I parchi di Londra: l'Azalea Walk in Holland Park

I parchi di Londra: Holland Park ed i suoi giardini




Dopo la mattinata trascorsa a spasso per Regents Park ho voluto dedicare il pomeriggio per un altro parco di Londra, l’Holland Park. Nonostante fossi già stato diverse volte nella capitale inglese, ammetto che non ero a conoscenza di questo parco ed averlo potuto visitare mi ha decisamente allietato la giornata. Sarà perché non c’era molta gente, sarà quindi per la pace ed il silenzio che vi regnano, sarà soprattutto per la magia dei colori autunnali: sta di fatto che mi sono innamorato di Holland Park e lo inserisco senza dubbio tra i miei luoghi preferiti della città.

 

I parchi di Londra: Holland Park ed i suoi Gardens

Si tratta del parco pubblico più alberato di Londra ed ospita una serie di giardini di differente provenienza che danno la possibilità di osservare specie diverse di alberi (e non solo). In mezzo a tanta natura si può osservare ciò che resta del castello di Holland House costruito nel 1607 in stile olandese; in realtà è rimasta in piedi soltanto l’ala orientale, ormai quasi mimetizzata con il paesaggio circostante.

Inoltre, non sarete soli mentre vi “perdete” nel parco: infatti, all’improvviso, sbucano dai prati o dai rami degli alberi tantissimi scoiattoli e, a patto che vi muoviate lentamente, si lasciano avvicinare in cambio di qualcosa da sgranocchiare. Ma non finisce qui, se si è un minimo fortunati si possono incrociare dei pavoni, una presenza inusuale a queste latitudini. Parchi di Londra: scoiattoli immortalati a Holland ParkTra le altre cose da segnalare ci sono un ostello della gioventù, una caffetteria, un ristorante belvedere, un gioco degli scacchi in formato maxi, una zona sportiva ed una grande area attrezzata per bambini. Il fatto che la maggior concentrazione di arbusti della City si trovi proprio qui rende Holland Park una meta assolutamente imperdibile per gli amanti del foliage: un’ubriacatura di colori vi circonderà dall’alto verso il basso in ogni direzione!

 

Il Kyoto Garden di Holland Park

All’interno del parco, più o meno al centro, si può visitare il suggestivo Kyoto Garden, il giardino giapponese inaugurato nel 1991 per commemorare la lunga amicizia tra i nipponici ed il Regno Unito. Sebbene non sia grandissimo, esso racchiude la flora tipica che si può ammirare in Giappone, con l’aggiunta di altri elementi caratteristici quali lanterne e monoliti in pietra, cascate e tanti pesci colorati. Accedere in quest’area vuol dire immergersi in un’atmosfera differente e ci si può rilassare e meditare con la sensazione per un attimo di essere stati catapultati dalla parte opposta del mondo. Parchi di Londra: cascata nel Kyoto Gardens di Holland Park

 

La Holland House nel cuore di Holland Park

Ricaricate le energie al Kyoto Garden la visita prosegue in direzione della già menzionata Holland House, costruita nei primi anni del ‘600 e gravemente distrutta dai bombardamenti nazisti del 1940. Oggi si possono ammirare soltanto l’ala est ed alcune rovine del piano terra. I parchi di Londra: i resti di Holland House, nel cuore di Holland ParkI dintorni del palazzo regalano scorci naturali davvero niente male, in particolare consiglio di lasciare l’edificio alle vostre spalle e percorrere “Azalea Walk” fino alla statua di Lord Holland: un sentiero breve ma che merita per rifarvi gli occhi osservando ogni sfumatura dell’autunno che colora la vegetazione ai lati del passaggio.

Dal monumento poi si snodano delle stradine che conducono verso angoli più appartati: non a caso Holland Park è considerato il parco più romantico di Londra anche per tale motivo. Inoltre, da queste parti è più facile incontrare ed avvicinare gli scoiattoli, sempre in cerca di nutrimento. I parchi di Londra: l'Azalea Walk in Holland Park

 

La Orangery di Holland Park

Nel cuore del parco londinese sorge questo elegante edificio in pietra e vetro, il luogo dove una volta si tenevano le feste e le serate speciali organizzate dai proprietari, i signori Holland. Il palazzo storico oggi viene utilizzato per ospitare delle gallerie d’arte temporanee oppure per celebrare i matrimoni civili. D’altronde, grazie anche ai giardini che la circondano, l’Orangerie è una location romantica che ben si presta a questo genere di eventi. Un mix di tonalità autunnali colora l’edera che copre una parte del porticato della struttura.

Nella parete all’interno di esso si possono osservare una serie di dipinti che rendono ancora più vivace l’ambiente: realizzati da Mao Wen Biao tra l’aprile 1994 ed il maggio 1995, illustrano come si svolgevano le feste a Holland Park attorno al 1870. I Parchi di Londra: l'Orangery di Holland ParkI Parchi di Londra: il palazzo dell'Orangery a Holland Park

 

Il Rose Garden ed il Dutch Garden di Holland Park

Il palazzo dell’Orangery è ubicato circa a metà strada tra il Rose Garden ed il Dutch Garden. Subito mi sono diretto al primo, il più vicino: in realtà, dato il periodo, c’è ben poco da vedere e non resta allora che immaginare lo spettacolo floreale ed i colori che caratterizzano la stagione primaverile. I Parchi di Londra: il Rose Garden di Holland ParkSorpassando l’Orangery in direzione nord si va al Dutch Garden, conosciuto pure come “Formal Garden“. Il giardino olandese è un angolo perfetto dove rilassarsi e fare un pic-nic seduti sulle panchine sparse tra le varie aiuole. Nel frattempo, se si è abbastanza fortunati, si può scorgere un pavone mentre passa vicino a voi e, perché no, immortalare la sua coda variopinta.

Anche in questo caso vale lo stesso discorso fatto per il Rose Garden: in mancanza di fiori si può fantasticare sui motivi floreali che animeranno la bella stagione e per il momento si nota ed apprezza l’attenzione ai dettagli e la cura dei giardini e delle siepi (tagliate e livellate alla stessa altezza). I Parchi di Londra: il Dutch Garden in Holland Park

 

La Holland Walk

Lo spettacolo è comunque assicurato, qui ed in tutto Holland Park, non appena si alza leggermente lo sguardo e si osservano le chiome degli alberi, ognuna così bella con le sue sfumature che quasi pare facciano a gara per essere la più suggestiva. E tale meraviglia della natura vi accompagna per tutta Holland Walk, il viale alberato che conduce in Kensington High Street, da dove la visita di Londra può proseguire. I Parchi di Londra: la Holland Walk a Holland Park

 

Come arrivare a Holland Park e gli orari di apertura/chiusura

Come in molti altri casi, la metropolitana di Londra è il mezzo migliore per girare la città e visitarne i luoghi più belli: mi raccomando, viaggiate con la Oyster Card e così risparmierete, specie se vi spostate fuori dalla zona n. 1, la più turistica! La fermata più comoda è proprio Holland Park (linea Central); in alternativa potete accedere al parco dal lato opposto scendendo a High Street Kensington (linee Circle e District).

Per quanto riguarda gli orari di apertura e chiusura di Holland Park, il parco è aperto tutti i giorni dalle 7:30 fino a 30 minuti prima del tramonto. Regolatevi quindi a seconda del periodo in cui venite a Londra: nel mio caso, inizio novembre, il sole tramonta presto, attorno alle 16-16:30.

Holland Park è stata una rivelazione, una piacevole scoperta di un luogo fuori dai classici tour di Londra. E ciò lo si comprende quando si passeggia per i sentieri oppure all’interno di uno dei giardini: si incontrano per lo più londinesi che vengono qui a fare una camminata rilassante godendosi e custodendo quasi “gelosamente” un ambiente ancora non invaso dal turismo di massa.

È proprio vero che Londra non smette mai di stupire, a chi è venuta voglia di aggiungere questa tappa per il prossimo viaggio nella capitale inglese?




(Visited 1.131 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali