Come arrivare a Napoli in nave (e con gli altri mezzi di trasporto)

Vacanza a Napoli (Italia meridionale), informazioni su come arrivare e come muoversi in città con i trasporti pubblici

Situata al centro di una delle aree metropolitane più popolate d’Europa, Napoli è il principale nodo stradale e ferroviario del meridione italiano nonché uno dei porti più trafficati del Mediterraneo.

Scopo di questo articolo è illustrarvi come raggiungere il capoluogo campano dal resto d’Italia in auto, autobus, treno, aereo e via mare. A seguire, vi parlerò dei trasporti pubblici urbani che potrebbero esservi utili per la visita della città.

 

Collegamenti tra Napoli ed il resto d’Italia 

La rete autostradale che transita per Napoli consente facili spostamenti tra nord e Sud Italia. In particolare:

  • l’Autosole A1 da/per Milano transita anche per Roma, Firenze e Bologna;
  • l’A3 per Salerno e l’A2, che prosegue per Cosenza, Vibo Valentia e Reggio Calabria;
  • l’A16 verso l’Adriatico.

 

A queste si aggiunge l’A56 – meglio nota come la Tangenziale – che attraversa la città da Capodichino fino a Pozzuoli.

 

In autobus

Esso consente spostamenti economici, specie prenotando in anticipo, viaggiando su mezzi comodi e moderni. Ciò grazie all’avvento di Flixbus, compagnia low cost che in poco tempo si è diffusa in tutta Europa, compresa l’Italia ed ovviamente Napoli.

Nella città partenopea effettua 2 fermate. La principale è MetroPark (Corso Arnaldo Lucci 156), nei pressi della Stazione Centrale e di Piazza Garibaldi. L’altra è a Fuorigrotta (Piazza Giorgio Ascarelli), vicino alla stazione di Campi Flegrei.

La mappa delle destinazioni Flixbus da Napoli è consultabile in questa pagina.

Segnalo inoltre che sempre dal MetroPark arrivano/partono i bus navetta giornalieri che collegano il capoluogo campano con gli aeroporti di Roma. Maggiori informazioni per la tratta con Fiumicino sono disponibili al seguente link, per Ciampino invece qui.

 

In treno

A Napoli passano le principali linee ferroviarie nazionali, recentemente pure quelle dedicate all’alta velocità. La Stazione Centrale, ubicata in Piazza Garibaldi (zona est della città), è una delle più trafficate d’Italia e vi transitano tutte le tipologie di treni, dai regionali alle Frecce ed Italo. L’altra stazione destinata ai treni AV da/per Roma è quella di Napoli Afragola, progettata dall’architetto Zaha Hadid ed inaugurata nel giugno 2017. Sorge nel comune di Afragola, situato a nord dell’aeroporto di Capodichino.

Le altre stazioni urbane napoletane sono Mergellina, in centro e nei pressi del molo omonimo, e Campi Flegrei, ad ovest.

 

In nave

Il porto di Napoli è ubicato in pieno centro ed a pochi minuti di distanza sia dalla stazione ferroviaria che dal casello autostradale. Inoltre, l’aeroporto è a soli 15 Km. Fondato nel secolo IX a.C. dai Greci, si sviluppò ulteriormente durante l’epoca romana fino ad arrivare al Re Carlo I d’Angiò, colui che ne ordinò l’ampliamento con l’aggiunta di numerosi edifici e servizi. Attualmente accoglie annualmente oltre 6 milioni di passeggeri tra crocieristi e coloro che si imbarcano per le isole. Le destinazioni servite sono: Sardegna, Sicilia, Eolie, Ischia, Procida e Capri.

Altri porti della zona, come ad esempio Posillipo e Santa Lucia, hanno funzione esclusivamente turistica.

Come arrivare a Napoli in nave (e con gli altri mezzi di trasporto)
Napoli ed il Vesuvio visti dal mare

 

In aereo

L’aeroporto internazionale di Capodichino sorge a nord-est di Napoli e dista soltanto 7 Km dal centro. Vi operano compagnie low cost e di bandiera con collegamenti nazionali, europei ed intercontinentali.

Il trasferimento più semplice e rapido è l’Alibus, con fermate in Piazza Garibaldi (Stazione Centrale), al Porto e presso il Terminal della Stazione Marittima. Dall’aeroporto al centro si impiegano 15 minuti, la tratta contraria invece 35‘. I biglietti – costo 5€ – sono acquistabili alle casse automatiche presenti al terminal Arrivi, alla cassa parcheggi oppure direttamente a bordo.

È altresì disponibile il transfer privato tra l’aeroporto ed il proprio hotel, un servizio comodo ed efficiente per arrivare in centro in circa mezz’ora evitando lo stress dello carico/scarico bagagli sul bus navetta. Inoltre, l’autista potrà rivelarsi un’ottima “guida” in grado di fornire idee e consigli sui luoghi da non perdere – specie quelli insoliti – durante il soggiorno in città. Tutte le informazioni, incluso come prenotare il servizio già da casa, sono disponibili in questa pagina.

Dal parcheggio bus antistante l’aerostazione partono le linee extraurbane dirette a Salerno, Paestum, Amalfi, Sorrento e Potenza.

Per maggiori dettagli vi rimando al sito internet dell’aeroporto di Napoli.

 

Come muoversi a Napoli coi mezzi pubblici

L’area metropolitana partenopea è servita da una rete capillare che comprende autobus urbani, funicolari, tram, metropolitana e treni locali.

 

In funicolare

I quattro percorsi in funicolare consentono di raggiungere i quartieri collinari dal centro e dal lungomare napoletano. La Centrale, inaugurata nel 1928 e con una lunghezza di 1234 m, parte da Augusteo (vicino alla Galleria Umberto I) arrivando a Piazza Fuga, nel quartiere Vomero.

La Chiaia, in funzione dal 1889, collega via Cimarosa (Vomero) al rione Amedeo nel quartiere Chiaia.

La Mergellina, operativa dal 1931, parte dal porticciolo turistico ed arriva a Posillipo, uno dei quartieri più eleganti di Napoli. Questo percorso è particolarmente gettonato tra i turisti grazie al panorama del Golfo che si può ammirare dall’alto.

Infine, la Montesanto, risalente al 1891, parte dalla piazzetta Montesanto ed arriva alla parte più alta di Vomero. I turisti la possono utilizzare per visitare Castel Sant’Elmo ed il Museo di S. Martino.

Trasporto pubblico di Napoli - Linee della funicolare
Funicolare di Napoli

 

In metropolitana

La metropolitana è il mezzo più comodo per spostarsi in centro e raggiungere le attrazioni turistiche principali (a tal proposito vi rimando alla lettura di questo articolo dedicato a cosa fare e vedere in città). Ciò considerando il fatto che autobus e tram risentono pesantemente del traffico cittadino che causa ritardi assai frequenti.

La linea 1 – da Piscinola a Piazza Garibaldi – è già di per sé un luogo di interesse poiché comprende le Stazioni dell’Arte realizzate e decorate da molti artisti internazionali. Le fermate situate in corrispondenza dei siti storici e culturali da visitare sono Museo, Dante, Toledo, Cavour ed Università. Merita una menzione speciale la stazione di Toledo, eletta dalla BBC come la “fermata della metropolitana più bella d’Europa”.

La linea 2 – da Pozzuoli a Gianturco – attraversa il quartiere di Fuorigrotta e tra le fermate principali vi sono Mergellina, Amedeo, Montesanto, Cavour e Stazione Centrale.

Stazioni dell'Arte in centro a Napoli - Fermata Toledo
Stazione della metropolitana “Toledo”

 

In treno

Vi sono poi alcune linee ferroviarie che garantiscono collegamenti comodi tra Napoli ed il litorale, consentendo così di raggiungere svariate località turistiche ideali per un’escursione giornaliera. Ne parlo approfonditamente in questo articolo.

La Cumana, inaugurata nel 1892 ed elettrificata nel 1927, è una delle più antiche del capoluogo campano e si snoda lunga la costa flegrea (ad ovest della città). Dal capolinea urbano di Montesanto – dove si può cambiare per la funicolare omonima e la linea 2 della metro – il viaggio fino a Torregaveta dura 40 minuti circa e sono previste 16 fermate intermedie tra cui Fuorigrotta, Mostra (scendere qui per lo Stadio Diego Armando Maradona, ex San Paolo) e Pozzuoli.

La Circumvesuviana serve Napoli e provincia attraverso alcune linee distinte dirette verso località come ad esempio Sorrento, Nola, Nocera e Sarno. Per i turisti la più importante è sicuramente la L1 poiché, partendo da Piazza Garibaldi, si arriva ad Ercolano in circa 20’, a Pompei in 40’ e Sorrento in un’ora.

Infine, la Circumflegrea copre l’entroterra dell’area già servita dalla linea Cumana. Anche in questo caso il capolinea urbano è Montesanto mentre dall’altra parte è Torregaveta. È uno dei percorsi su rotaia più antichi del capoluogo campano ed attraversa i comuni di Napoli, Quarto, Pozzuoli e Bacoli con un totale di 15 fermate.

Per maggiori informazioni sui trasporti pubblici del capoluogo campano e le loro frequenze, biglietti ed abbonamenti disponibili suggerisco di consultare la pagina di riferimento sul sito del Comune di Napoli.

(Visited 50 times, 1 visits today)
Compra i biglietti per visitare Madrid​
I miei prossimi viaggi

- 9-22 giugno: Oban e Fort William --> #checkinScozia (rinviato ad ottobre)

- 8-18 luglio: Ötzal, Sölden, Wilder Kaiser e St Johann --> #checkinTirolo

- 30 ottobre - 3 novembre: viaggio di gruppo in Scozia tra Edimburgo e Highlands centrali