Escursione da Madrid a Manzanares el Real con visita del Castillo de los Mendoza

Manzanares el Real (Spagna centrale), escursione per visitare uno dei castelli più belli della provincia di Madrid

Per chi vuole organizzare una gita fuori porta dalla capitale spagnola in autonomia, Manzanares el Real è una delle mete più consigliate data la vicinanza e la bellezza del territorio circostante.

Storia, cultura e natura. Questo borgo situato alle porte del Parco Nazionale della Sierra de Guadarrama ha molto da offrire e, complice la sua altitudine (910 m), d’estate si affolla di madrileni in fuga dal caldo asfissiante della città.

Se invece siete interessati a dei tour guidati di un giorno, in questo articolo specifico elenco quelli più suggestivi.

 

 

 

 

 

Cosa fare e vedere a Manzanares el Real in giornata

Una serie di pitture rupestri scoperte da un bambino nel 1987 testimoniano la presenza dell’uomo da queste parti fin dall’Età del Bronzo. Romani, visigoti e musulmani si sono poi succeduti nel controllo della città.

È però con la Reconquista cristiana, ed in particolare con la cessione di Manzanares el Real dal re Giovanni II alla famiglia dei Mendoza, che inizia il periodo d’oro di questa località situata appena a nord di Madrid.

Oggi sono numerosi gli escursionisti e scalatori che vengono qui per raggiungere uno dei simboli della zona, il Massiccio della Pedriza. Rupi dalle forme più curiose, pareti rocciose, prati e ruscelli compongono il maggior complesso granitico d’Europa e rifugio di una varietà incredibile di flora e fauna.

Per chi invece desidera trascorrere una giornata più tranquilla, Manzanares el Real offre altre attrazioni.

Borghi caratteristici della provincia di Madrid: Manzanares el Real
Pascolo nei pressi di Manzanares el Real – Comunidad di Madrid, Spagna centrale

 

 

 

 

Castello di Manzanares el Real

Il tour del centro storico comincia con la visita di un altro simbolo del paese, il Castillo de los Mendoza.

Costruito nel secolo XV dal primo marchese di Santillana sulle fondamenta di un vecchio eremo, è uno dei castelli meglio conservati della provincia di Madrid nonché ultimo esempio di architettura militare del Regno di Castiglia.

Trattasi più correttamente di una fortezza-residenza dato che convivono sia elementi difensivi esterni, tipici dell’epoca medievale, che decorativi secondo i canoni rinascimentali.

Il castello è aperto al pubblico e vi è pure la possibilità di partecipare a visite guidate teatralizzate. Per maggiori informazioni su orari e tariffe potete consultare questa pagina.

Escursione da Madrid a Manzanares el Real con visita del Castillo de los Mendoza
Castello dei Mendoza – Manzanares el Real

 

 

 

 

Fuente de las Ermitas

Ubicata dal lato opposto della strada rispetto ai giardini del castello e costruita anch’essa dai Mendoza, è da oltre 500 anni una delle sorgenti principali per l’approvvigionamento idrico dei cittadini.

Fuente de las Ermitas - Centro storico di Manzanares el Real (Madrid)
Fuente de las Ermitas – Manzanares el Real, Spagna

 

 

 

 

Iglesia de Nuestra Señora de las Nieves

La nuova chiesa parrocchiale è stata eretta alla fine del secolo XV dato che quella precedente, la Iglesia de la Virgen de la Nava, era stata incorporata nel Castello dei Mendoza.

Il giardino attuale, che sostituisce il vecchio cimitero, conserva una serie di stele funerarie dei sec. XIII-XIV.

Iglesia de Nuestra Señora de las Nieves - Manzanares el Real, Spagna centrale
Chiesa parrocchiale di Nuestra Señora de las Nieves – Manzanares el Real

 

 

 

 

Puente Viejo

Proseguendo sulla calle Real e lasciando alle spalle il centro storico, si giunge all’altezza del vecchio ponte innalzato per collegare Manzanares con le regioni del nord e sud del paese.

La struttura originale, probabilmente di epoca romana, era in legno; a partire dal secolo XVI, affinché potesse resistere decisamente più a lungo, venne rifatta utilizzando il granito della Pedriza.

Puente Viejo di Manzanares el Real - Provincia di Madrid, Spagna
Puente viejo – Manzanares el Real

 

 

 

 

Castillo viejo

Subito dopo aver attraversato il ponte sul fiume Manzanarre, sulla destra si trovano i ruderi delle mura esterne dell’antico castello di Manzanares, eretto probabilmente a metà del secolo XIV.

Cruciale avamposto a difesa del borgo e dell’area intorno, fu la prima residenza della famiglia Mendoza e, verosimilmente, il luogo in cui veniva custodito il denaro derivante dal pagamento della tassa da parte di coloro che intendevano attraversare il ponte sul fiume lì vicino.

Paesi da vedere in un giorno vicino a Madrid: Manzanares el Real
Castello vecchio di Manzanares el Real – Comunidad di Madrid, Spagna

 

 

 

 

Ermita de Nuestra Señora de la Peña Sacra

Lasciate alle spalle le rovine dell’antica fortezza, continuando lungo la Calle de la Peña Sacra si giunge in circa 20-25 minuti (ultimo tratto in salita) all’Ermita de Nuestra Señora de la Peña Sacra.

L’eremo, innalzato al termine del secolo XV in un luogo già meta di pellegrinaggio ai tempi di celti e druidi, ha un fascino ancora maggiore grazie al panorama che offre. Lo sguardo abbraccia infatti il massiccio della Pedriza da una parte ed il centro abitato di Manzanares dall’altra.

Luoghi da visitare a Manzanares el Real: Eremo di Nuestra Señora de Peña Sacra
Ermita de Nuestra Señora de la Peña Sacra – Manzanares el Real

 

 

 

 

Embalse de Santillana

Tornando indietro, superati nuovamente i ruderi dell’antico castello, si attraversa la rotonda lasciando sulla sinistra il centro di Manzanares. La astrada asfaltata conduce all’imbocco dei sentieri che costeggiano l’Embalse de Santillana.

Questo bacino artificiale risale alla fine del secolo XIX ed aveva lo scopo di rifornire di acqua e luce i quartieri settentrionali di Madrid. All’inaugurazione, avvenuta nel 1907, partecipò il re Alfonso XIII il quale posò simbolicamente l’ultima pietra.

Bacino artificiale, Embalse de Santillana - Manzanares el Real, Comunidad de Madrid
Embalse de Santillana – Manzanares el Real, Spagna

Purtroppo, l’incredibile – per quell’epoca – opera ingegneristica ebbe anche degli effetti negativi per il territorio circostante: perdita di grandi aree coltivate e coltivabili, espropriazione forzata di terreni privati e modifiche delle vie di comunicazione.

A partire dagli anni ’60 sono stati avviati i lavori per la costruzione di una nuova diga per aumentare notevolmente il rifornimento idrico della capitale e l’inaugurazione avvenne già nel giugno del 1971.

Oggi, il bacino si è convertito in uno dei luoghi più importanti per la protezione, migrazione e nidificazione di svariate specie di uccelli acquatici. Ecco perché è stato riconosciuto Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1993.

Ornitologi, appassionati di bird watching e camminatori vengono a rilassarsi in questo angolo di natura incontaminata e, nel mentre, possono godersi una splendida vista panoramica di Manzanares el Real, il suo castello e la Pedriza alle spalle.

Sentiero panoramico lungo l'embalse de Santillana: vista su Manzanares e la Pedriza
Manzanares el Real ed il massiccio della Pedriza – Panorama dall’Embalse de Santillana

 

 

 

 

Come raggiungere Manzanares el Real da Madrid

La cittadina si trova a circa 50 Km a nord della capitale spagnola e vi si arriva comodamente in autobus.

Le corse, operate dal Consorcio Regional de Transportes de Madrid (CRTM) hanno frequenza oraria, sia in settimana che nei weekend. Come per l’escursione a Buitrago del Lozoya, anche in questo caso gli autobus partono dall’Intercambiador de Plaza de Castilla, raggiungibile con la metropolitana (l. 1-9-10).

La linea 724 collega Madrid a Manzanares el Real in circa 45 minuti. Il biglietto è acquistabile direttamente a bordo e costa 4,20€ a tratta (primavera 2022). Gli autobus partono dalla banchina 26 ubicata al livello -3 dell’edificio. Controllate per sicurezza sui monitor lì presenti. Gli orari sono consultabili sul sito internet di CRTM.

A Manzanares ci sono due fermate: all’altezza del castello e nei pressi della rotonda vicino ai ruderi della vecchia fortezza.

Mentre all’andata potete scendere in centro, al ritorno – specie di domenica – suggerisco di salire all’altra per assicurarvi il posto a sedere. Lo dico per esperienza diretta dato che ho contato una ventina di persone rimaste in piedi fino all’arrivo in Plaza de Castilla.

 

 

(Visited 138 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali