Select Page

St Paul Cathedral, guida alla visita di uno dei luoghi religiosi più importanti di Londra

St Paul Cathedral, guida alla visita di uno dei luoghi religiosi più importanti di Londra

La Cattedrale di St Paul è stata teatro di molti eventi cardine della storia dell’Inghilterra e del Regno Unito in generale. Essa può vantare una cupola seconda per dimensioni soltanto a quella di San Pietro a Roma. Se a ciò aggiungiamo che da qui si ha una tra le più suggestive viste panoramiche su Londra, allora diventa chiaro il motivo per il quale dev’essere visitata.

attraction_728x90_Italian

 

Cenni storici sulla St Paul Cathedral

La storia della chiesa dedicata a San Paolo è lunga e travagliata. Quella attuale, costruita tra il 1675 ed il 1711 su progetto di Christopher Wren, sorge sullo stesso luogo sul quale venne edificata la prima nel lontanissimo 604 DC.

Fu la prima a venire realizzato successivamente alla Riforma Anglicana, con la quale la Chiesa Britannica decise di staccarsi da quella romana e quindi dall’autorità del Papa. Oggi viene considerata una “Cattolica riformata”, con sacerdoti – che possono sposarsi – e vescovi che celebrano il Battesimo e l’Eucaristia seguendo i riti della Chiesa Cattolica romana.

La Cattedrale di St Paul ha resistito agli incessanti bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiali, con tanto di bomba inesplosa all’interno dell’edificio. Non avendo subito gravi danni, diventò all’epoca il simbolo della resistenza contro i tedeschi.

Nel corso dei secoli, qui si sono svolte diverse cerimonie importanti come i funerali di Stato dell’ammiraglio Nelson, del Duca di Wellington, di Winston Churchill ed il matrimonio tra il Principe Carlo e Lady Diana nel 1981.

Tramonto sulla Cattedrale di St Paul di Londra

 

Cosa vedere nella St Paul Cathedral di Londra

Se già la vista esterna lascia senza fiato, gli interni non sono assolutamente da meno, anzi. Potrete ammirare difatti una vasta collezione di mosaici di scuola veneziana e britannica, una serie di Cappelle – tra cui quella dedicata ai soldati americani morti sul suolo britannico durante il secondo conflitto mondiale – e celebri opere d’arte sacra e profana.

O tu che leggi, se cerchi un segno che commemori l’uomo, guardati attorno

Questa frase è incisa sulla tomba dell’architetto Wren, sepolto sotto una semplice lastra di marmo scuro. La cripta della St Paul Cathedral ospita altre tombe illustri:

  • il Duca di Wellington, colui che sconfisse Napoleone a Waterloo;
  • l’Ammiraglio Nelson, morto nella Battaglia di Trafalgar e la sua bara è fatta con il legno di una nave francese distrutta da lui durante lo scontro;
  • i pittori Turner e Van Dyck.

Un’altra tappa imperdibile degli interni della Chiesa è presso le tre gallerie. Queste conducono alla cupola e quindi in uno dei punti panoramici di Londra più belli. La prima, e forse la più nota, è la Whispering Gallery, chiamata così dato che l’acustica è veramente perfetta. Se non ci credete provate allora a bisbigliare qualcosa mentre vi appoggiate alla parete 😉

La seconda è la Stone Gallery, mettetevi in fila per salire gli ultimi scalini che portano alla Gold Gallery, punto più alto della Cattedrale. Complessivamente vi sono oltre 500 scalini da fare ma lo sforzo verrà completamente ripagato!

Infine, quotidianamente vengono celebrate delle messe. L’orario può variare e per questo suggerisco di controllare sul sito internet della Chiesa oppure all’ingresso della stessa.

 

Come arrivare alla St Paul Cathedral

Vi si può arrivare comodamente a piedi da sud attraversando il Tamigi sul Millenium Bridge. In alternativa, la metropolitana ferma proprio a St Paul (linea rossa.

A proposito di mezzi pubblici, il mio consiglio è quello di acquistare l’Oyster Card o la London Travelcard. Entrambe permettono di risparmiare sui mezzi di trasporto londinese, scegliete una delle due a seconda della durata del vostro soggiorno e delle attrazioni che desiderate visitare.

La St Paul Cathedral ammirato dal Millenium Bridge di Londra 

 

Orari di visita e tour guidati

La Cattedrale di St Paul e la cripta aprono dal lunedì al sabato dalle 8:30 alle 16:30, le tre gallerie invece sono aperte dalle 9:30 e l’ultimo ingresso è alle 16:15. La Cattedrale è chiusa per le visite la domenica.

Inoltre, dal lunedì al sabato – alle 10, 11, 13 e 14 – vengono organizzati dei tour gratuiti in inglese della durata di circa 90 minuti. Dato che i posti sono limitati bisogna registrarsi all’arrivo.

 

Prezzi dei biglietti ed acquisto su internet

Un adulto paga 18,5€, un bambino tra i 6-17 anni 8,5€, gli over 60 e gli studenti 16,50€, la famiglia 45€ con due adulti e due figli, i bimbi sotto i 6 anni entrano gratis.

È possibile comprare qui i biglietti per la St Paul Cathedral, sono in data aperta e validi un anno dalla data d’acquisto. Così facendo vi è un risparmio del 10% circa rispetto alla tariffa ordinaria. Tenete anche a mente che con il biglietto per le famiglie si risparmia attorno al 15% nei confronti delle entrate singole.

L’e-voucher che si riceve via email va stampato e portato con voi poiché, una volta consegnato alle apposite biglietterie, vi consentirà di saltare la coda all’ingresso.

Tra l’altro, la Cattedrale di St Paul è inclusa nel The London Pass, una tessera turistica che comprende ben 60 attrazioni e che consente di risparmiare rispetto alle visite singole garantendo anche l’accesso prioritario per le attrazioni principali.

attraction_200x350_Italian

(Visited 12 times, 2 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

loading...

I miei prossimi viaggi

15-22novembre ’17: Valencia e dintorni –> #checkinVLC

30 novembre-4 dicembre ’17: mercatini di Natale in Tirolo –> #checkinTirolo

12-18 gennaio ’18: Madrid e provincia –> #checkinMadrid

10-16 aprile ’18: Glasgow e Inverness –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!