curiosando su Komoot (potete scaricare il percorso in questa pagina), l’escursione si è rivelata essere una delle più belle tra quelle fatte nella Liguria di levante.

Informazioni per escursionisti: Monte Rossola da Bonassola a Levanto
Strada sterrata al bivio del Sentiero n. 604 per Scernio

L’itinerario che ho seguito è stato lungo, variegato e con tratti insidiosi.

Il pezzo più impegnativo è senza dubbio quello che inizia dopo aver attraversato la strada statale arrivando da Bonassola e che conduce sulla cima del M.te Rossola. In diversi punti la pendenza è accentuata e se il terreno è umido è facile scivolare. In questo caso i bastoncini da montagna possono essere davvero utili, oltre ovviamente ad indossare delle scarpe adeguate.

Sentiero per il Monte delle Streghe dal Monte Rossola a Levanto
Vista sul M.te Rossola dalla cima del Monte delle Streghe – Trekking tra Bonassola e Levanto

Data la scarsa altitudine e le poche zone d’ombra, sconsiglio di fare questo trekking in piena estate, specie nelle ore centrali. E ricordatevi di avere un’abbondante scorta d’acqua.

Infine, per quel che riguarda le tempistiche calcolate circa 5 ore per compiere l’anello completo con rientro a Bonassola.

Baia di Levanto e costa delle Cinque Terre ammirate dalla cima del Monte Rossola
Monte Rossola: panorama su Levanto, Punta Mesco e Monterosso

 

(Visited 27 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali