Select Page

San Cristóbal de La Laguna, escursione di un giorno alla scoperta della prima capitale di Tenerife

San Cristóbal de La Laguna, escursione di un giorno alla scoperta della prima capitale di Tenerife




Dopo la splendida gita al Parco Nazionale del Teide l’obiettivo della mia terza giornata a Tenerife è di visitare San Cristóbal de La Laguna, la vecchia capitale dell’isola. In realtà volevo andare anche a Puerto de la Cruz, la località balneare più importante della costa settentrionale e rinomata per le sue spiagge di sabbia nera, ma la disavventura iniziale coi guagua si è ripetuta di nuovo facendomi perdere troppo tempo.

La vecchia capitale di Tenerife è facilmente raggiungibile con la linea 1 della Tranvía che parte da Santa Cruz: la corsa tra i due terminal dura circa quaranta minuti e si possono acquistare i biglietti nelle apposite macchinette situate in ogni fermata. Il capolinea a La Laguna si trova spostato a sud rispetto al centro storico e vi si arriva passeggiando per qualche minuto.

A differenza di Santa Cruz de Tenerife, che a causa delle opere di ammodernamento degli ultimi anni deve crearsi una propria immagine, La Laguna mostra la sua tradizione e storia grazie agli edifici del centro, i più preziosi di tutta l’isola e costruiti tra il XVI°-XIX° secolo. Anche per questo nel 1999 è stata dichiarata Patrimonio Unesco dell’umanità.

Scorcio del centro di La Laguna

 

Cosa vedere in un giorno a La Laguna a Tenerife

Una cosa che si nota anche solo guardando la cartina è che ci sono tantissime chiese, tra le quali spiccano la Cattedrale, caratterizzata dalla cupola e dalla facciata neoclassica e con all’interno i resti di Alonso Fernández de Lugo, il conquistatore di Tenerife e fondatore di La Laguna; la Iglesia de la Concepción, costruita nel 1511 e dotata di una bella torre campanaria del ‘600. Nelle rispettive piazze inoltre non mancano le tipiche palme canarie che specie durante i caldi mesi estivi assicurano un po’ di ombra. Una curiosità: per il gran numero di conventi, edifici religiosi e storici La Laguna è stata spesso soprannominata la Firenze delle isole Canarie.
La Cattedrale di La Laguna a TenerifeLa Iglesia de la Concepción di La Laguna a Tenerife



Ma probabilmente ciò che mi è piaciuto di più sono gli edifici che si affacciano sulle vie principali: un’autentica esplosione di colori con facciate dipinte con toni vivaci e con l’aggiunta del legno nelle finestre, nelle porte e nei terrazzi. Per queste caratteristiche camminare per le strade del centro storico mi ha dato l’impressione di trovarmi nel cuore di un paese dell’America Latina.

Edificio in calle Herradores di La LagunaScorcio di Calle Obispo Rey Redondo di La Laguna

 

Calle Herradores, Obispo Rey Redondo e San Augustín

Gli scorci più belli di La Laguna si ammirano passeggiando per calle Herradores, calle Obispo Rey Redondo e più a nord in calle San Augustín dove vanno fotografati specialmente il Palacio Episcopal con la sua massiccia facciata in pietra e poi, poco distante, la cinquecentesca Casa Lercaro fatta costruire da una famiglia genovese ed oggi sede del Museo de Historia de Tenerife.

Il Palacio Episcopal di La LagunaCasa Lercaro, Calle Augustín, La Laguna
Il mio consiglio è quello di camminare in questa zona con assoluta calma, con il passo dei suoi abitanti che tra una passeggiata e l’altra sostano nei numerosi bar lì presenti, e di “perdersi” nelle viuzze laterali osservandone ogni angolo per scoprire gli edifici più caratteristici. Secondo me è questa la maniera migliore per conoscere ed apprezzare La Laguna.

 

La Plaza del Adelantado di La Laguna

In ogni caso sarà complicato smarrirsi nel vero senso della parola in quanto da un lato si finisce in Plaza de la Concepción, dall’altro invece si arriva in Plaza del Adelantado, una piazza con un bel giardino ed una fontana al centro e circondata da una serie di edifici carini come quello dell’Ayuntamiento, il Palacio de Nava ed il Monasterio de S. Catalina de Siena.

Plaza del Adelantado, La LagunaIl Palacio de Nava di La LagunaCosteggiando il Monasterio de S. Catalina di La Laguna
Con la visita di quest’ultima piazza si conclude anche (e purtroppo) il mio giro nel centro di La Laguna. Vi ho trascorso circa una mezza giornata e mi è bastata tranquillamente per vedere i luoghi più caratteristici e per vivere l’atmosfera vivace delle sue vie suggestive ed affollate dai tanti turisti (soprattutto tedeschi) oltre che dai canarios che riempiono i vari locali che danno sulla strada tapeando e sorseggiando l’immancabile cerveza.

Porto con me il ricordo delle tante case colorate, ben tenute e con rifiniture in legno ed in pietra vulcanica che non possono non catturare lo sguardo di chi ci passa davanti.

Scorcio di La Laguna a Tenerife
Se devo confrontare La Laguna con Santa Cruz de Tenerife allora la sfida tra le due capitali è vinta senza dubbio dalla prima per tutto quello che è riuscita a trasmettermi in poche ore mostrandomi il lato più storico e tradizionale di Tenerife, mentre la seconda, quella nuova, è orientata al futuro e perciò le manca ancora una precisa identità che la rappresenti.

 




(Visited 2.182 times, 5 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

8-15 aprile: Glasgow, Helensburgh, Bute –> #checkinScozia

2-14 maggio: Santiago di Compostela, Pontevedra e Braga (Portogallo) –>  #checkinGalizia

6-18 giugno: Manchester, Carlisle e gli Scottish Borders –> #checkinScozia

ottobre: Costa Brava –> #checkinCostaBrava

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!