Itinerari e consigli per viaggi lenti

Cosa vedere a Liverpool: edifici "Tre grazie" sul Waterfront

Liverpool e Titanic, itinerario dei 7 luoghi da vedere in un giorno

I Beatles ed il Cavern Quarter, i pub e la musica dal vivo di Mathew Street e vie limitrofe, il Waterfront con alcuni dei musei più visitati della città ed infine la cordialità della gente. Sono bastati pochi passi attorno alla stazione ferroviaria di Lime Street per capire che Liverpool mi sarebbe piaciuta.

L’ho girata in lungo ed in largo e posso dire che è la meta ideale per un weekend. Tra l’altro, l’ho trovata abbastanza economica, specie considerando che siamo nel Regno Unito.

Liverpool, situata lungo l’estuario del fiume Mersey, vanta anche un’importante tradizione marittima. A cominciare dal 1715, con la costruzione del primo bacino acqueo artificiale dell’Inghilterra per culminare poi con gli inizi del secolo XX, quando diventa il principale porto d’Europa per i collegamenti con gli Stati Uniti.

A tal riguardo, non molti sanno che il Titanic sarebbe dovuto salpare da Liverpool in occasione del suo viaggio inaugurale. Solo successivamente si optò per Southampton. Nonostante ciò, vi è uno stretto legame tra lo sfortunato transatlantico e la città inglese.

Chi ha visto il film di James Cameron del 1997 potrebbe aver notato la scrittaTitanic Liverpool” sulla poppa della nave. Ciò perché la sua compagnia proprietaria, la White Star Line, fu fondata qui nel 1840 e l’immatricolazione della nave avvenne nel porto cittadino.

 

 

 

Come raggiungere Liverpool dall’Italia

Attualmente (giugno 2024) Ryanair opera voli da Bergamo e Roma Ciampino. L’aeroporto, intitolato a John Lennon, sorge a circa 12 Km a sud-est rispetto al centro. L’alternativa è il vicino aeroporto di Manchester, con annessa stazione ferroviaria con collegamenti diretti per Lime Street.

Nel mio caso, arrivando da Southampton ho viaggiato in treno con cambio a Wolverhampton. Per orari e combinazioni possibili vi rimando al sito internet di National Rail.

 

 

 

Dove dormire a Liverpool

La scelta è ricaduta sull’Ibis Style Liverpool Centre Dale Street, struttura a tre stelle ubicata nel Cavern Quarter e per questo con arredi a tema Beatles.

La posizione è strategica anche per esplorare la città comodamente a piedi, la stazione di Lime Street dista 10-15 minuti mentre alle spalle dell’hotel si trova quella di Moorfields dove transitano i treni per Chester, una meta perfetta per una gita fuori porta.

Ottima la colazione a buffet, spaziosa e confortevole la camera. Ottimo il rapporto qualità/prezzo e perciò vi soggiornerei di nuovo volentieri.

 

 

 

Sulle orme del Titanic a Liverpool, i 7 luoghi da non perdere

È stata la terza ed ultima tappa nel Regno Unito del mio viaggio dedicato al leggendario transatlantico. Infatti, dopo aver visitato Belfast e successivamente Southampton, per quel che mi riguarda resta solo da vedere la cittadina di Cobh in Irlanda.

Ci sarebbero poi svariati musei negli Stati Uniti ma quelli più importanti sono comunque in Europa.

 

 

1) Merseyside Maritime Museum

È uno dei musei pubblici di Liverpool visitabili gratuitamente e si trova lungo il Waterfront, nel Royal Albert Dock.

Racconta il passato marittimo della città con un focus particolare su due navi entrate a loro malgrado nella storia.

Il primo piano è riservato alla RMS Lusitania, affondata il 7 maggio 1915 dal sommergibile tedesco U-20. Si trattava del gioiello della Cunard, compagnia navale di Liverpool e rivale della White Star Line. Fu uno degli eventi peggiori della Prima Guerra Mondiale.

Gran parte dei membri dell’equipaggio erano originari della zona e dunque la tragedia ebbe un impatto davvero forte sulla gente locale dato che le vittime complessive furono circa 1200.

Oltre a ciò, all’epoca il transatlantico rappresentava il simbolo della potenza di Liverpool per quel che riguardava il traffico di merci e passeggeri tra le due sponde dell’oceano.

Sono esposti numerosi oggetti e materiale scritto inerenti al Lusitania come ad esempio giubbotti salvagente, piatti e medaglie.

Storia della nave Lusitania - Maritime Museum di Liverpool, Inghilterra
Collezione del Lusitania – Maritime Museum di Liverpool

Il secondo piano invece è dedicato al Titanic ed al suo legame con la città. Come spiegato all’inizio dell’articolo, la White Star Line era di sede qui e dunque la nave venne immatricolata nel porto di Liverpool.

Passeggeri, membri dell’equipaggio, dirigenti della compagnia navale provenienti da questa area ebbero ruoli chiave nelle vicende precedenti e successive alla collisione con l’iceberg la notte del 14 aprile 1912.

Oltre alla ricostruzione della storia e degli eventi che portarono alla catastrofe, nel museo si possono vedere le prime pagine dei giornali che annunciano il naufragio del Titanic. Dopodiché, sono conservati svariati effetti personali, indumenti e documenti appartenuti a superstiti e vittime.

Museo del Titanic a Liverpool - Maritime Museum, Albert Dock
Giubbotto salvagente, grembiule in cotone ed altri oggetti “superstiti” del Titanic – Museo Marittimo di Liverpool

Ad esempio, un giubbotto salvavita, un grembiule in cotone indossato da Laura Mabel Francatelli (salvata dalla scialuppa n. 1) la notte del naufragio, la lettera scritta da Mildred Brown a sua madre una volta al sicuro a bordo della Carpathia ed una serie di oggetti recuperati dal relitto del Titanic.

Il Maritime Museum apre dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 17. Gli orari aggiornati sono consultabili sul sito internet.

Alcuni degli oggetti recuperati dal relitto del Titanic in fondo all'Atlantico
Oggetti recuperati dal Titanic sul fondo dell’Oceano – Museo Marittimo di Liverpool

 

 

2) Memorial to the Engine Room Heroes

Nel vicino Pier Head si possono ammirare alcuni degli edifici più interessanti del Waterfront di Liverpool.

A cominciare dalle cosiddette “tre grazie”, ossia:

  • il Royal Liver Building (1908-1911), facilmente riconoscibile per i due uccelli mitologici “liver bird”, metà cormorano e metà aquila, posizionati sui due campanili. Sono il simbolo della città e difatti sono presenti nello stemma del Liverpool FC;
  • Cunard Building (1914-1916), vecchia sede della compagnia navale Cunard e rivale della White Star Line;
  • Port of Liverpool Building (1903-1907), accoglieva I Mersey Docks e la Harbour Commission.

 

Cosa vedere a Liverpool: edifici "Tre grazie" sul Waterfront
Le “Tre grazie” di Liverpool (da sinistra a destra): Royal Liver Building. Cunard Building e Port of Liverpool

Davanti ad essi e vicino al terminal da dove partono i traghetti per l’isola di Man, si erge questo monumento. È conosciuto da tutti come il “memoriale al Titanic” perché inizialmente era stato pensato come dedica all’equipaggio della sala macchine, che aveva fatto di tutto per mantenere il più a lungo possibile l’elettricità a bordo.

Tuttavia, quando venne inaugurato nel 1916, altre due navi di Liverpool – la Empress of Ireland e la Lusitania – erano affondate causando la morte di oltre 2000 persone. Si decise dunque di intitolare il memoriale ai lavoratori della sala macchine di ogni transatlantico.

7 luoghi del TItanic da vedere a Liverpool: il Memoriale sul Waterfront
Memorial to the engine room heroes – Waterfront di Liverpool

 

 

3) Albion House

Alle spalle delle “tre grazie” si erge un altro palazzo, più piccolo ma non meno importante. La Albion House fu costruita nel 1898 come sede della White Star Line, la compagnia rivale della Cunard e proprietaria del Titanic.

Quando la notizia del naufragio si diffuse in città, le famiglie dei membri dell’equipaggio si radunarono qui in attesa di loro notizie. Solo dopo l’approdo della Carpathia a New York la sera del 18 aprile, fu possibile pubblicare l’elenco ufficiale dei sopravvissuti.

Oggi ospita un hotel di lusso.

Itinerario sui luoghi del Titanic in Inghilterra: sede storica della White Star Line a Liverpool
Albion House, antica sede della White Star Line

 

 

4) Western Approaches – Museo della Guerra

Nella sala Underwriters Room di questo edificio, chiamato all’epoca Derby House, il 6 giugno 1912 si svolse la cerimonia durante la quale Arthur Rostron, capitano della Carpathia, ricevette la medaglia d’oro ed il certificato dalla “Liverpool Shipwreck and Human Society”.

Tale onorificenza, esistente ancora oggi, veniva insignita a coloro che mettevano a rischio la propria vita per salvarne delle altre. Rostron portò in salvo i 705 superstiti del naufragio del Titanic.

7 luoghi di Liverpool legati alla storia della nave Titanic: Western Approaches-Museo della Guerra
Facciata del Western Approaches-Museo della Guerra di Liverpool

 

 

5) CW & FN Black Music Agents – 14 Castle Street

Sulla via che si apre davanti al municipio si affacciano una serie di bar e ristoranti. L’edificio al civico n. 14 era la sede della Cw & FN Black, agenzia adibita all’ingaggio dei musicisti per le grandi compagnie navali.

Gli otto componenti dell’orchestra del Titanic morirono tutti.

Tre mesi dopo l’incidente, l’agenzia fu al centro delle polemiche perché inviò una fattura corrispondente alle attuali £40 al padre del violinista John Hume.

Il motivo?

Il costo della pulizia dell’uniforme e della fornitura di un nuovo colletto e distintivo della White Star Line.

Guida alla scoperta dei 7 posti di Liverpool legati alla storia del Titanic
Antica sede dell’agenzia Cw & FN Black a Liverpool

 

 

6) The Saddle Inn

Agli inizi del secolo XIX questo pub era di proprietà di John Sealby, cugino di Thomas Henry Ismay, il fondatore della White Star Line.

All’interno del locale vi è una collezione di foto delle navi della compagnia e la prima pagina originale del New York Times uscito il giorno dopo il naufragio del Titanic.

Se ci capitate il venerdì sera, c’è il karaoke 😉

Pub "The Saddle Inn", nei pressi del Cavern Quarter di Liverpool
The Saddle Inn – Liverpool

 

 

7) Adelphi Hotel

Oggi di proprietà della catena Britannia Hotels, l’edificio venne eretto nel 1912 e progettato appositamente per i passeggeri dei transatlantici.

Ecco perché, ad esempio, nella Sefton Suite è stata replicata la sala fumatori di prima classe del Titanic e dell’Olympic. Purtroppo la sala non è accessibile liberamente e viene usata per eventi privati e matrimoni.

Da segnalare che nel 2006 l’hotel ospitò il convegno annuale della British Titanic Society che solitamente si svolge a Southampton. Vi avrebbe dovuto partecipare anche Milvana Dean, la superstite più giovane nonché l’ultima ad essere scomparsa (nel 2009). Fu costretta a declinare l’invito a causa della rottura dell’anca.

Adelphi Hotel di Liverpool
Adelphi Hotel – Liverpool

Infine, per facilitare la ricerca dei 7 luoghi di Liverpool legati al Titanic ho creato questa mappa specifica con la loro posizione. Direi che un giorno intero è sufficiente, inclusa la visita del Museo Marittimo.

(Visited 19 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali