Select Page

Dunure, gita fuori porta da Ayr alla scoperta del villaggio affacciato sul Firth of Clyde

Dunure, gita fuori porta da Ayr alla scoperta del villaggio affacciato sul Firth of Clyde


Durante il mio viaggio nell’Ayrshire mi ero ritagliato una giornata da dedicare sia alla visita del castello di Culzean che ad una breve escursione sulla costa. Nel secondo caso, la scelta è ricaduta su Dunure, un villaggio di pescatori situato a meno di 10 Km dal capoluogo Ayr ed affacciato sul Firth of Clyde. Nonostante non abbia attrazioni di grande richiamo, chiedendo alla gente della zona ne avevo sentito parlare benissimo e quindi mi sono fidato.

 

Cosa vedere a Dunure in mezza giornata

Mai decisione fu più azzeccata, questo villaggio è un autentico gioiellino che mi è entrato subito nel cuore, al punto che lo considero tra i luoghi più belli che abbia visto in Scozia (fino ad oggi).

La storia di Dunure ruota attorno al suo castello, costruito attorno al 1200. Tuttavia, il paese che si vede oggi è ben più recente dato che si è sviluppato agli inizi dell’800, in contemporanea ai lavori fatti nel 1811 per ammodernare il porticciolo.

Date le dimensioni modeste del villaggio, un paio d’ore sono sufficienti per girarlo in tutta tranquillità. Ovviamente, starci un po’ di più consentirebbe di godersi appieno la sua “atmosfera senza tempo”.

Vista panoramica sul villaggio di Dunure nei dintorni di Ayr (Scozia)

 

Il Dunure Castle

Il castello risale almeno al XIII secolo e per molto tempo fu la dimora principale della famiglia Kennedy, la quale tra l’altro era proprietaria anche del vicino castello di Culzean. La fortezza venne costruita su di uno sperone roccioso a picco sul Firth of Clyde, una scelta strategica per garantire la difesa della zona.

Alla costruzione originale vennero aggiunti nuovi ambienti per mostrare il prestigio raggiunto dei padroni di casa. Non a caso, uno dei membri maschili sposò la figlia del Re Robert III ed un altro diventò il vescovo di St Andrews nonché il fondatore del St Salvator’s College. Parallelamente a ciò, Dunure Castle ebbe una certa importanza anche a livello nazionale. Difatti, nel 1429 ospitò l’incontro tra i rappresentanti di Re Giacomo I e del Lords of the Isles mentre, nel 1563, Mary Queen of Scots vi soggiornò tre giorni, ospite di Gilbert Kennedy, Conte di Cassilis.

Tuttavia, la fase decadente del castello iniziò più o meno nello stesso periodo, in seguito al diffondersi della Riforma in Scozia nel 1560. Il desiderio di Gilbert Kennedy di acquisire le terre e le proprietà appartenute alla Chiesa – ad esempio la vicina Crossraguel Abbey (si trova nei dintorni di Maybole ed è visitabile) – portò ad una serie di gravi scontri interni alla famiglia. Parte di queste lotte si svolsero proprio nel castello, che cadde in rovina e quindi venne abbandonato.

Soltanto intorno alla metà dell’800 si decise di mettere in sicurezza le parti rimaste dell’edificio preservandole per i turisti. Ad oggi, la struttura è parzialmente accessibile.

La fortezza è situata all’interno del Kennedy Park, un’estesa area verde che include un parcheggio a pagamento ed i giochi per bambini. Complice la giornata fredda e ventosa, ma che rendeva l’atmosfera magica e misteriosa, non c’era anima viva in giro e così mi sono ritrovato da solo a passeggiare lungo questo tratto di costa davvero suggestivo.

Prestando la dovuta attenzione a non avvicinarsi troppo ai bordi della scogliera, dando le spalle al castello si segue un sentierino che conduce più in basso, al Dunure Labyrinth.

È stato ricavato da un avvallamento del promontorio rivolto sul fiordo del Clyde, poco più in basso vi è una piccola spiaggia mentre alle sue spalle sorgono le rovine dell’antica fortezza. Un colpo d’occhio davvero unico per un luogo altrettanto singolare. Il labirinto è stato realizzato pochi anni fa ed è curato da gruppi di volontari locali e provenienti anche da altre parti della Scozia. Nonostante la “giovane” età, è divenuto subito un’attrazione per grandi e piccini. Percorrerlo con il sottofondo delle onde che si infrangono sulla spiaggia trasmette una sensazione di pace interiore che al tempo stesso contrasta con la violenza che ha caratterizzato il luogo in passato.

Per citare uno dei tanti episodi funesti, nel 1570 il quarto Conte di Cassilis tenne prigioniero il proprietario di alcune terre vicine, minacciandolo per due giorni di farlo bruciare vivo sul fuoco acceso vicino al castello. Dopo atroci sofferenze il malcapitato fu costretto a cedere i suoi territori per aver salva la vita. La leggenda popolare racconta che, nelle notti fredde e ventose, si possono udire le urla disperate del fantasma del prigioniero, quasi che fosse costretto a subire la tremenda punizione una seconda volta.

Cosa vedere a Dunure (Scozia): Kennedy Park e le rovine del castello Il Dunure Labyrinth e le rovine del castello all'orizzonte - Ayrshire, Scozia

 

Il Dunure Harbour e la spiaggia

Ritornando al castello e passata la colombaia costruita probabilmente tra il XV-XVI secolo, un altro breve sentiero conduce al porticciolo di Dunure.

La sua forma attuale la si deve alle notevoli migliorie apportate a partire dal 1811, che fecero del villaggio un polo attrattivo per i pescatori della zona. Affacciato sul porto, il Dunure Inn è un hotel-ristorante a gestione familiare riaperto nel 2006 dopo una serie di importanti lavori di ammodernamento.

Il luogo dove ho sostato di più è però la spiaggia, anch’essa deserta, da dove si osserva molto bene il castello a picco sul promontorio ed un tratto della costa circostante. Inoltre, passeggiando tra i cottage – anche qui non ho incontrato alcuna persona – mi sono imbattuto in un piccolo pannello informativo grazie al quale ho scoperto che il celebre architetto e designer Charles Rennie Mackintosh affittò due cottage tra il 1892-94 assieme ad alcuni compagni di scuola.

Pausa al Dunure Harbour, porticciolo apparso in Outlander Dunure beach e le rovine del castello sul promontorio roccioso

 

Dunure nella serie tv “Outlander”

Il villaggio è apparso nella terza stagione della serie tv come ambientazione del porto da dove Jamie e Claire incontrano Jared e quindi salpano verso la Giamaica. Ma non finisce qui poiché la spiaggia ed il castello sono stati usati per le scene in cui i due protagonisti osservano il giovane Ian mentre raggiunge a nuoto l’isola di Silkies per recuperare il tesoro giacobita. Infine, sebbene non se ne abbia la certezza, sembra che i dintorni di Dunure siano stati utilizzati per girare alcune scene ambientate nei pressi della prigione di Ardsmuir.

 

Come arrivare a Dunure da Ayr

La maniera migliore per raggiungere Dunure dal centro di Ayr è l’autobus. Infatti, la linea 361 di Stagecoach collega le due località in una ventina di minuti. Il biglietto singolo costa £3.20 e lo si può acquistare direttamente a bordo.

Il capolinea è proprio Dunure, nello specifico la fermata si trova in uno spiazzo rivolto su Kennedy Drive, una via distante un paio di minuti a piedi dal porticciolo.

 

(Visited 10 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

29 nov. – 4 dic.: Dundee, Broughty Ferry e Arbroath –> #checkinScozia

23 gen-2 feb: Burgos, Valladolid, Palencia e Madrid –> #checkinCyL e #checkinMadrid

8-15 aprile: Glasgow, Helensburgh, Bute –> #checkinScozia

 

6-18 giugno: Manchester, Carlisle e gli Scottish Borders –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!