Select Page

Broughty Ferry, cosa vedere in un giorno nell’antico borgo reale alle porte di Dundee

Broughty Ferry, cosa vedere in un giorno nell’antico borgo reale alle porte di Dundee


Alla fine del soggiorno a Dundee, una città che mi ha sorpreso e che pertanto suggerisco a tutti di visitare, mi sono trasferito sulla costa spostandomi di neanche 10 Km. Difatti, Broughty Ferry sorge a sole 4 miglia di distanza e vi si arriva comodamente coi mezzi pubblici.

Data la sua ubicazione e la vicinanza alla città, non sorprende che sia una delle mete preferite per una gita fuori porta. Allo stesso modo, è una valida opzione per chi intende visitare Dundee (di cui oggi è considerata un sobborgo) pernottando però in una zona poco trafficata.

 

Cosa fare e vedere a Broughty Ferry

Per quel che mi riguarda, vi ho trascorso una notte – ospite dell’Hotel Best Woodlands – perché così facendo ero più vicino ad Arbroath, località costiera dell’Angus che ho visitato l’ultimo giorno prima di rientrare in Italia (l’itinerario completo del viaggio è consultabile in questa pagina).

Considerata la Brighton del nord ed il Gioiello della Corona di Dundee, Broughty Ferry fu in passato un borgo reale sviluppatosi a partire dal secolo XV all’ombra del castello che ancora oggi protegge la baia. Nato come villaggio di pescatori, nell’800 conobbe un periodo di importante sviluppo in seguito all’insediamento dei ricchi proprietari delle fabbriche per la lavorazione della juta che avevano reso Dundee un centro di riferimento nella produzione tessile.

Decenni dopo, con lo smantellamento delle industrie, il paese puntò sul settore terziario essendo comunque una destinazione popolare per le vacanze estive e per piacevoli escursioni durante il resto dell’anno.

Diciamo la verità. A Broughty Ferry non c’è tantissimo da vedere eppure ci sono stato volentieri e mi ha lasciato bei ricordi. Se vi piace passeggiare nella natura, ammirare scorci paesaggistici uno più bello dell’altro, provare la sensazione di pace trasmessa da una cittadina dove il ritmo della vita sembra scorrere ancora lentamente, allora sono sicuro che vi trascorrerete anche voi dei piacevoli momenti.

 

Il Barnhill Rock Garden e la Broughty Ferry Local Nature Reserve

Il mio alloggio distava una decina di minuti a piedi dalla passeggiata lungomare ed a meno di 2 Km dal castello.

Una volta attraversato il ponticello sulla ferrovia mi sono ritrovato nel Barnhill Rock Garden, un parco creato nel 1955 su di una porzione di un precedente campo da golf da 9 buche. Il nome deriva dalla roccia vulcanica presente nell’area, che anticamente rappresentava il limite della costa.

Capitandoci a fine novembre la vegetazione era alquanto “povera” ma, grazie anche alla presenza di alcuni laghetti, l’ambiente era comunque molto carino. Per chi ne avesse bisogno, vi sono pure i bagni pubblici.

Gita fuori porta a Broughty Ferry da Dundee (Scozia) I giardini del Barnhill Rock Garden di Broughty Ferry

Il parco confina con la Broughty Ferry Local Nature Reserve, una riserva naturale che ospita piante, piccoli mammiferi e fornisce una serie di testimonianze geomorfologiche riguardanti il modo in cui la zona si è sviluppata e modellata nel corso del tempo. Si possono infatti individuare grumi di lava e dune di sabbia adagiate su di un sostrato di roccia andesite.

Attraversando la strada invece si scende sulla lunga spiaggia di Broughty Ferry che arriva fino ai piedi della fortezza, a pochi passi dal centro della cittadina. Di turisti non ce n’è manco l’ombra e così sono circondato dalla gente del posto che si rilassa e porta a spasso il proprio cane. Certamente la mia presenza non passa inosservata e difatti le persone mi salutano già da lontano con un bel sorriso sincero.

Piccoli gesti che dovrebbero essere normali, eppure scaldano il cuore…

La vista è dominata dal Firth of Tay che divide la regione dell’Angus e la città di Dundee dal Kingdom of Fife, la cui costa è ben visibile dall’altro lato del fiordo. La giornata è nuvolosa con qualche sporadica goccia di pioggia, il sole fatica ad uscire e le pochissime volte che ci riesce si nota come rimanga basso all’orizzonte visto il periodo dell’anno.

La spiaggia di Broughty Ferry alle porte di Dundee (Scozia) | Check-in Travel blog Il Broughty Ferry Castle visto dalla spiaggia

 

Visita del Broughty Ferry Castle

Mano a mano che dalla spiaggia mi avvicino al centro abitato, davanti a me la sagoma della fortezza si fa sempre più grande e, una volta giunto a pochi passi dall’entrata, ne posso apprezzare la maestosità.

Il castello di Broughty Ferry venne costruito verso la fine del XV secolo per proteggere la costa affacciata sul fiume Tay. Come è facile immaginare data la sua posizione strategica, ebbe una storia piuttosto travagliata in quanto teatro di battaglie ed assedi. Se oggi lo vediamo in ottimo stato di conservazione è perché sia l’edificio che le mura vennero ricostruite e rinforzate nel 1860 temendo un attacco da parte della Francia. Successivamente, il forte subì ancora qualche modifica per contrastare l’eventuale avanzata tedesca durante le due Guerre Mondiali.

Cosa vedere a Broughty Ferry: il castello - Check-in Travel Blog

Attualmente è di proprietà del Comune di Dundee ma è gestito da Historic Scotland. Al suo interno è stato allestito un interessante museo riguardante la storia, le persone, l’ambiente e la fauna di questa zona. L’entrata è gratuita ed è aperto tutto l’anno:

  • da aprile a settembre, dalle 10 alle 16 e la domenica dalle 12:30 alle 16;
  • da ottobre a marzo, dalle 10 alle 16 e la domenica dalle 12:30 alle 16 (chiuso il lunedì).

 

Due passi per Broughty Ferry

Dal castello raggiungo in pochi minuti il centro, caratterizzato da una serie di vie che incrociano la stazione ferroviaria. Questa “divide” Broughty Ferry in due e, se si vuole evitare l’attesa del passaggio a livello, si può sfruttare il sottopassaggio pedonale.

La maggior parte dei negozi, pub e ristoranti si trovano tutti nei dintorni della stazione mentre mano a mano che ci si sposta verso il lungomare compaiono splendide villette a schiera.

La mia passeggiata prosegue lungo Fisher Street, che poi continua in Douglas Terrace, costeggiando un giardinetto con al centro un’aiuola particolare formata da una piccola imbarcazione floreale.

Alla scoperta di Broughty Ferry - Dundee, Scozia Scorci floreali di Broughty Ferry - Firth of Tay, Scozia

Sempre in Fisher Street sorge The Old Graveyward, l’antico cimitero di Broughty Ferry di cui è rimasta qualche lapide nonostante il passare di vari secoli. Per visitarlo è sufficiente richiedere le chiavi (lasciando una caparra) al vicino The Ship Inn.

Quando il centro della cittadina è ormai alle spalle, Douglas Terrace diventa un percorso ciclo-pedonale panoramico che corre parallelo alla strada principale – Dundee Road – che conduce verso la città scozzese.

C’è pochissima gente in giro ma a farmi compagnia ci pensano il fiume Tay e quindi la costa del Fife dall’altra parte rispetto a me. Se c’è una cosa che mi sorprende delle giornate corte tra novembre e dicembre è il cielo “mai banale”, dove anche il grigio e le sue sfumature hanno un qualcosa di affascinante.

L’escursione si conclude praticamente qui, anche perché per rientrare a piedi all’hotel ci vuole un’oretta circa e nel frattempo sono le 3 del pomeriggio, si avvicina quindi l’ora del tramonto.

Spiaggia di Broughty Ferry vicino a Dundee - Scozia | Check-in Travel Blog Passeggiata lungo Douglas Terrace a Broughty Ferry (Dundee) Tramonto sul Firth of Tay e la costa del Fife - Dundee, Scozia (Check-in Travel Blog)

 

Come arrivare a Broughty Ferry da Dundee

Esistono collegamenti sia in autobus che in treno. Suggerisco comunque la prima opzione poiché vi sono molte più corse e quindi garantisce una maggior flessibilità. Un biglietto singolo costa £1.70 e cercate di avere l’importo corretto poiché l’autista non può darvi resto.

Le linee che vi interessano sono la 5-9-10. Il percorso è praticamente il medesimo per tutte, la numerazione differente dipende dall’orario e dal giorno (festivo o feriale). Come tempo di percorrenza calcolate tra i 30-40 minuti.

Per maggiori informazioni vi rimando al sito di Xplore Dundee, la compagnia di autobus locale.

Con il treno il viaggio è decisamente più breve – meno di 10 minuti – ma, come già detto sopra, vi è una frequenza inferiore. La corsa singola è £1.60 e per questo conviene fare il “Anytime Day return” dato che costa £2.50 ed include ovviamente il ritorno. Se effettuate il tragitto al contrario, ossia visitate Dundee ma alloggiando a Broughty Ferry, sappiate che la stazione è così piccola da non avere neanche una biglietteria. Ma non preoccupatevi, appena salite cercate il controllore e vi darà il titolo di viaggio senza pagare alcun sovrapprezzo.

Per conoscere gli orari potete consultare il sito delle ferrovie scozzesi. Quando si parla di mezzi pubblici, il mio consiglio è come sempre quello di scaricarvi l’app di Traveline Scotland, tramite la quale potete vedere in tempo reale gli orari di autobus, treni, tram e traghetti.

 

(Visited 85 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

10-22 ottobre: Catalunya e Aragón –> #checkinCostaBrava e #checkinSaragozza

24 nov – 5 dic: Stirling, Loch Katrine, Falkirk e Edimburgo –> #checkinScozia

gennaio ’20: León e Ponferrada –> #checkinCyL

aprile ’20: Aberdeenshire –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!