Select Page

Madrid, i migliori musei da non perdere: informazioni su biglietti, prezzi ed orari per visitare il Prado, il Reina Sofía ed il Thyssen-Bornemisza

Madrid, i migliori musei da non perdere: informazioni su biglietti, prezzi ed orari per visitare il Prado, il Reina Sofía ed il Thyssen-Bornemisza




Tra le numerose cose da vedere a Madrid, i suoi musei meritano un capitolo a parte. Difatti, sebbene la capitale spagnola ne possa vantare addirittura una quarantina, quelli più famosi sono senza dubbio il museo del Prado, il Reina Sofía ed il Thyssen-Bornemisza, quelli cioè che formano il “triangolo d’oro madrileno“. Per aiutarvi ad organizzare al meglio la vostra visita, di seguito vi parlerò proprio di questi tre luoghi fornendovi una serie di informazioni pratiche riguardanti ad esempio gli orari, le opere esposte più celebri, i prezzi dei biglietti, quando è possibile visitarli gratis e la card Madrid Art Walk.

 

I musei di Madrid da vedere

Gran parte dell’itinerario si snoda lungo il Paseo del Prado, soprannominato pure Paseo del arte – Passeggiata dell’arte – poiché in questa via si affacciano i musei del Pardo ed il Thyssen. Il Reina Sofía invece si trova poco distante, in calle de Santa Isabel 52, nei pressi della fermata della metropolitana Atocha.

La nostra visita comincia proprio da qui.

 

Il Reina Sofía

Il suo nome completo è “Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia” e custodisce le opere d’arte moderna e contemporanea, partendo dall’inizio del ‘900 per arrivare ai giorni nostri. Non mancano inoltre mostre temporanee di respiro internazionale, allestite anche nel Palacio de Velázquez e nel Palacio de Cristal, entrambi all’interno del parco del Retiro.

Il museo, inaugurato dai Reali di Spagna l’11 settembre 1992, è ospitato in quello che nel ‘700 era un ospedale-convento. L’aspetto attuale lo si deve all’importante ristrutturazione avvenuta tra il 1980 ed il 1988.

Vi è una collezione di quadri di artisti quali Miró, Muñoz, Tàpies, Gargallo, Kandinsky, Magritte, Bacon, Dalí (il mio preferito in assoluto) e Picasso. È di quest’ultimo l’opera più significativa che si possa ammirare al Reina Sofía. Parlo infatti del celeberrimo Guernica, realizzato nel 1937 ed “ispirato” al bombardamento degli aerei tedeschi che rase al suolo la città basca. Il dipinto è esposto da solo in una sala, la quale è facilmente riconoscibile dato l’afflusso dei visitatori. Non è consentito scattare foto, con o senza flash.

 

Come arrivare, orari, prezzi dei biglietti

L’Edificio Sabatini, con ingresso dedicato per scolaresche e visite guidate, sorge in calle S. Isabel 52 mentre tutti gli altri entrano all’Edificio Nouvel, rivolto verso ronda de Atocha. Il Reina Sofía dista una ventina di minuti a piedi dal parco del Retiro e, se viaggiate coi mezzi pubblici, vi passano diverse linee di autobus e la fermata della metro più vicina è Atocha (linea 1).

Per quanto riguarda gli orari di apertura, i due edifici principali aprono:

  • lunedì, mercoledì-sabato, dalle 10 alle 21;
  • domenica, dalle 10 alle 19.

Sono chiusi invece tutti i martedì ed in occasione di alcune festività: 1 e 6 gennaio, 1-2 e 15 maggio, 9 novembre, 24-25 e 31 dicembre. La domenica invece, l’accesso sarà gratuito a partire dalle 13:30 sebbene rimarranno aperte solamente alcune sole.

L’entrata generale costa 10€, acquistando il biglietto sul sito del museo si paga 8€.

I due palazzi all’interno del Parque del Retiro sono aperti:

  • dalle 10 alle 22 (aprile-settembre);
  • dalle 10 alle 19 (ottobre)
  • dalle 10 alle 18 (novembre-marzo).

Chiudono l’1 ed il 6 gennaio, il 1° di maggio, 24-25 e 31 dicembre. L’accesso è libero.

Palacio de Cristal nel Parco del Retiro, sede di mostre temporanee del museo Reina Sofía di Madrid

A questo punto vi do una buona notizia e riguarda la possibilità di visitare il museo gratis. Difatti, si può entrare gratuitamente in alcuni orari e giorni dell’anno:

  • lunedì, mercoledì-sabato dalle 19 alle 21;
  • domenica, dalle 13:30 alle 19;
  • 18 maggio, 12 ottobre e 6 dicembre, dalle 10 alle 21.

 

Il Prado

Il museo del Prado di Madrid è una delle pinacoteche più importanti del mondo e conserva alcuni dei celebri dipinti di artisti del calibro di Rembrandt, Bosch, Rubens, El Greco, Velázquez, Goya e Tiziano.

Affacciato sul Paseo del Prado, gli esterni valgono da soli il prezzo del biglietto. Fu Carlo III di Spagna a volere la realizzazione di questo edificio ed affidò il progetto all’architetto Juan de Villanueva, autore tra l’alto anche del giardino appena a lato. Ultimato agli inizi del XIX° secolo, purtroppo subì gli effetti delle guerre di indipendenza e finì per essere quasi distrutto del tutto. Si giunge così al 1818, anno in cui cominciano i lavori di restauro affidati questa volta all’architetto López Aguado, discepolo di Villanueva, deceduto da qualche anno. Diviene ufficialmente un museo l’anno successivo, quando vengono esposte per la prima volta una serie di capolavori della Collezione Reale Spagnola.

Oggi può vantare oltre 6.000 opere, comprendenti sculture romane, rinascimentali, barocche ed ovviamente quadri rappresentanti la scuola spagnola (Goya, Ribera, El Greco, Murillo, Velázquez) quella italiana (Botticelli, Caravaggio, Correggio, Mantegna, Raffaello, Tiziano) ed infine olandese-fiamminga (Bosch, Rubens, van Dyck).

Entrata al museo del Prado di Madrid (Paseo del arte)

 

Informazioni pratiche per visitare il Prado

Le stazioni della metropolitana più vicine sono Atocha oppure Antón Martín, entrambe sulla linea 1.

Il Prado è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 20 mentre la domenica ed i festivi dalle 10 alle 19. Rimane chiuso il 1° di gennaio, il 1° maggio ed il 25 dicembre; il 6 di gennaio, il 24 e 31 dicembre osserva un orario ridotto, dalle 10 alle 14.

Per quel che riguarda le tariffe, esistono varie combinazioni:

  • adulto, 15€
  • maggiori di 65 anni, 7,50€
  • minorenni, studenti fino a 25 anni e disabili, gratis
  • visita dalle 9 alle 10 (un’ora prima dell’apertura al pubblico), 50€

Inoltre, la visita è gratuita dal lunedì al sabato, dalle 18 alle 20, la domenica ed i festivi, dalle 17 alle 19.

Infine, si accede al museo da lati diferenti a seconda del tipo di visita. Ossia, i singoli ed i gruppi con Entrada general devono passare per la Puerta de Jéronimos oppure la Puerta de Goya, entrambe in calle Felipe IV, dove si trova la biglietteria; quelli con tariffe scontate invece devono recarsi in Plaza de Murillo dove si trova la Puerta omonima.

 

Il Thyssen-Bornemisza

Situato in Paseo del Prado 8, il museo Thyssen-Bornemisza di Madrid custodisce una vasta collezione di opere del Rinascimento italiano fino ai maggiori esponenti della pittura moderna ed è sede di rilevanti mostre temporanee.

La visita si svolge all’interno del Palacio de Villahermosa, risalente alla fine del XVIII° secolo e convertito in banca agli inizi del ‘900. Grazie al successivo intervento dell’architetto Rafael Moneo, l’edificio è divenuto così sede della prestigiosa raccolta privata del magnate tedesco Thyssen-Bornemisza. Nel 1993 è stato acquistato dal governo spagnolo mentre nel 2004 la moglie fece inserire la sua collezione di opere impressioniste e post-impressioniste in una nuova ala del palazzo.

Per far capire il grandissimo valore artistico-culturale di questa pinacoteca, al suo interno troverete capolavori di Van Gogh, El Greco, Correggio, Canaletto, Caravaggio e Tiziano.

 

Come arrivare, orari e biglietti per visitare il Thyssen-Bornemisza

Il museo sorge in Paseo del Prado 8 e la fermata della metro più vicina è Banco de España, linea 2.

La collezione permanente è visitabile tutti i giorni:

  • lunedì, dalle 12 alle 16;
  • dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19.

Il 1° gennaio, il 1° marzo ed il 25 dicembre è chiuso, invece il 24 ed il 31 dicembre rimane aperto dalle 10 alle 15.

Per quel che riguarda le tariffe:

  • generale, 12€
  • ridotta, 8€
  • gratis, minori di 12 anni accompagnati da adulti.

Inoltre, segnalo che è possible visitare gratis il museo Thyssen tutti i lunedì, dalle 12 alle 16.

 

Come visitare i musei di Madrid e risparmiare con le card turistiche

Se volete visitarli tutti e tre durante il vostro soggiorno madrileno allora il mio consiglio è quello di valutare l’acquisto di una tessera turistica che vi permetta di risparmiare rispetto ai singoli acquisti. Ve ne propongo un paio poiché, mentre una è rivolta esclusivamente ai musei, l’altra include ulteriori sconti per altre attrazioni ed attività. Entrambe sono tranquillamente acquistabili online prima di partire.

 

Il Madrid Art Walk Pass

Grazie a questa tessera è possibile visitare il Prado, il Reina Sofía ed il Thyssen-Bornemisza usufruendo dell’accesso privilegiato, ossia saltando la coda in biglietteria.

Una volta comprato, il Madrid Art Walk Pass va ritirato al museo Thyssen presso la Taquilla Preferente dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18:30. Dopodiché, la visita è libera, ossia si possono visitare i tre musei nell’ordine che si desidera e pure in giorni differenti. Il pass non l’include eventuali audioguide oppure l’entrata alle esposizioni temporanee.

Per i bambini con meno di 12 anni l’accesso è gratuito purché siano accompagnati almeno da un adulto.

—> Acquista qui la tessera Madrid Art Walk

 

Il Madrid City Pass

È adatta per chi prevede di visitare diverse attrazioni di Madrid ottenendo così sconti ed agevolazioni varie. Difatti, con l’acquisto del Madrid City Pass si ottiene:

  • accesso prioritario per il tour dello stadio del Real Madrid;
  • accesso prioritario al museo del Prado;
  • trasferimento privato in taxi dall’aeroporto di Madrid Barajas;
  • biglietto valido un giorno per il bus turistico Hop on Hop off;
  • sconti del 20% su musei ed attrazioni come il Prado, il Reina Sofía, il Thyssen, il Palazzo Reale, lo stadio Bernabéu etc;
  • tariffe ridotte del 20% per tour in bici oppure in segway e per escursioni giornaliere dalla capitale, ad esempio a Toledo.

Il biglietto viene inviato via email entro le 24 ore successive l’acquisto online e ciò evita di perdere tempo una volta giunti a Madrid per andare a ritirare la tessera. Inoltre, essa è valida un anno da quanto è stata comprata e dal primo utilizzo.

—> Acquista qui il Madrid City Pass

(Visited 10 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria.
Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

15-22 novembre ’17: Valencia e dintorni –> #checkinVLC

25-27 novembre ’17: Blog trip a Glasgow in collaborazione con Visit Scotland –> #checkinScozia #ScotSpirit

30 novembre-4 dicembre ’17: mercatini di Natale in Tirolo –> #checkinTirolo

12-18 gennaio ’18: Madrid e provincia –> #checkinMadrid

10-16 aprile ’18: Glasgow e Inverness –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!