Select Page

Lloret de Mar, le spiagge da non perdere per la vostra vacanza al mare in Spagna

Lloret de Mar, le spiagge da non perdere per la vostra vacanza al mare in Spagna


Dopo aver visitato il centro storico di Lloret de Mar non mi resta che dedicarmi all’esplorazione del suo litorale, caratterizzato da angoli naturali incontaminati e da spiagge con bandiera blu. Non ho avuto tempo di girarle tutte ma quanto ho visto è bastato per “rifarmi gli occhi”. In questo articolo però vi parlo non soltanto di natura ma anche di cucina e di sport.

 

Le spiagge di Lloret de Mar da vedere

Vi sono diversi sentieri, i caminos de ronda, che seguono il profilo della costa attraversando boschi e sfiorando i bordi delle scogliere. Percorrendoli si giunge in cale altrimenti irraggiungibili dove si rimane senza fiato davanti al color turchese dell’acqua.

 

La Playa de Lloret

È la spiaggia ubicata davanti al centro di Lloret ed è la più estesa. Sono disponibili vari servizi tra cui il parcheggio per le auto. Tradizionalmente, il tratto finale all’altezza di Passeig Agustí Font è quello frequentato dai giovani e dove girano i pr per distribuire inviti e riduzioni per le discoteche.

Due passi lungo la spiaggia di Lloret de Mar

 

Il Ristorante Can Bolet

Situato in carrer Sant Mateu 7, vicino sia al mare che alla zona della movida, Can Bolet è il ristorante più antico di Lloret e venne fondato nel 1961. Vi sono stato a pranzo il giovedì, il giorno che in Catalogna viene dedicato al riso. Ed allora indovinate il piatto principale… la paella! Era da un bel po’ che non la mangiavo e l’ho trovata una cannonata, ovviamente ho pulito il piatto e pure la padella 🙂

Il locale è uno dei classici da pausa pranzo, difatti a piano terra si sistemano i lavoratori, chi è proprio di fretta mangia direttamente dal balcone del bar al centro della stanza. Al primo piano invece vanno coloro che hanno più tempo, ad esempio io e Anna (la mia guida personale dell’ufficio turistico di Lloret). I tempi di attesa sono brevi ma ciò nonostante ho potuto dare un’occhiata ai tanti quadri appesi alle pareti che raccontano la Lloret del passato.

Consiglio questo posto a chi vuole mangiare bene, tipico, spendendo poco e desidera mescolarsi alla gente del posto.

Pranzo a base di paella al Ristorante Can Bolet di Lloret de Mar

 

La mia prima volta col Nordic Walking

Sulla passeggiata lungomare di Lloret sorge il Monumento de l’Esguard (foto scattata la sera), eretto nel 2000 per commemorare l’incontro internazionale dei tifosi del Barça tenutosi qui in città. Ciò spiega la palla, la quale richiama pure la sfera terrestre, e quindi il ruolo della località catalana come attrazione turistica mondiale.

Il Monumento de l'Esguard sul lungomare di Lloret de Mar, Costa Brava

Vicino al monumento incontro Lourdes, insegnante di Nordic Walking, un’attività sportiva nata nel nord Europa ed arrivata in Spagna da pochi anni. Fin dall’inizio Lloret si è fatta conoscere come destinazione adatta agli amanti della disciplina, grazie soprattutto al suo clima favorevole, ai sentieri presenti ed alla bellezza del paesaggio. La marcia nordica non è troppo difficile da imparare, è necessario soltanto fare un po’ di pratica con la coordinazione dei movimenti seguendo la tecnica degli sciatori di fondo. Consiste nel camminare nella maniera più naturale possibile usando due bastoncini appositi (non quelli da montagna!). Un esercizio svolto bene consente di allenare circa il 90% dei muscoli del nostro corpo e di migliorare la circolazione sanguigna. L’esperienza è stata positiva ed alla fine non ho sofferto molto per lo sforzo fisico, spero sinceramente di avere l’opportunità di ripeterla quanto prima.

 

Da Cala Banys a Playa de Fenals

L’itinerario della marcia nordica prevede di arrivare alla spiaggia di Fenals e poi tornare in centro (in 2 ore circa). Il sentiero si inerpica sulla scogliera lasciando la spiaggia di Lloret alle spalle. Raggiungiamo uno dei punti panoramici più suggestivi, ai piedi del Monumento a la Dona marinera. La statua, inaugurata nel 1966, raffigura una donna che saluta mentre guarda il mare davanti a sé. Il riferimento è a quando, nei secoli scorsi, gli uomini lasciavano Lloret per salpare verso le Americhe e le loro mogli rimanevano a casa. Nel corso degli anni si è tramandata una leggenda secondo la quale chi tocca con la mano il piede destro della donna e come lei osserva l’orizzonte, allora vedrà realizzarsi i desideri a cui sta pensando in quel momento.

Il Monumento a la Dona Marinera sulla costa di Lloret de Mar

Girato l’angolo si arriva a Cala Banys, una spiaggia rocciosa adatta specialmente per la pesca e per fare snorkeling.

Affacciato sulla baia vi è un bar che porta lo stesso nome. Aperto nei mesi estivi, è il luogo ideale per cercare un po’ di fresco e di silenzio dato che le compagnie numerose e rumorose non sono accettate. Cosa c’è di meglio che sorseggiare un drink in una terrazza naturale sul mare?

Scorcio di Cala Banys e dell'omonimo bar di Lloret de Mar

Vi si arriva a piedi ma c’è anche un comodo parcheggio appena dietro l’edificio. Da qui si può proseguire in cima alla collina, fino al Castell de Sant Joan. Esso è legato alla storia di Lloret ed allo sviluppo del primo nucleo urbano lungo la costa. Si hanno notizie certe della sua esistenza a partire dal 1079, quando venne consacrata la Cappella. Oggi il sito storico è aperto tutti i giorni in estate ed i weekend nel resto dell’anno. Questo è il punto più elevato toccato durante il percorso della marcia nordica.

Nordic walking lungo la costa di Lloret de Mar, SpagnaSalita al Castell de Sant Joan di Lloret de Mar

Da qui infatti scendo per raggiungere la spiaggia di Fenals, la seconda per estensione di Lloret de Mar. Come quella principale, vanta un mare tranquillo dal colore turchese. Alle sue spalle sorgono diversi hotel ed appartamenti ma, date le sue dimensioni, si trova posto piuttosto agevolmente anche in estate. Dalla parte opposta, passati i giardini di Santa Clotilde, si trovano ancora due spiagge, Sa Boadella e Santa Cristina, quest’ultima al confine con il territorio di Blanes.

La Playa Fenals di Lloret de Mar, Spagna

Playa Sa Caleta

Torniamo ora sul lungomare di Lloret per esplorare il litorale in direzione di Tossa de Mar. Anche questo tratto offre spiagge e cale da scoprire, incastonate in una cornice naturale dove l’intervento edilizio è stato fortunatamente limitato.

La prima sosta è nella piccola spiaggia Sa Caleta, dove vengono “ormeggiate” le piccole barche dei pescatori. La vista è dominata dal Castell d’En Plaja, una villa privata a strapiombo sul mare che nel corso degli anni è diventata una delle immagini da cartolina di Lloret de Mar. A proposito, sul marciapiede che conduce qui cercate il “marco“, una struttura a forma di cornice rivolta proprio verso il castello. Questo elemento è presente nelle località più note della Costa Brava, ad esempio Blanes, Tossa e Cadaqués, ed è posto vicino ai rispettivi luoghi simbolo.

Playa Sa Caleta ed il Castell d'en Playa di Lloret de Mar, Spagna

Alla fine della strada comincia il sentiero che “sfiora” il sito storico di Turó Rodó ed il Castello per poi proseguire lungo la costa. Io mi sono fermato all’inizio, all’altezza della Cala dels Frares, circondata quasi per intero dagli scogli. Lo scorcio migliore è però dall’alto, da dove si possono contemplare l’acqua cristallina e la scalinata nella roccia.

Scalinata verso Cala dels Frares a Lloret de Mar, Spagna

 

Playa de Canyelles

È l’ultima spiaggia che ho visto ed è pure quella più lontana dal centro di Lloret. Vi si arriva in macchina deviando dalla strada che porta a Tossa de Mar.

Guardando il paesaggio ai due lati della costa, emerge chiaramente il contrasto tra l’area in cui è stato concesso costruire ville e condomini (forse anche troppo!) ed il versante protetto dove la vegetazione può crescere rigogliosa.

Playa de Canyelles a Lloret de Mar, SpagnaSpiaggia Canyelles e l'area protetta di Lloret de Mar

 

Ristorante Cala Canyelles

Proprio davanti alla spiaggia, attrezzata con tanto di giochi per bambini, si trova il rinomato Ristorante Cala Canyelles dove ho pranzato ancora una volta in compagnia di Anna.

Abbiamo iniziato con un bicchiere di vino come omaggio della casa a cui è seguito l’immancabile jamón ibérico. Il menù del giorno include un mix di piatti di pesce di carne della tradizione mediterranea utilizzando prodotti freschi di giornata. Le porzioni sono state più che generose e così dopo pranzo ho fatto due passi “digestivi” sulla spiaggia a cui si accede direttamente dalla terrazza del locale.

Aperitivo al Ristorante Cala Canyelles di Lloret de Mar, SpagnaCarne alla brace al Ristorante Cala Canyelles di LloretLa terrazza vista mare del Ristorante Cala Canyelles di Lloret de Mar

A Canyelles termina il mio itinerario per la costa, tra le cale e le spiagge di Lloret de Mar. Non oso immaginare l’afflusso di turisti che d’estate occupano fino all’ultimo metro disponibile. Al contrario, a marzo non c’è praticamente nessuno ed io, come fanno gli abitanti, ne ho approfittato per godermi in pieno relax il paesaggio e l’acqua cristallina del mare.

Come per la visita del nucleo antico della città, anche in questo caso ringrazio l’ufficio del turismo di Lloret per la collaborazione – in particolare Anna, Bibiana – e Lourdes – per avermi fatto scoprire ed insegnato le basi della marcia nordica.


Bus Aeroporto Barcellona Costa Brava

(Visited 86 times, 4 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

“Visit Britain Online Shop” official Partner

Categorie

Socio AITB

I miei prossimi viaggi

7-17 giugno: Perthshire (Scozia) --> #checkinScozia

12-19 luglio: Ellmau e dintorni --> #checkinTirolo

22-25 agosto: Fringe Festival di Edimburgo --> #checkinScozia

20-27 settembre: tour della Galizia + Vigo --> #checkinGalizia

Seguitemi su Bloglovin!

Follow

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

Per rimanere sempre aggiornati sui contenuti del blog

error: Content is protected !!