Itinerari e consigli per viaggi lenti

Musei d'arte da visitare a Madrid: Thyssen-Bornemisza

Visita del Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid: biglietti online, dove si trova, artisti ed opere da non perdere

Affacciato sul Paseo del Prado e situato a meno di dieci minuti a piedi dalla Plaza de Cibeles, è uno dei tre musei che costituiscono il “Triangolo d’Oro dell’Arte” di Madrid assieme al Reina Sofía ed al Prado.

Il Museo Thyssen-Bornemisza accoglie quasi mille opere che illustrano la storia della pittura a partire dal secolo XIII fino al XX. Il fiore all’occhiello della collezione permanente è rappresentato dall’arte tardomedievale e dalla selezione di ritratti del secolo XVI.

Per capire il valore del patrimonio artistico qui esposto è sufficiente elencare alcuni degli artisti presenti: Jan Van Eyck, Ghirlandaio, Caravaggio, Rubens, Canaletto, Monet, Gauguin, Van Gogh, Picasso, Kandinsky, Dalí, Chagall, Hopper e Lichtenstein.

 

 

 

Dove si trova il Thyssen-Bornemisza e come arrivare

È ubicato a pochi passi dal Museo del Prado e dalla Plaza de Cibeles. La fermata della metro più vicina è Banco de España (linea 2), in alternativa si può utilizzare l’autobus (linee 001, 10, 14, 19, 27, 34, 37, 45, C03).

Musei d'arte da visitare a Madrid: Thyssen-Bornemisza
Museo Thyssen-Bornesmiza – Paseo del Arte di Madrid

 

 

 

Orari di apertura, costo dei biglietti, acquisto online e come entrare gratis

Il museo è aperto tutti i giorni: il lunedì, dalle 12 alle 16, mentre dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19.

I giorni di chiusura sono il 1° gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre. Vi sono poi giornate con orari speciali: il 24 e 31 dicembre, dalle 10 alle 15, il 12 di ottobre invece dalle 13 alle 19.

Le tariffe del Thyssen-Bornemisza sono le seguenti (aggiornate al marzo 2024):

  • generale, 13 €
  • over 65, 9 €
  • gratis per minorenni e persone con handicap.

 

I biglietti acquistati su internet consentono di usufruire dell’ingresso prioritario e posso dire che si tratta di un gran bel vantaggio. Infatti, anziché perdere tempo in coda alla biglietteria (ho contato una cinquantina di persone…) mi sono potuto recare direttamente all’ingresso mostrando il voucher elettronico tramite smartphone.

È possibile visitare gratis il Thyssen-Bornemisza? Sì, tutti i lunedì, dalle 12 alle 16.

L’alternativa utile per spendere meno è la tessera Paseo del Arte, grazie alla quale si ha l’accesso salta-coda ai musei Reina Sofía, Thyssen e Prado con un risparmio del 20% circa rispetto al prezzo dei biglietti standard.

Museo Thyssen (Madrid): orari, tariffe, visite gratuite, come risparmiare e come arrivare
Atrio centrale – Museo Thyssen-Bornesmiza

 

 

 

Cosa vedere nel Museo Thyssen-Bornemisza

Il settecentesco Palacio de Villahermosa è sede dal 1992 della collezione d’arte del barone Hans Heinrich Thyssen-Bornemisza alla quale, a partire dal 2022, si è aggiunta quella privata Carmen Thyssen-Bornemisza. Secondo quanto stabilito dal contratto, quest’ultima resterà nel museo per 15 anni con successivo diritto d’acquisto da parte dello stato spagnolo.

Come detto all’inizio, complessivamente vi sono esposte circa mille opere ed il tempo medio della visita è attorno alle due ore e mezza.

Tra le scuole e gli stili artistici maggiormente rappresentati figurano gli artisti primitivi italiani, il Rinascimento tedesco, la pittura americana (secolo XIX), l’impressionismo, l’espressionismo tedesco e le avanguardie del secolo XX.

Al momento della stesura dell’articolo (marzo 2024) lo spazio museale risulta così suddiviso:

  • piano terra, collezione Carmen Thyssen con accesso incluso nel biglietto standard;
  • primo piano, dall’Impressionismo al secolo XX;
  • secondo piano, dal secolo XIII fino all’inizio del secolo XIX.

 

 

Primo piano

Il mio percorso di visita in realtà è cominciato dal primo piano. Qui vi sono esposte opere della Pop Art e del fotorealismo statunitensi, del surrealismo, del cubismo, dell’espressionismo e dell’impressionismo.

Nelle foto che seguono ho fatto una selezione tra i quadri degli artisti che mi sono piaciuti di più: Davis, Dalí, Cézanne, Chagall e Gauguin.

Opere esposte al Thyssen di Madrid: "Pochade" di Stuart Davis
“Pochade” – Stuard Davis
Cosa vedere nel Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid e come risparmiare
“Sogno causato dal volo di un’ape intorno a una melagrana un attimo prima del risveglio” – Salvador Dalí, 1944
Opere surrealiste da vedere al Museo Thyssen di Madrid: Cézanne, Dalí, Miró e Magritte
“Uomo seduto” – Paul Cézanne, 1905-1906
Opera "La Madonna del villaggio" di Chagall al Museo Thyssen di Madrid
“La Madonna del villaggio” – Marc Chagall
Opere di Gauguin esposte in Europa: "Strada di Rouen" al Thyssen-Bornemisza di Madrid
“Strada di Rouen” – Paul Gauguin, 1884

 

 

Secondo piano

Dopodiché, al secondo piano trovano spazio alcuni dei massimi rappresentanti dell’arte medievale, una serie di ritratti del secolo XV e le opere dei secoli XVI e XVIII.

Tra i pittori presenti vi sono Ghirlandaio, Canaletto, Tiepolo, Hackert e Rembrandt.

"Ritratto Giovanna degli Albizzi" del Ghirlandaio - Museo Thyssen di Madrid
“Ritratto Giovanna degli Albizzi” – Domenico Ghirlandaio, 1489-1490
Opere esposte al Thyssen di Madrid: "Canal Grande dal Campo di San Ivo" di Canaletto
“Canal Grande dal Campo di San Ivo” – Canaletto, Museo Thyssen-Bornemisza (Madrid)

 

 

Piano Terra

L’ultimo ambiente che ho visitato è quello che dal 2022 ospita la collezione Carmen Thyssen. Essa comprende quasi 200 quadri risalenti ai secoli XVII-XX di artisti del calibro di Canaletto, Van Dyck, Monet, Gauguin e Miró.

Opere di Monet al Museo Thyssen di Madrid: "Bassa marea a Varengeville", 1882
“Bassa marea a Varengeville” -Claude Monet, 1882
"Pittura" di Miró esposta nella Collezione Carmen Thyssen di Madrid
“Pittura” – Miró, 1936

Infine, qualche breve informazione pratica sul Museo Thyssen-Bornemisza.

È possibile noleggiare l’audioguida mentre all’interno delle varie sale della collezione permanente sono presenti dei pannelli informativi in spagnolo ed inglese. È consentito scattare fotografie ma senza flash.

All’ingresso, subito dopo i controlli, sulla destra si trova il guardaroba gratuito per giacche, zaini e borse. In loco vi sono un negozio di souvenir ed un bar.

(Visited 48 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali