Vacanza estiva per persone con disabilità: come muoversi e strutture accessibili

Le esigenze di un disabile in carrozzina durante le vacanze estive, dai mezzi di trasporto alle strutture accessibili

L’estate è quel periodo dell’anno spesso caratterizzato da alcune prerogative come relax, ferie e quindi vacanze. Dovrebbe essere un diritto di tutti ma in realtà non è proprio così. Infatti per tantissime persone affette da disabilità motoria, la vacanza può risultare spesso un lontano ed irraggiungibile miraggio. Molte strutture come case vacanza, hotel e stabilimenti balneari non sono adeguatamente preparate per l’accessibilità e per favorirne quindi il soggiorno. In queste strutture così come nella quotidianità, ci si imbatte spesso in barriere architettoniche che impediscono la già ridotta libertà di movimento dei disabili.

Per questo motivo, prima di organizzare e prenotare una vacanza, è opportuno e necessario informarsi sulle strutture e sui servizi pubblici della zona in cui si desidera alloggiare.

 

 

 

 

Analizziamo i mezzi di trasporto

Quando si organizza una vacanza, il primo aspetto da tenere in considerazione è sicuramente il mezzo di trasporto con cui spostarsi, qualora ovviamente non si voglia partire in auto.

Ad esempio, in caso di viaggio in aereo è dovere del viaggiatore stesso informare della propria disabilità. In questo caso bisogna fare richiesta di assistenza direttamente alla compagnia aerea o all’agenzia viaggi. Questa richiesta dovrà essere necessariamente inoltrata al momento della prenotazione del volo oppure massimo 2 giorni prima dell’effettiva partenza. Il trasporto di sedia a rotelle o carrozzina, a seconda della compagnia aerea, può essere anche totalmente gratuita. Solitamente però l’imbarco non è consentito alle carrozzine elettriche poiché provviste di batteria al litio, quindi bisogna informarsi anche su questo aspetto.

Se si desidera viaggiare invece in treno, sarà opportuno richiedere assistenza direttamente alla Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Il servizio di assistenza offre l’accoglienza preliminare in stazione e il successivo accompagnamento sul treno. Inoltre verrà messo a disposizione un carrello elevatore per le valigie o direttamente un apposito servizio di portabagagli.

L’autobus è un altro mezzo di trasporto molto utilizzato dai disabili per viaggiare. Anche in questo caso sarà necessario comunicare alla compagnia o all’agenzia viaggi la propria disabilità per avere certezze sulla possibilità di usufruire di pedane elevatrici, sedili riservati e blocchi per carrozzine.

 

 

 

 

Le strutture accessibili e le barriere architettoniche

Dopo aver scelto il mezzo di trasporto con cui partire, successivamente sarà opportuno anche capire in quale struttura alloggiare durante la vacanza.

Come abbiamo evidenziato nell’introduzione di questo articolo, è importante sempre informarsi in maniera preventiva sulle strutture in cui si vuole soggiornare, necessariamente prive di barriere architettoniche. Si dovrà quindi valutare la presenza di spazi sufficientemente ampi, di ascensori, parcheggi accessibili e soprattutto di montascale. Il montascale è un impianto elettromeccanico che consente il trasporto di un disabile, per scendere e salire una rampa di scale. Il costo montascale 1 piano non è eccessivo, proprio per questo è difficile trovare strutture per vacanze che non l’abbiano installato.

Gli alberghi e gli hotel devono avere stanze adatte per ospitare disabili in sedia a rotelle o carrozzina, dotate di apparecchi di segnalazione d’allarme. Inoltre ogni disabile deve poter beneficiare dei servizi igienici adeguati in camera o almeno sullo stesso piano.

Per quanto riguarda le strutture sul mare e quindi gli stabilimenti balneari, questi devono assicurare al disabile una spiaggia sufficientemente attrezzata. Fornita quindi di passerelle per l’accessibilità e di servizi aggiuntivi come le “Sedie Job” che permettono il diretto ingresso in acqua. Non solo, deve essere obbligatoriamente presente un ampio parcheggio riservato nei pressi della struttura. Tutte le aree dello stabilimento devono essere raggiungibili ed accessibili, quindi ristorante, bar, spogliatoi e soprattutto i servizi igienici.

Vacanza estiva per persone con disabilità: come muoversi e strutture accessibili

 

 

 

 

 

Conclusioni

Ormai tantissime compagnie di viaggio e strutture per vacanza stanno ottimizzando i propri servizi per consentire anche alle persone con disabilità motorie di godere di una rilassante vacanza.

Prima di organizzare e prenotare un viaggio però, è sempre opportuno farsi un giro su internet per acquisire tutte le informazioni utili inerenti ai servizi che quella compagnia o quella struttura offre per i disabili. In questo modo sarà possibile finalmente usufruire della propria personale autonomia e soprattutto indipendenza.

 

(Visited 53 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali