Panorama della baia di Lerici, del castello e del porticciolo turistico - Golfo dei Poeti

Lerici (Liguria di levante), cosa vedere in un giorno nella “Perla del Golfo dei Poeti” in provincia di La Spezia

Situata tra le Cinque Terre e la Versilia, in uno degli angoli più affascinanti della Liguria, Lerici si affaccia sul Golfo dei Poeti e comprende le frazioni di San Terenzo e Tellàro, quest’ultima inserita tra i “Borghi più belli d’Italia”.

Facente parte del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra-Vara, l’antico borgo ligure vanta anche un importante patrimonio storico-culturale che la rende una meta popolare tutto l’anno.

 

 

 

Cosa fare e vedere a Lerici in 24 ore

La grande bellezza della cittadina non è passata inosservata, neanche nelle epoche più lontane. Difatti, Dante Alighieri la cita nella sua Divina Commedia:

Tra Lerice e Turbìa la più diserta,
la più rotta ruina è una scala,
verso di quella, agevole e aperta.

(Purgatorio, canto III)

Lerici viene menzionata anche da Francesco Petrarca

Per chi solca il mare sorgono dalla costa l’isola e il porto caro a Venere, a cui è contrapposto il fortissimo Lerici italico, che conserva il nome della sicula riva. (Africa, VI)

… e nel Decamerone di Boccaccio:

sopra una galeotta ben armata, se ne venne a Lerici; dove, ricevuto da Currado [Malaspina] con tutta la sua brigata n’andò a un Castel di Currado non molto quivi lontano, dove la festa grande era apparecchiata.

(Giornata II, novella 6)

Avvicinandoci ai giorni nostri, poeti internazionali del calibro di Byron, Shelley e sua moglie Mary, David Lawrence e Virginia Woolf hanno visitato e soggiornato nella località del golfo spezzino.

 

 

Da San Terenzo a Lerici

Il mio tour comincia da San Terenzo, frazione occidentale di Lerici della quale parlo dettagliatamente in questo articolo.

Le due località sono collegate dalla “passeggiata da Castello a Castello”, così chiamata perché si snoda lungo un tratto di costa delimitato ai due estremi dalle fortezze erette a difesa dei rispettivi centri abitati.

Inoltre, durante il cammino si incontrano alcuni dei luoghi legati a poeti e scrittori che hanno frequentato sia San Terenzo che Lerici tra ‘800 e ‘900. È il caso ad esempio dell’Hotel Shelley (ex Hotel delle Palme), dove soggiornarono Henry James, nel 1877, e D. H. Lawrence, nel 1913.

Essa si affaccia direttamente sulla spiaggia, con i suoi muri scrostati ed una loggia ad archi aperta su una piccola terrazza dal parapetto rustico che, quando soffia il vento, si ricopre degli spruzzi salmastri del mare. Il posto è assolutamente solitario, arso dal sole, dalla brezza e dalla brina e molto vicino alla natura, in perfetta sintonia con la passione di Shelley.

Henry James

Hotel Shelley, passeggiata lungomare di Lerici - La Spezia, Liguria
“Passeggiata da Castello a Castello” – Hotel Shelley, Lerici

 

 

Piazza Garibaldi ed il centro storico di Lerici

Dal lungomare si giunge direttamente in Piazza Giuseppe Garibaldi, punto di accesso al borgo antico di Lerici.

Si osserva da vicino la tipica architettura ligure, contraddistinta da case addossate le une alle altre e con le facciate dalle tonalità pastello. Una di queste ospitava una volta l’Hotel Croce Bianca, dove Lord Byron soggiornò per qualche giorno a fine settembre 1822.

Volgendo lo sguardo all’orizzonte, ecco la fortezza che domina maestosa il promontorio e le tantissime imbarcazioni ormeggiate nel porticciolo turistico.

Tour del Golfo dei Poeti in Liguria - Piazza Garibaldi a Lerici
Piazza Giuseppe Garibaldi – Lerici, provincia di La Spezia
Panorama della baia di Lerici, del castello e del porticciolo turistico - Golfo dei Poeti
Lungomare e porticciolo di Lerici – Golfo dei Poeti, Liguria

Sulla piazza si affacciano l’Oratorio di San Rocco, edificato nel secolo XIII ed ampliato nella prima metà del ‘500, e Via Andrea Doria, conosciuta anticamente come La Carpaneta. Venne ribattezzata così quando vi si stabilì l’ammiraglio genovese, che proprio in quel periodo decise di schierarsi con la Spagna tradendo quindi i francesi. La scelta della dimora fu strategica, dal momento che gli permetteva di raggiungere il castello dove si rifugiò per sfuggire alla cattura da parte degli ex alleati guidati da Francesco I.

Oggi, tramite Via Doria gli escursionisti possono raggiungere Serra e Tellaro.

—> Cosa fare e vedere a Tellaro in poche ore <—

Via Andrea Doria (Carpaneta) - Sentiero da Lerici a Serra e Tellaro (Liguria)
Via Andrea Doria – Lerici, Golfo dei Poeti

Uno degli angoli più caratteristici del borgo antico di Lerici è senza dubbio Piazza Mottino, che prende il nome dalla famiglia composta da prelati, ammiragli e letterati.

Anticamente, qui arrivava il mare ed era il punto di accesso al Borgo Pisano, realizzato da Pisa nel 1241. Pochi anni dopo, nel 1256, per poter conquistare Lerici, la Repubblica di Genova dovette abbattere una porzione della cinta muraria (successivamente ricostruita). Una parte del borgo venne danneggiata dai tedeschi nel 1944, creando così l’attuale piazzale del molo.

Piazza Mottino, Borgo Pisano - Centro storico di Lerici (Liguria)
Piazza Mottino e Borgo Pisano – Lerici, Golfo dei Poeti

 

 

Salita al Castello di Lerici

Ricordo ben pochi episodi del mio viaggio in Italia più vicini al mio cuore di quanto lo sia stato quel perfetto pomeriggio d’autunno: la sosta di mezz’ora sulla piccola e fatiscente terrazza della villa, l’ascensione fino all’antico castello che domina Lerici, in modo singolarmente felice, la passeggiata piena di meditazioni nella luce che si affievoliva, sulla terrazza ricoperta di viti che guarda verso il tramonto

Henry James

La fortezza, simbolo di Lerici, è raggiungibile comodamente tramite l’ascensore e la scalinata situate lungo il molo. Una valida alternativa è salire dal centro storico percorrendone i classici caruggi liguri, ossia le viuzze che si fanno largo tra le file di case ammassate le une alle altre. Vi sembrerà di perdervi in questo intricato dedalo urbano ma non abbiate paura, basta continuare l’ascesa fino ad incrociare Via Revellino che conduce in Piazza San Giorgio.

Come si arriva al Castello di Lerici? Tour del Golfo dei Poeti in Liguria
Salita al Castello di Lerici – Golfo dei Poeti, provincia di La Spezia

Essa è una meravigliosa terrazza panoramica sul Golfo dei Poeti, con scorci da cartolina su San Terenzo, le calette di San Giorgio, il promontorio di Maralunga, l’isola Palmaria e Portovenere all’orizzonte.

Un nirvana tra mare e cielo, tra le rocce e la montagna verde.

Mario Soldati

Escursione a Lerici, nel Golfo dei Poeti lungo la riviera ligure di levante
Baia di Lerici, panorama dal Castello di San Giorgio – Levante ligure

Il Castello San Giorgio di Lerici è di epoca medievale, il nucleo originale infatti venne eretto dai pisani nel 1241. Con la loro sconfitta nel 1256 ai danni dei genovesi, il borgo venne invaso e conquistato dalla Repubblica. Il complesso militare, opportunamente rinforzato in seguito alla scoperta della polvere da sparo, servì come prigione per personaggi illustri, come ad esempio il Re di Francia Francesco I nel 1525.

Tra i reclusi vi fu pure Andrea Doria, egli infatti si rifugiò qui nel 1528 per sfuggire alla cattura da parte dell’esercito francese dopo la sua decisione di passare al servizio di Carlo V di Spagna.

Osservando la struttura sono ancora visibili le tracce degli interventi apportati nel corso dei secoli. Purtroppo non ho potuto visitare gli interni perché chiusi per manutenzione (maggio 2021). Ad ogni modo, attualmente il castello viene utilizzato per mostre, manifestazioni ed iniziative culturali di altro genere.

Per informazioni sugli orari di apertura e le tariffe di ingresso vi rimando alla pagina dedicata sul sito di Lerici Coast.

Monumenti di Lerici - Castello di San Giorgio, Golfo dei Poeti
Castello di San Giorgio a Lerici – Liguria

 

 

Galleria Padula

Attraversata la strada dando le spalle al Comune di Lerici si giunge all’imbocco di questo tunnel, costruito nella Seconda Guerra Mondiale e destinato a ricovero pubblico.

La Galleria Padula serviva quindi come riparo per la popolazione durante gli attacchi aerei, si estendeva tra Via Gerini e Via Cavour e prevedeva una capienza massima di 2100 persone. Nonostante i lavori non siano mai stati portati a termine, ancora oggi sono ben visibili alcune delle particolarità di questo genere di strutture, come ad esempio il camino di areazione centrale.

Nel 2019 sono stati effettuati una serie di lavori di ristrutturazione per la valorizzazione della galleria come luogo della memoria collettiva. I pannelli informativi raccontano la storia e le caratteristiche di questo e degli altri rifugi antiaerei progettati nella provincia di La Spezia.

Luoghi insoliti a Lerici - Galleria Padula, vicino al Comune
Galleria Padula – Centro storico di Lerici

 

 

Chiesa parrocchiale di San Francesco

Percorsa per intero la Galleria Padula, una volta sbucati in Via Cavour si può proseguire verso sinistra fino a raggiungere la Chiesa parrocchiale di San Francesco, la tappa finale del mio itinerario per Lerici.

L’edificio odierno risale al 1636 e sorge sulle fondamenta del tempio religioso innalzato nel secolo XIV, di cui rimane visibile una colonna sul sagrato. Aggiunte e modifiche successive sono il coro di fine ‘700, le decorazioni del soffitto del 1932 e la facciata in marmo del 1962.

Tra le opere di rilievo all’interno spiccano un crocifisso del 1300, la Madonna lignea del Maragliano ed il quadro della “Visitazione di Maria a Santa Elisabetta” realizzato da Giovanni Carbone, allievo di Van Dyck.

Cosa vedere nel centro storico di Lerici: Chiesa di S. Francesco
Chiesa di San Francesco – Lerici, Golfo dei Poeti

 

 

Le spiagge di Lerici

Caratterizzate da acque cristalline e premiate con la Bandiera Blu, le più accessibili sono quelle situate nei dintorni del centro urbano:

  • il Lido di Lerici, con stabilimento balneare;
  • spiagge di San Giorgio, libere e raggiungibili attraversando la galleria sotto il Castello San Giorgio;
  • Ciccillo a mare, stabilimento balneare sulla scogliera ai piedi del Castello di Lerici.

 

Non le ho inserite nell’elenco ma comunque non dimenticate quelle di San Terenzo, dove si può arrivare in autobus (linee L/S) oppure a piedi lungo la “Passeggiata da Castello a Castello”.

 

—> Dove dormire a Lerici <—

 

Spiagge più belle e libere nel Golfo dei Poeti: Spiagge di San Giorgio a Lerici
Spiagge di San Giorgio – Lerici, Liguria di levante

 

 

Come arrivare a Lerici in auto e coi mezzi pubblici

Valgono le stesse indicazioni fornite in questo articolo riguardante San Terenzo.

 

Per riassumere, in auto:

  • autostrada A12 (Genova-Livorno), uscita al casello di Sarzana;
  • autostrada A15 (La Spezia-Parma), uscita a La Spezia.

 

Per la questione parcheggi – sempre complicata in Liguria – consultate ZTL Lerici.

 

Coi mezzi pubblici è valida la combinazione treno+autobus dalle stazioni di Sarzana oppure da La Spezia Centrale, ancora meglio perché più servita. Orari e biglietti disponibili qui.

Gli autobus delle linee L/S collegano La Spezia e Sarzana passando per San Terenzo e Lerici. Vi sono svariate fermate dislocate sul lungomare del borgo ligure, quella principale è nei pressi del Comune di Lerici, da dove arrivano/partono anche le navette per Tellàro.

I titoli di viaggio vanno acquistati in anticipo, online oppure nei punti vendita autorizzati. Il costo è di circa 2€ (a maggio 2021) e devono essere convalidati nelle apposite macchinette a bordo dei mezzi.

Potete consultare gli orari su ATC La Spezia.

 

Infine, nella stagione estiva si può raggiungere Lerici in battello da La Spezia e Portovenere. Per tutti i dettagli su queste tratte vi rimando al sito di Navigazione Golfo dei Poeti.

 

(Visited 56 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali