Select Page

Basilica di San Pietro a Roma, tutte le informazioni utili per la visita: come arrivare, orari, biglietti, cosa vedere.

Basilica di San Pietro a Roma, tutte le informazioni utili per la visita: come arrivare, orari, biglietti, cosa vedere.




La Basilica di San Pietro è uno dei luoghi più visitati di Roma, da sempre è il punto di riferimento della religione cristiana ed inoltre è una delle chiese cattoliche più grandi del mondo. Emblema della Città del Vaticano, grazie al suo fascino ed all’immenso patrimonio architettonico-artistico che custodisce richiama ogni anno milioni di persone, credenti e non.

In questo articolo vi dico cosa vedere al suo interno e vi fornisco una serie di informazioni utili per pianificare la vostra visita.

 

Cosa vedere nella Basilica di San Pietro in Vaticano

Per capire l’unicità di questa chiesa basta “snocciolare” qualche numero. San Pietro può ospitare più di 20.000 persone, grazie ad una basilica che misura una lunghezza di 186 m per una superficie totale di 22.000 m quadri. Che dire poi della sua celebre cupola di Michelangelo (Er Cupolone), alta 136 m e larga  42. La basilica vanta una storia lunghissima, dato che quella più antica venne fatta edificare dall’imperatore romano Costantino I nel corso del IV secolo. Invece, i lavori per quella odierna iniziarono nel 1506 e si conclusero solamente nel 1626. In questo lasso di tempo si sono avvicendati numerosi architetti tra cui Bramante, Raffaello Sanzio, Michelangelo e Bernini, quest’ultimo tra l’altro si occupò pure della piazza San Pietro.

Scorcio della Basilica di San Pietro dalla piazza - Città del Vaticano, Roma

Nel dislivello venutosi a creare tra i pavimenti dei due edifici si è ricavato lo spazio che oggi ospita le grotte Vaticane. Alla stregua di una chiesa sotterranea, vi sono le tombe di pontefici, Re e Regine, tutti accomunati dal desiderio di essere seppelliti vicino a San Pietro.

Tornando in superficie, il primo punto d’interesse è sulla soglia della basilica. Infatti, vi si accede tramite cinque porte ma è una di esse ad attirare l’attenzione dei visitatori. È la porta Santa, un portone murato che viene aperto solamente in occasione del Giubileo. Si tratta di un rito iniziato nel 1500 con Papa Alessandro VI mentre l’ultima occasione è stata per il Giubileo straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco nel 2015.

Una volta entrati si è liberi di girare per le tre navate che compongono la basilica ed ammirare i 45 altari e le 11 cappelle che custodiscono alcune delle opere d’arte più famose del mondo. Una di queste è sicuramente la Pietà di Michelangelo, situata nella prima cappella della navata destra. Risalente al periodo 1497-1499, è il primo capolavoro dell’allora giovane artista e lo individuerete subito per la ressa davanti alla teca di cristallo. Tale protezione è stata aggiunta nel 1972, in seguito all’azione delirante di un geologo australiano che colpì quindici volte la scultura con un martello.

La Pietà di Michelangelo all'interno della Basilica di San Pietro a Roma

Proseguendo lungo la medesima navata si giunge dinnanzi alla tomba di Giovanni Paolo II, ricavata nell’altare della cappella. Il corpo è stato traslato nella basilica dopo la Beatificazione avvenuta nel 2011.

Tappa successiva è ai piedi della scultura bronzea di San Pietro risalente al XIII secolo. Non si può passare davanti alla statua del santo senza toccargli il piede destro… è una tradizione e come tale va rispettata 😉

La scultura di San Pietro nella Basilica vaticana (Roma)

Un’altra tomba illustre è quella di Giovanni XXIII e si trova nell’altare di San Girolamo, a ridosso del pilastro rivolto verso la navata destra. Siamo ora nel cuore della basilica, se sopra le nostre teste infatti dominano le decorazioni della cupola di Michelangelo, a pochi passi da noi si può osservare il baldacchino di San Pietro e l’altare papale. Esattamente al di sotto, visibile dalle grotte vaticane, vi è il Sepolcro di San Pietro.

Una piccola curiosità, rivolta in particolare agli amanti della Scozia: nella navata sinistra sono custoditi il Monumento degli Stuart e la tomba di Maria Clementina Sobieska, la mamma di Bonnie Prince Charlie.

La cupola di Michelangelo della Basilica di San Pietro - Vaticano (Roma)Il Monumento degli Stuart nella navata sinistra della Basilica di S. Pietro a Roma

 

Orari di apertura della Basilica di San Pietro e messe

La basilica è aperta dalle 7 alle 18:30 nel periodo 1° ottobre – 31 marzo e dalle 7 alle 19 da aprile a settembre. Le messe si celebrano nei giorni feriali alle 8:30 (cappella del Ss.mo Sacramento), alle 9-10-11-12 all’altare di S. Giuseppe ed infine alle 17 presso l’altare della Cattedra. Nei giorni festivi invece le funzioni si svolgono alle 9-10:30-12:15-16-17:45 presso l’altare della Cattedra, alle 11:15 nella cappella del Ss. Sacramento ed alle 13 all’altare di S. Giuseppe.



La Basilica di San Pietro è prima di tutto un luogo sacro e pertanto ricordatevi di indossare un abbigliamento adeguato.

 

Come arrivare alla Basilica di San Pietro

Vi sono diverse possibilità per raggiungere San Pietro e la Città del Vaticano in generale e la soluzione migliore è affidarsi ai mezzi pubblici. In particolare, segnalo le linee degli autobus 40 e 64, in partenza dalla stazione di Termini, quindi il 19, il 62 e l’81.

Io solitamente uso la metropolitana, linea rossa (A), e scendo alla fermata Ottaviano, quella più vicina alla Basilica, altrimenti Cipro è utile se volete visitare i Musei Vaticani. In ogni caso, dall’uscita della metropolitana al Vaticano calcolate una decina di minuti a piedi.

 

I biglietti per visitare la Basilica di San Pietro e le altre attrazioni della Città del Vaticano

Premesso che l’ingresso in S. Pietro è gratuito, va detto però che esistono varie tipologie di biglietti per visitare i luoghi chiave della Citta del Vaticano.

A cominciare ad esempio dal tour della Basilica di S. Pietro, un percorso che si fa con l’audioguida WiFi ufficiale e che include l’accesso prioritario tramite corsia preferenziale ai metal detector all’entrata. È possibile acquistare online anche i biglietti per visitare altri luoghi quali ad esempio la Cappella Sistina, i Musei Vaticani e così via.

Inoltre, se arrivate nella capitale in aereo, vi segnalo il servizio Taxi Aeroporti Roma, grazie al quale potrete usfruire del trasferimento privato in città dagli aeroporti Fiumicino e Ciampino compilando un semplice modulo online che vi permetterà quindi anche di sapere l’importo esatto da pagare già da casa.

Siete pronti a partire per il vostro prossimo viaggio? Roma vi aspetta 😉

 

(Visited 159 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

22-27 settembre: Ayrshire –> #checkinScozia

ottobre-novembre: Castiglia e León –> #checkinCyL

29 nov. – 4 dic.: Dundee, Broughty Ferry e Arbroath –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!