Sentiero dei Doganieri (ora Promenade Le Corbusier), escursione in Costa Azzurra da Mentone al Principato di Monaco

Una piacevole gita “Oltralpe” per esplorare il tratto di Costa Azzurra compreso tra il confine con l’Italia ed il Principato di Monaco. Il Sentiero dei Doganieri, adesso ribattezzato “Promenade Le Corbusier”, è uno degli itinerari più popolari tra i turisti che raggiungono questa zona.

È una tranquilla passeggiata in riva al mare, con diversi saliscendi ma con dislivelli sempre minimi, che in primavera si arricchisce della varietà e dei profumi dei fiori.

 

 

 

 

 

Percorrere il Sentiero dei Doganieri da Mentone a Monaco

Il punto d’inizio ufficiale della passeggiata è all’altezza del Parking du Cap Martin, situato subito dopo il Restaurant L’Hippocampe. Nel mio caso, arrivando in treno, l’escursione comincia dal centro di Mentone.

Il Sentiero dei Doganieri ha una lunghezza di circa 9 Km e collega Cap Martin (Punta Martino) al Principato di Monaco passando per Roquebrune (Roccabruna).

Non vi sono difficoltà di rilievo, anche perché il tracciato è ben battuto e cementato. Ho visto addirittura famiglie con passeggini, una scelta che secondo me è un po’ forzata perché comunque si devono affrontare molti scalini…

Per quel che riguarda i tempi di percorrenza, il primo cartello incontrato sul cammino indicava 2 ore per Monte Carlo. In realtà, a meno che non abbiate intenzione di andare spediti senza soste, aggiungete un’ora.

Una scorta adeguata di cibo ed acqua è sempre consigliata, pur non mancando le possibilità di ristoro a ridosso del percorso.

Camminate costiere più belle in Costa Azzurra: Sentiero dei Doganieri da Cap Martin a Monaco
Inizio del “Sentiero dei Doganieri” da Cap Martin – Costa Azzurra, Francia meridionale

 

 

 

 

Da Mentone a Capo Martino

Dalla stazione ferroviaria mi dirigo immediatamente sul lungomare. Avendo tempo a disposizione, decido di proseguire sulla sinistra per raggiungere così il nucleo antico di Mentone, città fondata da un ligure attorno al 1200 e passata quasi subito sotto il controllo della Repubblica di Genova.

Suggerisco di salire le scale che conducono in cima alle mura collegate al bastione eretto nella prima metà del sec. XVII ed oggi sede di una parte del Museo Jean Cocteau. Da qui si gode di una vista da cartolina sul porto di Mentone dominato dalla Basilica di San Michele Arcangelo.

Luoghi più belli di Mentone (Francia): porto e Basilica di San Michele Arcangelo
Mentone – Costa Azzurra, Francia

Mi rimetto in marcia in direzione di Punta Martino superando una serie di spiagge, tra cui quelle du Borrigo e de Carnolès. Gli hotel ed i palazzi moderni, seppur belli e curati, intaccano in parte la bellezza del litorale.

Spiagge più belle della Costa Azzurra: Carnolés, vicino a Mentone
Spiaggia di Carnolés – Costa Azzurra, Francia

 

 

 

 

Da Capo Martino al capanno di Le Corbusier

Superato il Restaurant L’Hippocampe lungo l’Avenue Winston Churchill si giunge al Parking du Cap Martin, che sancisce in pratica l’inizio del Sentiero dei Doganieri”. Come noterete dal cartello, il percorso è stato rinominato “Promenade Le Corbusier” in onore del celebre architetto svizzero sepolto nel vicino cimitero di Roccabruna-Capo Martino.

Non a caso, dopo pochi metri si può osservare sulla sinistra il busto in bronzo a lui dedicato.

Il sentiero cementato si fa largo tra la vegetazione e le recinzioni delle ville. I pini marittimi assicurano tratti in ombra che, specie d’estate, sono particolarmente apprezzati. Il mare è sempre a breve distanza e spesso si possono imboccare delle vie secondarie – ma ben tenute – che si snodano tra gli scogli regalando ulteriori scorci panoramici.

Scorci da cartolina lungo la "Promenade Le Corbusier" - Costa Azzurra, Francia
Panchina con vista sulla Costa Azzurra e Ventimiglia – Sentiero dei Doganieri, Cap Martin

Una panchina, installata in una evidente “posizione strategica” invoglia ad una sosta più lunga e, seduti in totale tranquillità, si contempla tutta la costa fino a Ventimiglia.

Aggirata la punta di Capo Martino appare all’orizzonte il Principato di Monaco e subito – ahimè – balza agli occhi la sua cementificazione estrema. Peccato…

Percorso "Promenade Le Corbusier" da Capo Martino con vista sul Principato di Monaco
Principato di Monaco – Sentiero dei Doganieri

Ad un certo punto si costeggiano prima villa Cypris, appartenuta a Olympe Hériot, proprietario dei magazzini del Louvre di Parigi, e poi villa Cyrnos, antica tenuta dell’imperatrice Eugenia de Montijo, sposa di Napoleone III.

Si giunge poi ad una bella radura alberata con due panchine. Qui si incontra anche un bivio: la scalinata sulla destra porta a Roccabruna, sulla sinistra invece si prosegue verso Monaco. All’ombra degli alberi si ammira sullo sfondo la costa che si estende verso Monte Carlo e, in primo piano, la lunga passerella sospesa che corre parallela alla linea ferroviaria Marsiglia-Ventimiglia.

Tempo di percorrenza e difficoltà del "Sentiero dei Doganieri" tra Cap Martin e Monaco
Passerella sospesa lungo la linea ferroviaria Marsiglia-Ventimiglia

Affrontato questo tratto, volgendo lo sguardo in alto si scorge il borgo antico di Roccabruna ed il suo castello. Vi si può arrivare percorrendo il Sentier Massolin dal sottopassaggio della ferrovia, considerate che in questo caso i tempi si allungano decisamente.

Ignorando la deviazione, sulla sinistra si può individuare il “Cabanon Le Corbusier”. Trattasi di un capanno in legno usato dall’architetto elvetico come rifugio dove progettare le sue opere. Fu anche il suo luogo di morte, nel 1965, a causa di una crisi cardiaca durante una nuotata in mare.

Per agli appassionati di architettura, l’ultimo progetto di Le Corbusier, il “Pavillon”, si trova a Zurigo ed è aperto al pubblico. Ne parlo in questo articolo.

Cosa vedere lungo il "Sentiero dei Doganieri" - Il capanno dove abitò Le Corbusier
Capanno Le Corbusier – Sentiero dei Doganieri

 

 

 

 

Da Roccabruna al Monaco Country Club

Il sentiero continua parallelamente alla linea ferroviaria, tuttavia, si ha la possibilità di scendere verso la spiaggia du Buse per godersi l’acqua limpida che caratterizza la baia di Roccabruna. A far da cornice vi è la Casa del Mare, ossia la villa appartenuta a Dino De Laurentiis, noto produttore cinematografico scomparso a Beverly Hills nel 2010.

Dove fare il bagno lungo la "Promenade Le Corbusier": spiaggia du Buse a Roquebrune
Spiaggia du Buse – Roccabruna, “Sentiero dei Doganieri”

Da entrambe le direzioni si arriva comunque davanti alla stazione ferroviaria di Roccabruna-Capo Martino e si prosegue sulla sinistra, scendendo poi lungo la scalinata situata appena prima del ponte stradale che scavalca la ferrovia.

L’ultimo tratto composto da una serie di saliscendi si affaccia direttamente sulle spiagge che si susseguono, Golfe Bleu e du Rocher, prima di sbucare sulla strada asfaltata.

Sentiero dei Doganieri-Promenade Le Corbusier da Roquebrune al Principato di Monaco
Panorama sul litorale di Roccabruna-Punta Martino – Sentiero dei Doganieri, Francia

Sono ormai alle porte del Principato di Monaco e la “Promenade Le Corbusier” si conclude qui.

Si può continuare sulla sinistra seguendo le indicazioni dell’Hotel Monte-Carlo Beach, che sorge a breve distanza dal “Country Club” che ogni aprile ospita il famoso Masters di tennis su terra battuta.

Addentrandosi nel lusso della città-stato si giunge dinnanzi al celebre Casinò di Monte Carlo.

Luoghi da non perdere a Monaco: il Casinò-Teatro di Monte Carlo
Casinò-Teatro di Monte Carlo – Principato di Monaco

Se volete fare un tour del Principato ma siete troppo stanchi per farlo a piedi, nei pressi dell’edificio si trova una delle fermate degli autobus turistici Hop-on Hop-off. Maggiori informazioni su orari, itinerario, audioguide in italiano ed acquisto dei biglietti online sono disponibili in questa pagina.

Se vi avanza ancora del tempo, non dimenticatevi di visitare il celebre Museo Oceanografico di Monaco.

 

 

 

 

 

Come arrivare a Mentone e Monaco coi mezzi pubblici dall’Italia

Per chi, come me, parte dalla riviera ligure di ponente, la comodità dei collegamenti ferroviari tra Italia e Francia consente di spostarsi evitando l’uso della macchina.

Una volta arrivati alla stazione di Ventimiglia – orari e prezzi consultabili qui – si prendono poi i treni diretti a Cannes o Grasse.

Una volta lasciata l’Italia, le fermate previste sono:

  • Mentone Garavan (discesa consigliata per rientrare in Italia a piedi e visitare il Museo Preistorico dei Balzi Rossi, l’area archeologica e la suggestiva spiaggia);
  • Mentone (centro città, dove sono sceso io);
  • Carnolés (più vicina all’imbocco del Sentiero dei Doganieri);
  • Roquebrune-Cap Martin;
  • Monaco-Monte Carlo.

 

Per quel che riguarda le tempistiche, da Ventimiglia a Mentone in poco meno di 20 minuti e da Monaco-Monte Carlo a Ventimiglia in mezz’ora circa.

Per orari, prezzi ed acquisto dei biglietti da casa vi rimando al sito SNCF delle Ferrovie Francesi.

Vista panoramica sul porto e lo Yacht Club del Principato di Monaco
Porto e Yacht Club del Principato di Monaco

 

(Visited 1.284 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali