Select Page

Tour del Santiago Bernabéu: come arrivare, orari e biglietti online per visitare lo stadio del Real Madrid

Tour del Santiago Bernabéu: come arrivare, orari e biglietti online per visitare lo stadio del Real Madrid




La visita del Santiago Bernabéu, lo storico stadio del Real Madrid, è una delle attività da non perdere durante un soggiorno nella capitale spagnola. Infatti, da queste parti il calcio è qualcosa che va oltre lo sport, esprime l’identità e la filosofia di vita di chi è madridista. Tutto ciò lo si comprende grazie al tour che, della durata di circa un’ora e trenta, conduce alla scoperta dei vari ambienti dell’impianto sportivo.

In questo articolo vi racconto i luoghi della visita e vi fornisco una serie di informazioni pratiche e qualche consiglio per poterla organizzare al meglio.

 

Dove si trova lo stadio Bernabéu e come arrivarci

Il Santiago Bernabéu si trova a nord-est rispetto al centro storico e si affaccia sul Paseo de la Castellana, viale storico che oggi rappresenta il cuore finanziario di Madrid nel quartiere Chamartín.

Vi si può arrivare coi mezzi pubblici, in particolare con la metropolitana grazie alla linea 10 (Hospital Infanta Sofía-Puerta del sur). La fermata omonima dista poche decine di metri dallo stadio.

Lo stadio "Santiago Bernabéu", la casa del Real Madrid nel barrio di Chamartín

In alternativa, ferma qui anche la linea verde del bus turistico Hop-on Hop-off e ciò vi consente di visitare l’impianto e dopodiché risalire a bordo per tornare in centro.

Infine, se volete camminare, da Plaza Cibeles impiegherete circa una quarantina di minuti per percorrere il viale passando anche Plaza Colón ed il monumento dedicato a Cristoforo Colombo. Quando vivevo a Madrid e volevo rilassarmi un po’ facevo questa passeggiata la domenica pomeriggio, approfittando così del poco traffico data la presenza di numerosi uffici chiusi.

 

Cosa vedere nello stadio Santiago Bernabéu di Madrid

La “casa” del Real Madrid venne inaugurata nel 1947 con il nome di “Nuevo Estadio Chamartín“. Solo nel 1955 si decise di dedicarlo al presidente del club nonché principale artefice dello stadio.

Il tour del Bernabéu segue un percorso che si snoda attraverso 12 sale che raccontano la storia ed i trionfi della squadra di calcio fondata nel 1902. Qui vi parlo di alcuni dei luoghi più interessanti della visita, per scoprirli tutti non vi resta che venire di persona 😉

Si comincia con una suggestiva vista dall’alto, dalla quale si può osservare tutto lo stadio e provare ad immaginare l’atmosfera che si vive quando gioca il Madrid e c’è il tutto esaurito (capienza intorno agli 80.000 spettatori). Io ne so qualcosa poiché nel marzo 2014 ho avuto la fortuna di assistere al Clásico contro il Barcellona con la vittoria dei catalani per 3-4.

Tour del Bernabéu, panorama dello stadio del Real Madrid

La visita prosegue poi nelle sale interne dove è allestito il museo del Real Madrid. La prima parte offre un viaggio interattivo attraverso la storia del club e custodisce una vasta collezione di oggetti e trofei. Tra questi spicca quello consegnato dalla FIFA nel 2000 che ha sancito il Madrid come il “migliore club del XX secolo“, primo caso in assoluto nel panorama sportivo.

Ampio spazio viene dato poi ai giocatori più importanti del passato assieme alle statistiche tecniche di quelli che compongono la rosa attuale.

Visita del museo del Real Madrid nel Santiago Bernabéu - Premio FIFA "Migliore squadra del XX secolo"Le coppe vinte dal Real Madrid nel corso della sua storiaLe maglie dei giocatori attuali del Real Madrid

Si possono ammirare poi i palloni d’oro vinti dai giocatori durante la loro militanza nel club. Tra i vari nomi eccellenti spunta un po’ d’Italia grazie a Fabio Cannavaro, che lo conquistò nel 2006 grazie alla vittoria della Coppa del Mondo.

Questa zona termina con la vetrina Reyes de Europa, dove si possono contemplare le 12 champions league vinte dal Madrid e gli oggetti commemorativi di ogni finale. Inevitabilmente, ampio risalto viene data all’ultima (per adesso…) conquistata a Cardiff contro la Juventus per 4-1.

I Palloni d'Oro vinti da Zidane e Ronaldo al Real MadridIl Pallone d'Oro vinto da Cannavaro nel 2006 grazie alla conquista della Coppa del MondoMemorabilia della Champions League vinta dal Real Madrid a Milano nel 2016Le 12 Champions League vinte dal Real Madrid - Tour dello stadio Bernabéu

Se sognate di fare una foto assieme a Cristiano Ronaldo, Asensio oppure alla Coppa dei Campioni, la sala successiva è ciò che fa per voi. Qui infatti, seguendo le indicazioni dello staff, potrete mettervi in posa con il vostro campione preferito e ritirare poi la foto prima di uscire dallo stadio. In attesa che tocchi a voi potrete osservare il modellino del nuovo Santiago Bernabéu (pronto entro il 2020), una struttura ultramoderna che includerà un’area commerciale e persino un piccolo hotel di lusso.

Adesso è il momento di entrare in campo… letteralmente!

La visita infatti prosegue sul terreno di gioco ed è possibile sedersi sulle panchine su cui da oltre 70 anni si alternano i campioni e gli allenatori blancos. Il giro continua salendo sulle gradinate per raggiungere il palco presidenziale. Si tratta della zona più esclusiva dello stadio, solitamente riservata alle autorità e ad invitati speciali. La visuale da qui è semplicemente spettacolare e ci sono a disposizione degli schermi per osservare le azioni di gioco ancora più da vicino.

Il campo del Bernabéu visto dalla panchina del Real MadridLa panchina del Real Madrid - Tour dello stadio Bernabéu

Percorrendo il tunnel d’ingresso al contrario si giunge agli spogliatoi. In quello del Real Madrid gli appositi pannelli indicano dove si sistemano i giocatori per cambiarsi e si osservano le apparecchiature presenti per gli esercizi di fisioterapia durante l’intervallo.

Non mancano poi una piscina ed una doccia idromassaggio, due “comfort” disponibili anche per la squadra ospite nel rispettivo spogliatoio.

Il tunnel degli spogliatoi del Santiago Bernabéu a MadridGli spogliatoi del Real Madrid e l'armadietto di Cristiano RonaldoPiscina e vasca idromassaggio negli spogliatoi del Bernabéu - Tour dello stadio del Real Madrid

Il tour si conclude passando per la sala stampa, dove si svolgono le tradizionali interviste post-partita, e quindi nello store ufficiale del Real Madrid. Qui si possono acquistare magliette, pantaloni, scarpe, accessori vari, souvenir della squadra e ritirare i fotomontaggi con i giocatori e la coppa scattati durante la visita.

 

Visita del Santiago Bernabéu: orari, prezzi e biglietti

Lo stadio Santiago Bernabéu è aperto tutti i giorni dell’anno ad eccezione del 25 dicembre e del 1° gennaio. Per quel che concerne gli orari di apertura, da lunedì a sabato dalle 10 alle 19, invece domenica e festivi dalle 10:30 alle 18:30. Nei giorni in cui si gioca, il tour seguirà l’itinerario classico fino a 5 ore prima del calcio d’inizio. In seguito, fino alle 3 ore e mezza precedenti, rimarranno accessibili soltanto il punto panoramico più alto dello stadio ed il museo.

Il Bernabéu è una delle attrazioni di Madrid più visitate e quindi, al fine di risparmiare un po’ di tempo, è consigliabile acquistare online i biglietti per la visita dello stadio. Infatti, così facendo si salta la coda in biglietteria e si accede direttamente all’entrata presso la Torre B (lato Paseo de la Castellana). Qui si trova lo sportello dove è possibile comprare la tessera per diventare soci del club. Va detto che è facile che si formi la fila anche all’ingresso vero e proprio, complici i controlli stile aeroporto e l’orario della visita. Nel mio caso, arrivando allo stadio verso le 14:30, ho aspettato circa 30-40 minuti.

I biglietti costano:

  • adulto, 25€
  • bambino (6-14 anni), 18€

In conclusione, segnalo che il tour del Bernabéu è incluso nel Madrid City Pass, una tessera turistica acquistabile da casa che permette l’accesso prioritario a diversi musei ed attrazioni, sconti del 20% su alcuni luoghi di interesse ed il trasferimento di andata e ritorno dall’aeroporto al vostro alloggio.

 

(Visited 48 times, 1 visits today)

Info Autore

Stefano, viaggiatore innamorato della Spagna, della Scozia e della Liguria. Se potesse si muoverebbe soltanto in aereo, non potendo allora cerca di camminare il più possibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog affiliato con l’Ente del Turismo Britannico. Scoprite tutte le offerte qui sotto.

Compra qui i biglietti e pass per visitare Madrid

Categorie

I miei prossimi viaggi

10-16 aprile: Glasgow e Inverness –> #checkinScozia

17-24 maggio: Bilbao e San Sebastian –> #checkinPB

13-23 giugno: Fife e Edimburgo –> #checkinScozia

22-27 settembre: Ayrshire –> #checkinScozia

 

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Scozia!

  • Capodanno a Edimburgo: vista dal Dugald Stewart Monument a Calton Hill

Entra anche tu nel gruppo Facebook dedicato alla Spagna

  • Que ver en Madrid: el Templo de Debod
error: Content is protected !!