Select Page

Viaggiare in Maremma Toscana, una terra dalle mille risorse

Viaggiare in Maremma Toscana, una terra dalle mille risorse

Regioni come la Toscana sono un vanto a livello nazionale per la qualità di vita e la capacità di donare al visitatore itinerari e luoghi da scoprire che non annoiano mai, ma sono sempre foriere di nuove scoperte.

Tra le varie aree in cui è possibile suddividere idealmente la Toscana, certamente una delle più iconiche rimane senza ombra di dubbio il territorio della Maremma, terra aspra ed inospitale fino a non più di 2 secoli fa a causa della prevalenza di aree paludose, con il pericolo della malaria che era sempre in agguato.

Le grandi opere di bonifica sono state una vera manna dal cielo per una zona che oggi ha un incredibile numero di estimatori tanto a livello nazionale, quanto a livello internazionale (e persino oltreoceano).

 

Dal viaggio di scoperta del territorio alla prospettiva di risiedere stabilmente

E’ interessante il fenomeno che negli ultimi anni si sta sempre di più riscontrando; ad una iniziale fase di scoperta del territorio (di seguito vi daremo alcuni consigli per chi desidera viaggiare in Maremma), si sta inserendo sempre più la decisione di voler tornare qui per potersi trasferire definitivamente.

Forse vi potrà sembrare una decisione poco ragionata, considerando che il territorio non è di certo noto per la presenza di importanti aree industriali o di grandi centri abitati (il più grande che troverete è il capoluogo di Provincia, Grosseto, che non supera comunque i 90.000 abitanti), eppure non sono pochi i liberi professionisti che decidono di spostare la loro attività in questa zona, soprattutto perché attirati dalla possibilità di vivere in maniera più semplice, con meno stress e con la possibilità di avere a portata di mano paesaggi e luoghi caratteristici, che si possono raggiungere anche con solo pochi km di strada.

Viaggio in Toscana, cosa vedere a Grosseto

Visita di Grosseto

A tal proposito, per spiegarci questo fenomeno, ci è di grande aiuto il parere di Italo Paccoi, un noto agente immobiliare del territorio grossetano, che conferma quanto stiamo affermando: “In questi ultimi anni stiamo riscontrando un trend sempre più marcato di imprenditori provenienti da altre zone d’Italia, che scelgono di vivere qui per dare nuova linfa ai loro affari, sviluppandone di nuovi all’inerno di un contesto ambientale e geografico molto diverso da quello delle grandi città del Nord. La tranquillità e i ritmi di vita che si hanno qui sono sicuramente diversi da quelli delle grandi aree industriali, tant’è che la stessa città di Grosseto risulta essere considerata totalmente a misura d’uomo (e in effetti non è un caso se compare sempre tra le prime città nell’annuale classifica sulla qualità della vita redatta dal Sole 24 Ore).

L’offerta immobiliare è sempre aperta a nuove soluzioni, ad esempio chi è alla ricerca di un immobile in vendita a Grosseto, ha la possibilità di trovare delle opportunità interessanti sia all’interno del Centro Storico che nella periferia, con fasce di prezzo che riescono sempre a venire incontro alle esigenze di chi è in cerca. Va, inoltre, molto forte anche la vendita di case in campagna, soprattutto per chi è alla ricerca di pace e tranquillità… il rustico resta sempre una soluzione ottimale dove potersi stabilire o quanto mai porre la base per un rifugio sereno non appena le condizioni lavorative lo consentono”.

 

Consigli per una prima visita in Maremma Toscana

Per chi visita per la prima volta la Maremma Toscana, quali sono gli elementi su cui può fare affidamento per un’esperienza immersiva a 360 gradi?

Senza dubbio si deve partire dalla scoperta del paesaggio; pochi territori in Italia consentono di passare così facilmente dal mare alla collina, fino alla montagna.

Una parte della Maremma è bagnata dalle acque del Mar Tirreno, qui potrete trovare ampi tratti costieri liberamente balneabili, con alternanza tra fondali sabbiosi che degradano dolcemente fino a zone con scogliere ideali per gli amanti dello snorkeling.

Logica conseguenza di questa ricchezza costiera è la presenza di località costiere particolarmente conosciute ed apprezzate, come ad esempio Castiglione della Pescaia, Talamone, Porto Santo Stefano e Porto Ercole; la vicinanza del mare è già di per sé un elemento fondamentale per chi viene a visitare la Maremma Toscana durante la stagione estiva, ma anche durante il resto dell’anno è possibile poterne godere per trascorrere qualche ora in assoluto relax (una passeggiata in riva al mare in inverno è un vero toccasana per la mente).

Paesi della costa della maremma toscana da non perdere

Paesaggi costieri della Maremma

Spostandoci sull’interno, l’aspetto che colpisce il visitatore è la presenza di grandi aree di aperta campagna con paesaggi da cartolina, che separano tra loro i vari centri abitati, che come già anticipato, non spiccano di certo per grandezza e presenza di aree industriali importanti… forse è proprio questa la loro ricchezza nascosta, se pensiamo che i paesi della Maremma sono per la maggior parte dei piccoli borghi dove il tempo sembra essersi fermato (molti hanno un’origine medievale), e dove è facile mantenere uno stile di vita semplice e senza l’ansia e la fretta che si percepisce spesso nelle grandi città.

Fare un elenco dei paesi che meritano una visita è riduttivo, anche i borghi più piccoli meritano comunque una visita veloce; in ogni caso troviamo delle realtà conosciute non solo a livello locale, ma anche al di fuori dei confini nazionali, come ad esempio Massa Marittima, Pitigliano, Capalbio.

Luoghi da non perdere in un viaggio in Italia: la Maremma Toscana

La campagna della Maremma toscana

Gran parte di questi borghi si animano grazie alla presenza di un gran numero di feste di paese, rappresentazioni storiche e sagre gastronomiche che potete trovare facilmente in tutti i periodi dell’anno.

Attraverso queste opportunità enogastrnomiche avrete modo di scoprire le eccellenze territoriali di ogni zona ed i prodotti di stagione cucinati spesso con ricette della tradizione cucinate alla maniera di una volta, oltre ad assaggiare il buon vino locale (questa è una zona molto florida sotto questo punto di vista, basti pensare che in Maremma si può trovare la zona di produzione del Morellino di Scansano, ma anche il Monteregio di Massa Marittima, il vino Ansonica Costa dell’Argentario, il Montecucco della zona dell’Amiata, tutte grandi eccellenze che vengono esportate annualmente anche al di fuori del territorio nazionale).

Il consiglio è di sfruttare ogni occasione per poter scoprire queste località, cosi ricche di storia e di culture a noi ormai lontane (possiamo trovare importanti tracce dell’antica dominazione Etrusca attraverso i resti delle varie necropoli, tra cui spiccano quelle molto conosciute di Vetulonia e Roselle).

Un altro aspetto che sicuramente rende la Maremma Toscana un luogo ideale per poter vivere e per un’esperienza di viaggio è la presenza di un clima mite e favorevole durante tutto l’anno, aspetto che consente di poter sempre dedicare qualche ora libera alle escursioni, alle passeggiate all’aria aperta o anche alla realizzazione di sport di qualsiasi tipologia, da quelli per i principianti fino a quelli per i professionisti (sport velici, snorkeling, bicicletta, tiro con l’arco, escursioni con i cavalli).

 

L’esperienza di viaggio in Maremma è, quindi, un punto di partenza per molte persone che in seguito decidono di rimanere qui come scelta di vita. Ci interessa sicuramente sapere se qualcuno di voi ci è già stato o ha dei suggerimenti da dare, quindi condividete con noi i vostri pareri e le vostre esperienze di viaggio!

 

(Visited 7 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

24 nov – 8 dic: Stirling, Loch Katrine, Falkirk e Edimburgo –> #checkinScozia

22 gen-1 feb: Madrid, León e Ponferrada –> #checkinCyL e #checkinMadrid

30 marzo-8 aprile: Aberdeenshire –> #checkinScozia

9-22 giugno: Oban e Fort William –> #checkinScozia

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!