Select Page

Blair Castle, visita della dimora dei Duchi di Atholl che ospita l’ultimo esercito privato di Highlander d’Europa.

Blair Castle, visita della dimora dei Duchi di Atholl che ospita l’ultimo esercito privato di Highlander d’Europa.




Blair Castle è uno dei castelli più famosi della Scozia e si trova nel villaggio di Blair Atholl a poche miglia da Pitlochry. Data la sua vicinanza, è stata la mia seconda escursione nel Perthshire (dopo la giornata trascorsa a Kinloch Rannoch). Una visita che mi ha consentito di scoprire nuovi frammenti della ricca ed intricata storia scozzese dato che qui sono passati personaggi del calibro di Mary Queen of Scots e la Regina Vittoria.

 

Come arrivare al Blair Castle

Nell’area intorno al castello è presente un parcheggio a pagamento per le macchine.

In alternativa, si può arrivare al villaggio sia in treno che in autobus (come nel mio caso). Infatti, la linea 83 di Elizabeth Yule collega Pitlochry e Blair Castle con varie corse giornaliere. Partendo dalla stazione degli autobus della località, il tragitto dura una ventina di minuti circa e si scende all’interno della tenuta, letteralmente davanti all’entrata del castello.

 

Blair Castle: cosa vedere

La prima cosa che salta all’occhio è il bianco dei muri della fortezza, in netto contrasto con il verde dei prati e della foresta attorno.

Blair Castle è tuttora in uso e perciò, se siete alla ricerca di un castello in rovina – come ad esempio Huntingtower Castle vicino a Perth – questo non fa al caso vostro. Ci troviamo difatti nella residenza ufficiale dei duchi di Atholl e nel corso dell’anno ospita diverse manifestazioni di livello nazionale. Inoltre, la sorellastra dell’attuale X Duca di Atholl vive con la sua famiglia negli appartamenti situati nell’ala privata della tenuta e si occupa della gestione degli affari locali.

Scorcio di Blair Castle, Scozia

 

Cenni storici

Le vicende che coinvolgono Blair Castle attraversano sette secoli di storia durante i quali si sono succedute le dinastie degli Stewart e dei Murray.

A parte il breve soggiorno di Mary Queen of Scots nel 1564, fino al 1603 non vi sono fatti così salienti da segnalare. Tuttavia, a partire dall’Unione delle Corone di quello stesso anno la situazione muta ed aumentano le tensioni tra Scozia e Inghilterra. Il castello di Blair viene conquistato nel 1652 dalle truppe di Cromwell e rimane occupato per otto anni, sino a quando Carlo II viene riportato sul trono.

Con le insurrezioni giacobite – del 1715 e del 1745 – emergono nuovi problemi in famiglia dato che il duca ed il suo secondo figlio sostengono il governo mentre gli altri due fratelli si schierano dalla parte dei ribelli. Lo stesso Bonnie Prince Charlie avrà modo di soggiornare nel Blair Castle in occasione della marcia delle truppe giacobite verso sud. Tuttavia, poco tempo dopo la fortezza tornerà nuovamente in mano alle forze governative.

I decenni successivi vedono il castello protagonista di ampie opere di ristrutturazione facendolo divenire un maestoso palazzo georgiano.

Nel 1844 la Regina Vittoria trascorre tre settimane al Blair Castle e, come forma di ringraziamento per il lavoro svolto dalle guardie di Atholl, concede al Duca ed ai suoi Highlander i propri colori. Viene pertanto riconosciuto ufficialmente l’esercito privato degli Highlanders di Atholl ed esiste ancora oggi. Anzi, addirittura è l’ultimo rimasto in tutta Europa.

Nel 1936 il castello di Blair è una delle prime dimore private del Regno Unito a venire aperta al pubblico fino a diventare una delle attrazioni più importanti del paese.

 

La visita degli interni

L’itinerario – durata di un’oretta circa – comprende la visita di trenta stanze, la maggior parte delle quali sono arredate. Il tour racconta la storia e l’evoluzione del Blair Castle: antica fortezza medievale prima, dimora georgiana poi ed infine residenza vittoriana.

A parte ciò, i vari ambienti conservano oggetti, documenti e collezioni varie appartenenti ai vari membri della famiglia dei Duchi. Quelli che mi sono piaciuti maggiormente sono:

  • la scalinata dei dipinti, completata nel 1756 durante la prima ristrutturazione del castello, colpisce per la maestosità e per il colpo d’occhio che si ha dal piano più alto;
  • la stanza di Tullibardine, così chiamata in onore di William – Marchese di Tullibardine – che appoggiò la ribellione giacobita perdendo così il diritto al ducato ed alle sue proprietà. Inoltre, una leggenda narra che qui Bonnie Prinche Charlie vi soggiornò nel 1745;
  • la Banvie Suite, arredata in occasione della visita della Regina Vittoria nel 1844 sebbene la sovrana soggiornò poi nelle stanze del piano inferiore;
  • l’immensa sala da ballo, ancora in uso per ricevimenti e feste private.

Ad eccezione della sala da ballo (l’ultimo ambiente visitabile) non è concesso fare fotografie. In ogni stanza si possono prendere in prestito delle mini guide – anche in italiano – che ne spiegano la storia e gli oggetti di valore presenti. Dopo l’ultima stanza si accede direttamente al negozio di souvenir ed al ristorante self-service (qui si può usufruire del WiFi gratuito).

Inoltre, nel piazzale antistante al castello, ogni ora un suonatore di cornamusa fa una breve (ma intensa) esibizione. Personalmente, il trittico Amazing Grace-Flowers of Scotland-Scotland the Brave mi ha messo i brividi e me li ha lasciati anche dopo!

La sala da ballo nel Blair CastleConcerto di cornamusa al Blair Castle

 

L’Hercules Garden ed il Diana’s Grove

La tenuta dei Duchi di Atholl comprende anche una vasta porzione dei terreni attorno al castello, dando così la possibilità di fare belle passeggiate nella natura ed altre attività all’aria aperta.

L’Hercules Garden è un giardino racchiuso tra le mura che nel 1996 è stato restaurato e “riportato” al suo splendore originale secondo lo stile georgiano. Tra vegetali e piante da frutta si possono ammirare un laghetto attraversato da un ponte “cinese” ed una serie di sculture del secolo XVIII.

Hercules Garden, Blair Castle - Pitlochry, Scozia Sculture e ponte cinese dell'Hercules Garden - Blair Castle, Scozia Scorcio dell'Hercules Garden vicino al Blair Castle - Perthshire, Scozia

Il Diana’s Grove invece è un bosco che si estende tra il Blair Castle ed il parcheggio ed ospita alcuni degli alberi più alti della Scozia.

Vi si trovano pure un parco giochi per bambini, un allevamento di pony che si possono cavalcare per fare delle escursioni nei dintorni ed infine un’area pic-nic giusto davanti al castello.

Area giochi davanti al Blair Castle, ScoziaIl ruscello che scorre davanti al Blair Castle

 

Altre informazioni pratiche

Blair Castle apre dal 1° aprile al 31 ottobre con orario 9:30-17:30pm (ultimo ingresso consentito alld 16:30).

Sono disponibili due tipologie di biglietti a seconda di ciò che vi interessa vedere.

Nel caso di visita del castello e dei giardini:

  • un adulto paga £11
  • uno studente (con tessera valida) £9.50
  • un bambino (5-16 anni) £7
  • una famiglia £32.

 

Se invece volete dedicarvi solo ai giardini:

  • un adulto paga £6.50
  • uno studente (con tessera valida) £6.50
  • un bambino (5-16 anni) £3
  • una famiglia £16.

In ogni caso, per essere sempre aggiornati su eventuali chiusure straordinarie oppure su cambiamenti delle tariffe vi suggerisco di controllare il sito ufficiale di Blair Castle.




(Visited 60 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

15-22 novembre ’17: Valencia e dintorni –> #checkinVLC

25-27 novembre ’17: Blog trip a Glasgow in collaborazione con Visit Scotland –> #checkinScozia #ScotSpirit

30 novembre-4 dicembre ’17: mercatini di Natale in Tirolo –> #checkinTirolo

12-18 gennaio ’18: Madrid e provincia –> #checkinMadrid

10-16 aprile ’18: Glasgow e Inverness –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod

error: Content is protected !!