Select Page

Pontevedra, cosa vedere in un giorno in una delle località più suggestive della Galizia  

Pontevedra, cosa vedere in un giorno in una delle località più suggestive della Galizia   


Ero stato a Pontevedra un paio di anni prima, durante un’escursione guidata nelle Rías Baixas da Santiago di Compostela. La sosta, seppur breve, fu sufficiente per farmi capire che sarei dovuto tornare per godermela con maggiore calma.

Ecco perché, in occasione del viaggio di 7 giorni nella Galizia meridionale, ho deciso di fermarmi più a lungo, soggiornando due notti all’Hotel Rías Bajas e potendo così esplorarne non soltanto il centro ma pure i suoi dintorni.

 

 

Cosa vedere a Pontevedra in 24 ore

Se avete meno tempo a disposizione non preoccupatevi perché comunque una giornata intera può essere sufficiente per visitare le attrazioni principali. Ciò grazie al fatto che il nucleo storico è piccolino e pertanto le distanze sono davvero minime. Inoltre, e questo consente di apprezzarla ancora di più, la zona turistica ed altre aree residenziali sono completamente pedonali. Grazie a questa iniziativa portata avanti da svariati anni, sono diminuiti traffico, inquinamento ed incidenti e così è decisamente migliorato il tenore di vita. Ciò spiega la ragione per quale Pontevedra è anche conosciuta come la “città senza auto“.

 

Itinerario alla scoperta del centro storico di Pontevedra

La città è di origine romana ed il suo nome antico – Ad Duos Pontes e Pontis Veteris – testimonia il legame duraturo con il mare ed i traffici marittimi. È anche soprannominata la “Piccola Santiago” perché condivide con la sua collega alcune similitudini, tra tutte una cinta muraria con sette porte d’accesso – di cui oggi purtroppo non rimane quasi traccia – ed il fatto di essere profondamente legata al Cammino. Qui infatti, seguendo l’antica via romana, passa quello portoghese ed attraversa il centro storico.

Il simbolo di Pontevedra – e pure il suo edificio più curioso – è la Chiesa di A Peregrina costruita nel secolo XVIII e di forma arrotondata che un po’ ricorda la conchiglia, emblema del Cammino. Al suo interno è custodita la Madonna Pellegrina, la patrona della città.

Viaggio nella Galizia meridionale: tappa a Pontevedra

Il nucleo medievale è costituito dall’intreccio di stradine, vicoli, piazze e portici impreziositi dalla presenza di imponenti edifici religiosi e civili. Un valido esempio è la piazza della Ferrería, sulla quale si affaccia la Chiesa Convento di San Francisco, costruita tra i secoli XIV-XV. Vale la pena fare la scalinata che conduce all’entrata della Chiesa per avere (secondo me) lo scorcio più affascinante di Pontevedra, comprendente gli splendidi giardini de Castro Sampedro in primo piano ed il Santuario di A Peregrina al lato sinistro.

Altre piazze da non perdere sono quelle da Estrela, da Verdura e da Leña. Quest’ultima, con al centro il tipico cruceiro galiziano, è circondata da una serie di palazzi storici ed alcuni di questi ospitano il Museo Provinciale di Pontevedra. È una delle collezioni più importanti della Galizia dato che conserva reperti risalenti addirittura alla preistoria, opere di artisti locali ed una vasta raccolta di arte medievale con dipinti spagnoli ed europei dei secoli XVI-XVIII.

Visita del nucleo medievale di Pontevedra - Galizia, Spagna settentrionale Pontevedra, tappa del Cammino Portoghese verso Santiago A spasso per le vie e le piazze del centro di Pontevedra

Passeggiando per le viuzze centrali noterete l’incredibile numero di bar e ristoranti presenti e che, a partire dalle 10-10:30 del mattino, sono un continuo via vai di gente del posto e turisti che assaggiano tapas e piatti della gastronomia tipica locale fino a tarda serata:

Pontevedra dà da bere a chi vi passa

Questo detto popolare ben riflette l’ospitalità dei suoi abitanti. I prezzi sono generalmente bassi, complice anche il passaggio dei pellegrini che spesso hanno menù a prezzo fisso a loro riservati.

Se dalla Plaza de A Peregrina si percorre rúa Michelena si raggiunge Plaza de España, dove si trovano le rovine del Convento di Santo Domingo risalente al secolo XIV ed oggi dichiarato Monumento Nazionale. Dall’elegante edificio che ospita il Municipio si può prendere l’Avenida de Santa María che conduce alla Basilica de Santa María, tempio innalzato nel secolo XVI e considerato tra le opere architettoniche di maggior rilievo a Pontevedra per merito soprattutto della splendida facciata.

Cosa vedere a Pontevedra in un giorno - Galizia, Spagna Scorci del nucleo antico di Pontevedra, Spagna settentrionale

Proseguendo poi su Rúa Sabela II si raggiunge la piazzetta das Cinco Rúas, così chiamata perché da lì si snodano 5 vie. Tramite San Nicolás si sbuca in un’altra piazza dove tra l’altro passa il Cammino Portoghese. Ci troviamo a pochi passi dal Mercato Municipale che segna anche il “confine” tra il centro storico e le aree circostanti.

 

Il Parco Illa das Esculturas

Pontevedra è la città dei ponti, ve ne sono tanti e di stili differenti. Pure i Romani ne avevano costruito uno ma purtroppo non esiste più, sostituito infatti da un altro in stile romanico.

I dintorni del centro storico di Pontevedra

Dall’altra sponda del fiume Lérez – che da qui prosegue fino a sfociare nella Ría di Pontevedra – si estende una vasta area verde che include aree giochi per bambini, un campus universitario e degli impianti sportivi. Una serie di passerelle ciclo-pedonali la collegano alla Illa das Esculturas, un’isola fluviale attraversata da una rete di sentieri ed una splendida passeggiata costiera che conduce anche ad una piccola ma suggestiva spiaggia.

La particolarità del luogo è il fatto di essere un museo di arte contemporanea a cielo aperto dato che ospita 12 sculture, prevalentemente in granito locale, realizzate da artisti internazionali. Non essendo tantissime potete individuarle tutte mentre camminate in lungo ed in largo per il parco. Vi avverto però che non sarà una “missione” così semplice perché alcune si mimetizzano assai bene con l’ambiente attorno.

Cosa fare a Pontevedra: relax nella Illa das Esculturas Parco urbano Illa das Esculturas di Pontevedra

A parte tale aspetto culturale, è il posto ideale per rilassarsi dopo aver visitato Pontevedra. Io stesso vi ho trascorso molto tempo, complice anche le giornate soleggiate di metà maggio che invogliavano a starsene in mezzo alla natura.

Per ulteriori informazioni e suggerimenti sulla città galiziana vi rimando al sito internet del suo ufficio turistico.

 

Come arrivare a Pontevedra e dove pernottare

Le stazioni degli autobus e ferroviaria sorgono una davanti all’altra e distano una ventina di minuti a piedi dal centro storico.

Per comodità ho optato per il treno, Pontevedra infatti si trova sulla linea Vigo-A Coruña e pertanto è facilmente raggiungibile anche da Santiago di Compostela. Il viaggio dura una mezz’oretta circa oppure un’ora a seconda del tipo di treno che si prende. Da Vigo invece si impiega soltanto un quarto d’ora per arrivare.

Per orari e tariffe: Renfe.

In autobus, la compagnia Monbus effettua collegamenti giornalieri sia da Santiago (un’ora di viaggio) che da Vigo (mezz’ora).

Per l’alloggio vi suggerisco l’Hotel Rías Bajas, situato a circa 15-20 minuti a piedi dalle due stazioni ed ideale per esplorare Pontevedra dato che sorge alle spalle della Chiesa de A Peregrina. Inoltre, se viaggiate con mezzo proprio, dall’altro lato della strada vi è a disposizione un parcheggio privato a pagamento.

Alloggiare a prezzi economici in centro a Pontevedra all'Hotel Rías Bajas

Il personale della reception – presente 24 ore su 24 – è stato gentile e molto disponibile nel fornirmi tutte le informazioni utili per la visita della città. La camera, con bagno privato e bidet, era decisamente spaziosa e veniva pulita quotidianamente. Inoltre, seppur rivolta sulla via principale, i rumori dall’esterno non hanno disturbato il mio sonno quindi l’insonorizzazione delle pareti ha fatto il suo dovere.

La struttura ospita pure un bar-ristorante, dove la mattina viene servito il buffet della colazione, che è aperto a tutti e si affaccia direttamente sulla strada che conduce nelle vie centrali.

 

(Visited 501 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

22 gen-1 feb: Madrid, León e Ponferrada –> #checkinCyL e #checkinMadrid

30 marzo-8 aprile: Aberdeenshire –> #checkinScozia

9-22 giugno: Oban e Fort William –> #checkinScozia

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!