Toledo (Spagna centrale), cosa fare e vedere in un giorno nella “Città delle 3 culture” partendo da Madrid

Capoluogo dell’omonima provincia della Comunità Autonoma di Castiglia-La Mancia, nonché sede dell’arcidiocesi più importante della nazione, Toledo vanta oltre 2.000 anni di storia e l’immenso patrimonio artistico-culturale che conserva le è valso il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO nel 1986.

Soprannominata la “Città delle 3 culture” per via della lunga convivenza tra cristiani, ebrei e musulmani, Toledo è una delle località più conosciute e visitate della Spagna ed è la meta ideale per un’escursione coi mezzi pubblici da Madrid dato che dista meno di 70 Km.

 

 

 

 

 

Toledo, i luoghi di maggior interesse da non perdere in un giorno

Città di epoca romana, capitale del regno visigoto, avamposto militare dell’Emirato di Cordoba, dominio cristiano dal 1085 e capitale dell’impero spagnolo fino al 1561. Inoltre, a Toledo ha vissuto El Greco, pittore considerato tra i più importanti del tardo Rinascimento Spagnolo e capostipite del “Siglo de Oro”.

Una giornata intera permette di conoscere quello che è uno dei maggiori patrimoni monumentali d’Europa, trascorrervi invece un weekend intero sarebbe l’ideale per godersi il fascino by night del capoluogo della Castiglia-La Mancia e per approfondirne la conoscenza.

L’itinerario proposto si snoda tra i luoghi principali del centro storico di Toledo ed alcuni dei suoi belvedere più suggestivi. Al termine trovate tutte le informazioni utili sui collegamenti da/per Madrid.

 

 

 

 

Percorso panoramico attorno alla città, il Mirador del Valle e la “Piedra del Rey moro”

Punto di partenza è la stazione ferroviaria di Toledo, distante una decina di minuti a piedi (700 m) dal centro storico cinto tra le mura, sviluppatosi sulla cima di una collina affacciata sul fiume Tago. Dal piazzale antistante l’edificio partono i bus turistici Hop-on Hop-off che conducono alle porte del cuore medievale della città.

Una delle vie di accesso più frequentate è tramite il Puente de Alcántara, un’opera di epoca romana (103-104 D.C.) che ha subito danni e conseguenti modifiche strutturali nel corso dei secoli, come ad esempio l’arco trionfale in stile barocco del 1721. Il ponte è stato dichiarato Monumento Nazionale nel 1921.

Cosa vedere a Toledo in un giorno da Madrid: il "Puente de Alcántara"
Ponte di Alcántara – Centro storico di Toledo, Castiglia-La Mancia

Proseguendo invece lungo il marciapiede che costeggia la strada principale, dopo 20-25 minuti si raggiunge l’Eremo della Virgen del Valle. Eretto nel secolo XVII, è ancora oggi una meta di pellegrinaggio assai popolare, specie in occasione della giornata – 1 maggio – dedicata alla Madonna del Valle (in spagnolo la doppia “ll” si pronuncia come “gl” in italiano). La chiesa è piccola ma suggestiva, immersa nel verde e dotata di una terrazza che offre uno degli scorci migliori di Toledo.

Panorama dall'Ermita del Valle di Toledo - Castiglia-La Mancia, Spagna centrale
Accesso all’Eremo del Valle – Toledo, Spagna centrale

La vista completa della città spagnola la si ha però dalla “Piedra del Rey Moro”, una formazione geologica dalla forma piuttosto particolare che per questo è divenuta una leggenda.

Si dice infatti che, a seguito della conquista di Toledo da parte dei cristiani, il principe musulmano Abu-Walid radunò qui le truppe con la speranza di poter recuperare la salma della donna di cui si era innamorato, Sobeyha, sorella dell’ex governatore arabo.

Purtroppo, Abu-Walid perse la vita durante uno scontro con l’esercito cristiano e la roccia altro non sarebbe che lo stesso principe il quale, in questo stato, può contemplare per l’eternità la città dove visse e morì la donna della sua vita.

Il punto d’accesso è in corrispondenza dello spiazzo sterrato che si trova subito dopo l’incrocio passato l’eremo. Non potete arrivarvi in auto dato che sareste contromano, conviene quindi parcheggiare lungo la strada principale. Si impiegano circa 15-20 minuti, consigliato avere delle scarpe adeguate dato che si cammina su terreno e pietre irregolari. Un piccolo sforzo che tuttavia verrà pienamente ricompensato dalla vista a 360° su Toledo ed il territorio circostante, dove spiccano il Castello di San Servando (non visitabile in quanto adibito ad albergo) e l’imponente Residenza Militar Los Alijares.

Vista panoramica su Toledo dalla "Piedra del Rey moro", sopra l'Ermita del Valle
Panorama di Toledo dalla “Piedra del Rey Moro”

Scesi nuovamente all’eremo, si prosegue seguendo le indicazioni per il centro storico ed in circa 30 minuti si raggiunge il Puente de San Martín, situato esattamente dal lato opposto rispetto a quello de Alcántara. Eretto nella prima metà del secolo XIV in sostituzione di un precedente ponte di barche di epoca araba, serviva come collegamento per i traffici commerciali tra Toledo e l’Estremadura. Anch’esso è stato dichiarato Monumento Nazionale nel 1921.

*Se non volete fare a piedi l’intero percorso indicato fino a qui, personalmente sconsigliato in estate per il troppo caldo, potete prendere il bus turistico dalla stazione ferroviaria. Esso infatti transita per questa strada con fermate nei pressi dell’Eremo del Valle e del ponte di San Martín. Per maggiori dettagli su orari e biglietti vi rimando a questa pagina.

Accessi pedonali al centro storico UNESCO di Toledo: Puente de San Martín
Ponte di San Martín – Toledo, Castiglia-La Mancia

 

 

 

 

Il Quartiere Ebraico, il Monastero di San Juan de los Reyes e la Sinagoga de Santa María La Blanca

Attraversato il ponte si accede al centro storico di Toledo, nel quale l’originale tracciato medievale è rimasto intatto con piazze e templi religiosi che si perdono tra i numerosi vicoli che lo compongono. Non mancano i negozi di souvenir e soprattutto le botteghe artigianali dove acquistare prodotti tipici di tutti i generi, dalle spade al marzapane.

La visita comincia quindi esplorando il quartiere ebraico, che racchiude una delle tre anime del borgo spagnolo. Subito lo sguardo è attirato dal maestoso Monastero di San Juan de los Reyes, uno dei massimi esempi di architettura gotica di influsso fiammingo. Venne eretto dai Re Cattolici per commemorare la vittoria della battaglia di Toro del 1476 ed i rispettivi scudi celebrativi sono gli elementi decorativi che compongono la cappella maggiore. La chiesa è composta da una navata unica ed è sormontata da una cupola a stella, il chiostro è in stile tardo gotico con soffitto del secondo piano in stile mudéjar.

Il monastero è visitabile tutti i giorni della settimana, dalle 10 alle 17:45 in inverno e dalle 10 alle 18:45 in estate. Il costo è di 2,80€. L’ingresso è incluso per i possessori della Toledo Card.

*Gli orari e le tariffe indicate nell’articolo si riferiscono al settembre 2021, per eventuali variazioni suggerisco di controllare il sito dell’ente del turismo di Toledo (in spagnolo).

"Città delle 3 culture" - Cosa vedere a Toledo in un giorno da Madrid
Quartiere ebraico di Toledo e Monastero di San Juan de los Reyes – Castiglia-La Mancia, Spagna centrale

Proseguendo su calle de los Reyes Católicos si incontra un capolavoro dell’architettura mudéjar, ovvero la Sinagoga di Santa María La Blanca. Risalente al 1180, venne ricostruita nel secolo XIII e poi riconvertita in luogo di culto cristiano a partire dal 1405. L’ambiente interno è suddiviso in 5 navate, separate da pilastri con archi rialzati e capitelli con raffigurate delle pigne.

L’antica sinagoga è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17:45 (inverno) e dalle 10 alle 18:45 (estate). L’ingresso generale costa 3€, ridotto 2,50€, gratis invece per chi possiede la Toledo Card.

 

 

 

 

I dintorni della Chiesa di Santo Tomé 

Camminando lungo la via principale si giunge nei pressi di una piazza alberata con chiosco, bagni pubblici ed una terrazza panoramica sul fiume Tago. A pochi passi di distanza si possono visitare la Sinagoga del Tránsito, eretta nel secolo XIV ed emblema dell’arte ispano-ebraica, ed il vicino Museo di El Greco, inaugurato nel 1911 e custode di un’ampia collezione di sue tele, in particolare quelle risalenti all’ultimo periodo.

Avendo relativamente poco tempo a disposizione e complici gli ingressi scaglionati a causa delle misure anti-Covid, ho tirato dritto verso la mia prossima tappa.

Gli appassionati di El Greco possono ammirare una delle sue opere più famose – “La sepoltura del Conte di Orgaz” – nella Chiesa di Santo Tomé, facilmente individuabile da lontano grazie alla torre mudéjar del secolo XIV.

Il tempio è accessibile da mercoledì a domenica con i seguenti orari: 10-14 e 15-18:45 (mer-ven) e 10-18:45 (sab-dom). I biglietti d’ingresso costano 3€, i bambini fino a 10 anni non pagano, così come i titolari della Toledo Card.

Cosa vedere a Toledo in poche ore: Iglesia de Santo Tomé con tela di El Greco
Ingresso alla Iglesia de Santo Tomé – Toledo, Castiglia-La Mancia

 

 

 

 

 

La Cattedrale di Toledo

Pur addentrandosi nelle viuzze del centro storico, le indicazioni per i monumenti di maggior interesse non mancano e così si impiegano pochi minuti per arrivare al cuore religioso della città.

La Cattedrale primaziale di Santa María, considerata il capolavoro dello stile gotico in Spagna, è stata edificata tra il 1226 ed il 1493 sulle fondamenta di una moschea musulmana che, a sua volta, sorgeva sui resti di una chiesa del secolo VI. Osservandola dalla piazza su cui sorgono anche il municipio ed il palazzo arcivescovile, salta all’occhio la presenza di una torre campanaria da una parte e la cupola ottagonale della cappella Mozarabica dall’altra.

Gli spazi interni custodiscono a loro volta una ricca serie di opere d’arte. Ad esempio, nella sacrestia si possono contemplare diverse tele di Luca Giordano ed El Greco, il coro della cattedrale (Capilla Mayor) è maestoso e risultato dell’intervento di numerosi scultori, architetti e pittori di prim’ordine; non mancano i sepolcri di sovrani spagnoli mentre la già citata cappella Mozarabica venne progettata dal figlio di El Greco.

Per quel che concerne gli orari di apertura, da lunedì a sabato dalle 10 alle 18 mentre la domenica dalle 14 alle 18. I biglietti d’ingresso costano 10€, 9€ per gli over 65 mentre sono gratis per i minori di 12 anni;

L’entrata alla cattedrale è tra i servizi inclusi nella Toledo Card, assieme alla visita guidata di un’ora (in inglese/spagnolo).

Informazioni per visitare la Cattedrale di Santa María di Toledo | Castiglia-La Mancia, Spagna del centro
Cattedrale di Toledo – Spagna centrale

 

 

 

 

 

L’Alcázar di Toledo

L’imponente fortezza è situata nella parte più elevata del colle (548 m) e per questo è ben visibile già da diversi chilometri di distanza.

Le attuali facciate rinascimentali non devono trarre in inganno, infatti la struttura originale risale all’epoca romana. Venne poi rimaneggiata dai musulmani e, successivamente, da Carlo V nel corso del secolo XVI. Egli infatti fece distruggere quasi completamente l’esistente edificio medievale per poter erigere una nuova residenza degna di un sovrano come lui. Nel corso dei secoli venne adibita a prigione, quartiere militare ed accademia di fanteria. Venne anche danneggiata svariate volte, a causa di incendi provocati dai bombardamenti durante la Guerra di Secessione, la Guerra di Indipendenza ed infine la Guerra Civile Spagnola.

I lavori di ricostruzione cominciarono a partire dal 1940, attualmente accoglie la Biblioteca della Castiglia-La Mancia ed il Museo dell’Esercito. Quest’ultimo è visitabile da martedì a domenica, dalle 10 alle 17. L’ingresso all’esposizione permanente costa 5€, l’accesso al resto della sale (compresa la biblioteca) è sempre gratuito.

Nei pressi dell’Alcázar si trova la fermata dell’autobus turistico di Toledo mentre, per avere una bella vista dell’intero complesso, suggerisco di attraversare la strada e scendere la scalinata che conduce ai giardini panoramici, protesi sul fiume Tago.

Alcázar di Toledo: storia e cosa vedere - Gita da Madrid in Castiglia-La Mancia
Alcázar di Toledo

 

 

 

 

 

La Chiesa di Sant’Ildefonso

Conosciuta come Chiesa dei Gesuiti, è un tempio barocco intitolato al santo patrono della città. La sua costruzione iniziò nel 1629, sul luogo dove sorgeva la casa natale di Sant’Ildefonso, e se ne occuparono alcuni membri dell’alta aristocrazia spagnola. L’opera venne ultimata nel 1765, due anni prima della cacciata dei Gesuiti dalla Spagna per ordine del Re Carlo III. La compagnia si riappropriò della chiesa soltanto nel secolo XX.

Chiesa dei Gesuiti di Sant'Ildefonso nel centro storico di Toledo - Spagna centrale
Navata interna della Chiesa dei Gesuiti di Toledo (Spagna centrale)

L’ingresso costa 3€ – gratuito per i minori di 10 anni – e comprende la salita sulla torre campanaria. Fatti i 130 scalini o poco più, lo sforzo viene ripagato dalla splendida vista panoramica su Toledo, in particolare sull’Alcázar e la Cattedrale.

La Chiesa dei Gesuiti è aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 18:45 (aprile-settembre) e dalle 10 alle 17:45 (ottobre-marzo).

Migliori viste panoramiche a Toledo: campanile della Chiesa dei Gesuiti di Sant'Ildefonso
Panorama dalla torre campanaria della Chiesa dei Gesuiti di Toledo – Castiglia-La Mancia, Spagna del centro

 

 

 

 

 

I dintorni di Plaza de Zocodover e la Moschea del Cristo de la Luz

A pochi passi dall’Alcázar, la Piazza di Zocodover è da sempre il centro commerciale di Toledo nonché il ritrovo principale dei suoi abitanti e dei turisti che arrivano a piedi dal Ponte di Alcántara oppure dalla Porta Nuova della Bisagra (di origine musulmana, ricostruita in stile rinascimentale nel secolo XVI).

L’architetto Juan de Herrera si occupò della realizzazione di parte di questo spazio pubblico durante il regno di Filippo II, nella seconda metà del ‘500.

Oggi, qui si svolgono il mercato settimanale oltre ad una vasta serie di eventi e celebrazioni. Zocodover è altresì il punto di partenza dell’itinerario classico alla scoperta del centro storico della città spagnola. Si possono raggiungere ad esempio i siti archeologici di epoca romana, con i resti delle terme e delle grotte di Hércules, quest’ultime situate al di sotto di una ex-chiesa. Purtroppo, essendo domenica, ambedue i luoghi erano chiusi al pubblico.

Cosa vedere a Toledo in un giorno: Plaza de Zocodover
Piazza de Zocodover – Centro storico di Toledo

La tappa conclusiva della giornata è stata la Moschea del Cristo de la Luz, edificio risalente al 999 e per questo considerato il monumento più antico di Toledo. Esso, ancora oggi conserva il medesimo aspetto originale, un caso unico in tutta la città. Costruita esclusivamente con mattoni e piccole pietre, la costruzione si ispira chiaramente alla Mezquita di Cordoba. Quando venne convertita in tempio cristiano, l’adozione dello stile mudéjar permise una certa coerenza architettonica tra la struttura preesistente ed i nuovi spazi quali il transetto e l’abside.

L’espressione Cristo de la Luz – “Cristo della Luce” – si rifà alla leggenda secondo cui fu proprio una scia di luce a consentire al Re Alfonso VI di scoprire un’immagine di Cristo crocifisso rimasta nascosta per secoli.

L’antica moschea è aperta tutti i giorni, dalle 10 alle 18:45 (marzo-ottobre) e dalle 10 alle 17:45 (ottobre-febbraio). Chiude dalle 14 alle 15:30 da lunedì a venerdì. Il biglietto costa 3€, è gratuito per i minori di 10 anni.

Luoghi più suggestivi di Toledo: ex Moschea del "Cristo della Luce" - Castiglia-La Mancia, Spagna centrale
Mezquita del Cristo de la Luz – Toledo, Spagna centrale

 

 

 

 

 

Come arrivare a Toledo da Madrid e tour guidati di un giorno dalla capitale spagnola

Come scritto all’inizio dell’articolo, circa 70 Km separano Toledo e Madrid e perciò è una delle mete consigliate per una gita fuori porta. Inoltre, le due città sono collegate molto bene dai mezzi pubblici e pertanto non serve l’auto per spostarsi.

Gli autobus partono dalla stazione di Piazza Elíptica (linee 6-11 della metropolitana) e raggiungono la stazione degli autobus di Toledo in circa 60 minuti. Essa si trova alle porte del centro storico della città, a meno di 20 minuti a piedi dalla Plaza de Zocodover.

L’alternativa sono i treni che partono dalla stazione di Madrid Puerta de Atocha, una soluzione più veloce (30-33 minuti di viaggio) ma anche più costosa, circa 22€ a/r anziché gli 11€ dell’autobus. Nonostante la differenza di prezzo, personalmente preferisco il treno perché ci si mette in viaggio direttamente dal centro di Madrid, Plaza Elíptica si trova invece in una zona periferica della città. La stazione ferroviaria di Toledo dista una ventina di minuti a piedi dalla piazza di Zocodover ed è un gioiellino architettonico, specie l’atrio.

Informazioni escursione a Toledo coi mezzi pubblici da Madrid (Spagna centrale)
Atrio della stazione ferroviaria di Toledo

Dal piazzale antistante l’edificio arrivano/partono i bus turistici hop-on hop-off che consentono di raggiungere il centro storico in pochi minuti.

Potete confrontare orari e tariffe di treni ed autobus – ed acquistare i titoli di viaggio – in questa pagina.

 

Un’altra possibilità per visitare Toledo è quella di partecipare ai tour guidati da Madrid, in spagnolo oppure inglese. A queste attività ho dedicato un articolo specifico che potete leggere qui, di seguito invece vi elenco le escursioni organizzate dedicate esclusivamente alla “Città delle 3 culture”:

 

 

(Visited 48 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali